Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Teatro - Temple Grandin: Il mondo ha bisogno di tutti i tipi di menti

Teatro San Paolo via ostiense 190, Roma, Italia
Google+

Roma, 13-14-15 giugno 2014, prodotto da Spazio Asperger ONLUS con l´autorizzazione ufficiale di Temple Grandin, un evento da non perdere sulla vita della donna autistica più famosa del mondo!

Sito ufficiale: http://www.spazioasperger.it/temple/

ore 21:00 - 22:30
Teatro San Paolo
via Ostiense 190, Roma (uscita metro San Paolo)
Biglietto 10,00 euro (acquistabile in sede), ingresso omaggio per i minori e per gli iscritti al convegno Tutti i Colori dello Spettro, che si terrà durante gli stessi giorni nella stessa sede

Con
Valentina Gaia,
Guendalina Tambellini,
Antonio La Rosa,
Claudio Zarlocchi
e la partecipazione nel ruolo della madre di Temple di Francesca Nunzi

Sceneggiatura e Aiuto Regia: Valentina Fratini, Regia video: Gabriele Galli, Regia: Claudio Zarlocchi, Scenografia: George Enache, Supervisione Costumi: Marco Maria della Vecchia, Grafica: Gloria Cavallini

Per informazioni: info@spaziasperger.it
Ufficio Stampa: Rocchina Cellia

Prima dello spettacolo dalle 8.45 alle 18.30 si terrà nella stessa sede il convegno - Tutti i Colori dello Spettro: Nuove prospettive di Intervento per la nuova definizione diagnostica di Spettro Autistico -

Lo spettacolo narra la storia di una delle persone Asperger più famose al mondo: Temple Grandin.
Dalla diagnosi di danno cerebrale ricevuta a 2 anni, allorché durante l´infanzia il medico suggerì a sua madre Eustacia di internarla in un istituto pensando che la bambina non avrebbe mai parlato, si passa al periodo della difficile formazione scolastica superiore e all´incontro con il professor Carlock che comprende come sfruttare a pieno la propensione di Temple al pensiero per immagini e il suo interesse per le trappole. Temple cresce e stiamo nel periodo trascorso nel ranch di zia Ann, dove la ragazza scopre il potere rassicurante della stringitrice per mucche che, in seguito, trasformerà nella famosa “macchina per gli abbracci” in grado di alleviare l´ansia per il difficile rapporto con gli altri a cui la obbliga il college.
Temple ormai adulta, incontra enormi difficoltà lavorando nell´ambiente maschilista dei ranch ma riesce a sfruttare la sua genialità nel capire il pensiero animale e nel progettare gli impianti di macellazione più umani e più efficienti che siano mai esistiti.

Temple ha ricevuto innumerevoli riconoscimenti internazionali, è autrice di numerose pubblicazioni ed è diventata una progettista di impianti per animali famosa in tutto il mondo. La Grandin oggi è professoressa associata dell´Università Statale del Colorado, tiene conferenze internazionali sull´autismo ed è stata inserita tra le 100 personalità americane più influenti di tutti i tempi.

Non è però il genio di Temple il nucleo di questo spettacolo, ma la sua umanità e la sua filosofia di vita: il suo rapporto con la vita e la morte, la sua difficoltà nella gestione di un´emotività diversa, le sue straordinarie capacità logiche, le sue problematiche fisiche accompagnate dall´alto senso dell´onore, la sua capacità di lottare -sempre- e la sua strenua difesa della dignità anche di chi è diverso, perché come dice lei stessa “il mondo ha bisogno di tutti i tipi di mente”.

Veniteci a trovare
dal 13 al 15 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: