Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

MOVIE STAR JUNKIES w/ ABOVE THE TREE & DRUM ENSEMBLE DU BEAT @ The Brambles Arts

The Brambles Arts Via La Petra Niedda 1, Santa Teresa Gallura OT, Italia
Google+

The Brambles Arts è felice di presentare :

- MOVIE STAR JUNKIES
w/
- ABOVE THE TREE & DRUM ENSEMBLE DU BEAT

Domenica 15 Giugno St@rt22.30

Circolo Culturale The Brambles Arts
Via La Petra Niedda 1 (Fraz.Porto Pozzo)
Santa Teresa Gallura (OT)
Sardinia, Italy


Info :

- leartidellemore@gmail.com
- 324 8383291


Maps :

- https://mapsengine.google.com/map/edit?mid=zTvXzmQuuUQ0.kianmdR-J6bY


Links :

- http://www.moviestarjunkies.com
- https://www.facebook.com/moviestarjunkies
- https://soundcloud.com/movie-star-junkies
- http://abovethetree.it
https://www.facebook.com/ABOVEtheTREEandDRUMensembleDUbeat
- http://abovedrumensemble.bandcamp.com/


BioS :

MSJ

Nati nel 2005 originariamente come duo e influenzati dalle sonorità di Birthday Party e Gun Club, i Movie Star Junkies iniziano ad esibirsi in giro per l'Italia utilizzando soltanto una batteria e un organo. Più tardi la line-up della band si sviluppa includendo due chitarre e un basso. Dopo il loro singolo di debutto, i MSJ pubblicano brani su diverse compilations e EP split con altre band, e si esibiscono in Francia, Croazia e Gran Bretagna (suonando di spalla, fra gli altri, a Jon Spencer Blues Explosion, Lost Sounds ecc.). Nel 2007 registrano una manciata di nuovi pezzi il cui suono rimanda chiaramente ai Scientists e ai Chrome Cranks, abbastanza da far capire quanto unica sia questa band all'interno del panorama musicale italiano. Sempre nel 2007 sono di nuovo in tour in Europa con una sassofonista che finisce per contaminare le strutture compositive della band con influenze free jazz.
All'inizio del 2008, dopo il completamento definitivo della line up si esibiscono con un set semiacustico, sotto l'influenza di band come i Radikal Satan e Il Gran Teatro Amaro.
Nello stesso anno pubblicano per la prestigiosa etichetta svizzera Voodoo Rhythm il loro primo LP, Melville, che include dodici intensi brani che parlano di amore, religione e naufragio, raccontate con piglio umorale e leggermente sinistro; un lungo viaggio senza tempo attraverso il lato oscuro della vita.
Il loro secondo lavoro, A Poison Tree, esce nel giugno 2010 e offre un'altra intensa e diabolica manciata di murder ballads sinistre e malate: canzoni rumorose e melanconiche, visioni alterate che si muovono fra la Santa Inquisizione e William Blake. Il loro live set si fa ancora più visionario, mostrando al pubblico una sorta di rock'n'roll marching band industriale del quattordicesimo secolo immersa in atmosfere claustrofobiche; una band che trascina sul palco, sera dopo sera, l'energia e la rabbia di un suono strano e familiare, di liriche arrabbiate e autodistruttive.
Da allora i Movie Star Junkies hanno girato l'Europa in lungo e in largo e sono sbarcati anche negli Stati Uniti per un tour di trentadue date che li ha visti di spalla a diverse fra le migliori band del momento: Thee oh Sees, The Lamps, Demon's Claws, Blank Dogs ecc. Hanno inoltre registrato un live per la prestigiosa emittente newyorkese WFMU.
Con il nuovo album in uscita,” Son Of The Dust “, i Movie Star Junkies guidano l'ascoltatore dentro un sound più evoluto, trasformatosi in un songwriting più completo che mai, ispirato da Neil Young, Leonard Cohen e da certe sonorità rhythm’n’ blues dei primi anni settanta. L'album, registrato in una vecchia stalla del cuneese, è stato pubblicato dalla Outside Inside Recordings nel Marzo 2012. Nel Settembre dello stesso anno la prestigiosa Rough Trade Distribution ristampa “Son of the Dust” in versione cd e si incarica della distribuzione mondiale dello

Tocca ora a “Still Singles”, nato dalla collaborazione tra Wild Honey Records, Jacob Records e la francese Beast Records che raccoglie la miriade di perle e rarità seminata negli anni dalla band.


ATT&DEDB

CAVE_MAN è il nuovo disco di Marco Bernacchia aka ABOVE THE TREE.
L'album è caratterizzato da una nuova collaborazione che lo vede ora mettersi alla prova con il DRUM ENSEMBLE DU BEAT, duo percussivo composto da Edoardo Grisogani ed Enrico “Mao” Bocchini.
Il suono prodotto dal trio si propone come evoluzione del precedente capitolo discografico (l'apprezzato “WILD”, registrato e composto con E- SIDE e pubblicato da Locomotiv Records nel 2012) e nasce dall'intreccio tra l’elettronica di Grisogani, i particolarissimi arrangiamenti ambient alla voce/chitarra di Bernacchia e le percussioni di Enrico “Mao” Bocchini, per svilupparsi in un mix dal forte sapore contemporaneo a metà tra trance-music e neotropicalismo.
CAVE_MAN si propone così come una lettura occidentale dell'immaginario (e in questo caso immaginato) mondo tropicale, un lavoro in bilico tra musica etnica tradizionale/rituale e dance floor music. Un viaggio di popoli lontani che silenziosamente si appropriano di un territorio sconosciuto prima di essere vinti e cancellati dalla storia.

DRUM ENSEMBLE DU BEAT sono: Enrico “Mao” Bocchini e Edoardo Grisogani.
Il disco è stato registrato in analogico da Maurizio Abate presso l’ARGO lab di Gorla Minore, ad eccezione delle percussioni di “Mao” e di alcune sovraincisioni, registrate da Roberto Villa presso il Visuela recording studio di Predappio.
Hanno collaborato, suonando sul disco:
Roberto Villa, sax su “People From the Cave”
Glauco Salvo, banjo su “Down-wind Song”
Nicola Manzan che ha arrangiato gli archi su “End of Era”.
Le voci di nativi americani della traccia “Black Spirits” sono tratte dalla cassetta “Kiowa: forty-nine & round dance songs” edita da Canyon Records nel 1972.
Il mixaggio ad opera di Maurizio Abate è stato realizzato presso lo studio “OUTSIDE INSIDE” di Montebelluna.
Il mastering è stato curato da Filippo Strang presso lo studio VDSS recording di Frosinone.

Veniteci a trovare
dal 15 al 16 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: