Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Karuna Reiki- primo e secondo livello

Gendai Reiki Italia via Cesare Beccaria 7, Trieste, Italia
Google+

24-25 MAGGIO pirmo e secondo livello, 22 GIUGNO master

Karuna Reiki è un termine sanscrito, ma viene usato anche nello Zen, nel
Buddismo e nell‘Induismo; comunemente applicato a qualsiasi azione atta a
diminuire la sofferenza altrui, azione che potrebbe essere tradotta come
“Azione compassionevole”.
Tutti gli esseri sono una cosa inscindibile, infatti gli illuminati o
risvegliati spesso riportano la consapevolezza di questo fatto. Essendo noi
tutti uguali, è naturale voler estendere l’azione compassionevole di Karuna a
chiunque, senza distinzione di età, razza o sesso.
Aiutando gli altri ad evolversi e a guarire, aiuto ad elevare la vibrazione
energetica di tutti gli esseri, quindi anche la mia. Una volta raggiunta la
consapevolezza che siamo tutti un’unità, diviene chiaro che cosi come curo le
mie ferite, cercherò di aiutare i miei fratelli a curare le loro ferite, e non
solo per amore, ma perché è la cosa più logica ed esplicita da fare. Nella
tradizione Buddista viene inoltre spiegato che, per ottenere l’effetto giusto,
Karuna deve essere accompagnato da parjna o saggezza.
Karuna è anche la qualità che sprona e motiva tutti gli esseri illuminati, che
insieme lavorano con lo scopo di porre fine alle sofferenze della Terra. Essi
ci riversano ed inviano un flusso illimitato e continuo di energia di
guarigione e guida, ma purtroppo non tutti sono sensibili e recettivi a ciò.
Quando sviluppiamo Karuna in noi stessi, oltre ad aiutare gli altri, diventiamo
anche più recettivi al Karuna, che viene inviato da tutti gli esseri
illuminati, accelerando la nostra guarigione.
Infine, Karuna dà la possibilità di operare in stretta connessione con tutti
gli Esseri illuminati, sia quelli fisici che quelli spirituali.
Origine del metodo Karuna Reiki
Karuna Reiki logo

Il logo del metodo KAruna Reiki

Il metodo Karuna Reiki è stato ideato e sviluppato da William L. Rand. I
simboli sono stati canalizzati da diversi altri Master Reiki, fra i quali Marcy
Miller, Kellie-Ray Marine, Pat Courtney, Catherine Mills Bellamont e Maria
Abraham.
Alcuni dei simboli Karuna Reiki vengono usati in altri metodi, ma con un’
efficacia e una potenza minore. L’energia canalizzata nel Karuna ha una
vibrazione differente rispetto a quella del Reiki di Usui: molti praticanti di
entrambi i metodi affermano che l’energia Karuna è più potente. Inoltre,
aggiungono che l’energia viene percepita in modo molto più definito e che
lavora contemporaneamente su tutti i corpi energetici.
I partecipanti che prendono parte ai seminari Karuna Reiki riferiscono che
hanno la sensazione di essere circondati dall’energia e, nei trattamenti,
questa sensazione si estende anche alla persona sottoposta al trattamento
stesso.
Molti altri invece riferiscono di aver avuto, dopo l’attivazione al Karuna
Reiki, esperienze con i propri spiriti guida, con gli angeli guaritori e con il
proprio sé superiore, oltre a percepire la presenza guaritrice di altri esseri
illuminati.
Sono diventato Master di questo metodo un po’ per curiosità e un pò perchè
volevo ampliare le mie conoscenze Reiki, inoltre sentivo che questa ulteriore
esperienza mi avrebbe fatto fare altri passi in avanti lungo il mio percorso di
evoluzione.
Usando e integrando il Karuna nei trattamenti ho avuto modo di constatare che
è molto efficace, anche se non me la sento di affermare che è più potente dell’
altro: entrambi i metodi sono efficaci, bisogna solo scoprire con quale si
entra maggiormente in risonanza. Infatti, in realtà siamo noi che canalizziamo
l’energia. Il canale è fondamentale per trasmettere il reale potenziale che l’
energia emana. Dunque, direi che più che affidarsi alle potenzialità dei
metodi, bisogna puntare all’ampliamento delle proprie potenzialità. Tutte le
cose fatte con amore, consapevolezza e senso di responsabilità vanno bene.
Karuna Reiki sicuramente è un arricchimento stimolante per chi volesse ampliare
il proprio raggio d’azione. Per me è stata un’esperienza tangibile dal profondo
e che ha lasciato un messaggio indelebile d’amore, del quale auguro a tutti di
farne esperienza.
Karuna Reiki e la sua strutturazione

Karuna Reiki è strutturato in quattro livelli. Due di Operatore e due di
Master.
Al primo livello Operatore di Karuna Reiki possono accedere tutti coloro che
abbiano conseguito almeno il secondo livello del metodo Usui. Durante il
seminario di Operatore di primo livello di Karuna Reiki, lo studente verrà
iniziato a quattro simboli Karuna. Inoltre, gli verranno impartite tutte le
informazioni tecnico-didattiche sull’utilizzo degli stessi.
Il primo livello viene impartito in una giornata. Lo studente verrà iniziato a
quattro simboli.
I simboli Karuna Reiki di Operatore di primo livello sono:

ZONAR: si utilizza per guarire a livello cellulare, guarire le problematiche
legate alle vite passate, guarire gli abusi infantili, per invocare l’arcangelo
Gabriele;

HALU: si utilizza per guarire gli schemi mentali inconsci, guarire il sé
ombra, guarire le problematiche da abusi sessuali fisici, respinge attacchi
psichici e psicologici;

HARTH: si utilizza per guarire le relazioni, sviluppare buone abitudini,
guarisce dalle dipendenze, sviluppare l’azione compassionevole, contattare le
guide spirituali;

RAMA: si utilizza per guarire i chakra inferiori, schiarire la mente, pulire
una stanza dalle energie negative, armonizzare i chakra superiori con quelli
inferiori, indurre determinazione e capacità di portare a termine le cose;
manifestare gli obiettivi materiali, per concludere una seduta.
Karuna Reiki Simboli

Karuna reiki e i suoi simboli

Nel secondo livello Operatore lo studente verrà iniziato ad ulteriori quattro
simboli; inoltre gli verranno impartite tutte le informazioni tecnico-
didattiche sull’utilizzo degli stessi.
Solo dopo che lo studente abbia fatto pratica per alcuni mesi con i simboli e
tecniche di Operatore di primo livello, egli sarà in grado di accedere al
livello successivo.
I simboli Karuna di Operatore di secondo livello sono:

GNOSA: si utilizza per connettere il Sé superiore con il Sé inferiore,
migliorare la capacità di apprendimento, guarire la comunicazione, aumentare la
creatività;

KRIYA: si utilizza per il radicamento, per realizzare gli obiettivi, per
creare priorità, per guarire la razza umana;

IAVA: si utilizza per chiarificare la realtà, affermare il proprio potere,
guarire la co-dipendenza, guarire la consapevolezza della realtà, aaricare gli
obiettivi, guarire la terra;

SHANTI: si utilizza per portare pace, creare fiducia nella vita, guarire l’
insonnia, guarire la paura e il panico, manifestare i risultati migliori,
aumentare la chiaroveggenza.

Ai due livelli Master potranno accedere solo coloro che hanno conseguito il
Master nel metodo Usui.

Nel primo livello Master di Karuna Reiki lo studente verrà iniziato ai tre
simboli master Karuna più i quattro simboli Karuna di Operatore di primo
livello.

Nel secondo livello Master di Karuna Reiki lo studente verrà iniziato ai tre
simboli master Karuna più i quattro simboli Karuna di Operatore di secondo
livello. Ai Master di Reiki Usui che vogliono acquisire i due livelli Master
Karuna insieme, tutto il metodo potrà essere impartito in un’unica soluzione
prevedente tutti e quattro i livelli in un week end di tre giorni.
I simboli Karuna Master sono:

OM: si utilizza per purificare, proteggere, sigillare e stabilizzare l’aura,
aprire il chakra della corona);

DAI KO MYO TIBETANO: si utilizza per il respiro viola, iniziare le procedure
di iniziazione, durante i trattamenti per la guarigione spirituale.

SERPENTE DI FUOCO: si utilizza per collegare i chakra allo scopo di preparare
l’iniziazione, per collegare i chakra durante una meditazione o durante i
trattamenti.

Veniteci a trovare
dal 24 al 25 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: