Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

IL PANIERE e i salumi tipici . LA MARIOLA

Il Paniere via bramante 106, Crema CR, Italia
Google+

LA MARIOLA.
Avete presente quelle tipicità culinarie la cui natalità viene contesa da territori limitrofi tra di loro? Il cannolo siciliano è palermitano, catanese o messinese?

ogni territorio avrà motivo di avanzare requisiti di paternità inconfutabili. Eppure, nonostante questo, chi abbia dato vita alla delizia non è dato sapere.

Destino simile ed altrettanto nebuloso lo vanta La Mariola.

A Parma ne rivendicano i natali.
Sul piacentino non hanno dubbi sia una loro produzione.
Sul cremonese dove invece la chiamano Ciota, non mettono nemmeno in discussione gli altri due mentano.

E nessuno saprà mai chi veramente diede alla luce questa tipicità culinaria dell’alta Valnure.

A dire il vero un piccolo ricorso storico ci sarebbe ed io per non saper ne leggere ne scrivere ve lo cito.

Anno domini 1883 tale Francesco Solari, tipografo, sforna il vocabolario Piacentino-Italiano scritto e curato da Lorenzo Foresti.

Alla voce Mariola definisce "intestino cieco del maiale" . Per l'appunto il medesimo utilizzato per il budello del salume in questione. Ad indicare che quantomeno la paternità del nome ha un'origine nota.

Storia antica cmq quella di questo salame, perchè di fatto è un salame. Nasceva crudo o cotto. Crudo per i signori piu danarosi: cotto per i poveracci che dovevano monetizzarne al massimo la resa. Macellato il maiale in autuno la mariola nasceva dall'esigenza di conservare la carne fino all'estate.

Le carni utilizzate sono infatti ricavate dai muscoli lombari, delle spalle e anche dai muscoli delle cosce, solo le cosiddette parti nobili, le più pregiate. Nelle colline e nelle montagne piacentine non si producevano i prosciutti, quale modo migliore quindi per conservare il tutto se non la Mariola.

Ciò detto, vi linko un video che trasmette l'incanto della zona d'origine della Mariola e non vi resta che venire giovedi sera al Paniere a farvene una scorpacciata anzichenò.

salutissimi...

Veniteci a trovare
il 22 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: