Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

I decartages di Serena Ciai in mostra a Villa Fidelia

Villa Fidelia, Spello Spello PG, Italia
Google+

I nuovi decartages di Serena Ciai saranno in mostra a Villa Fidelia di Spello nell’ambito de “I Giorni delle Rose”, mostra-mercato dedicata alla Rose che si svolgerà nei giorni 31 maggio e 1 e 2 giugno. Parafrasando Fabrizio De André in Via del Campo è nata l’idea dell’uso del significativo aforisma “dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono fiori” ad intendere un riferimento al mondo poetico del cantautore genovese, ma anche ad un’idea del quale più o meno inconsciamente è stato iniziatore. Solo, infatti, a distanza di anni dalla sua morte, si è cominciato a parlare di riciclo, di riutilizzo, di materia di scarto che avrebbe potuto essere usata per dar vita a nuovi prodotti. Il concetto è profondo e prende avvio dall’idea della sostenibilità dello sviluppo, vale a dire dalla consapevolezza che le risorse del pianeta non sono infinite e che pertanto l’uomo è obbligato ad escogitare sistemi di riduzione dei consumi e contestualmente di riciclo delle materie già utilizzate. In questo senso l’idea di un’ecologia dei mobili, delle suppellettili, di tavoli, sgabelli, librerie ispira l’idea “Dai diamanti non nasce niente, dai fiori nascono mobili”. E’ insita nell’arte di Serena Ciai questa prassi che passa da vecchi mobili che tornano a nuova vita attraverso i suoi decartages, reinterpretandoli, rifinalizzandoli a nuove funzioni e collocazioni. In questo caso il riciclo e la nuova funzione degli splendidi decartages si arricchisce di un ulteriore elemento estetico con l’uso dei fiori, estrapolati dal loro contesto naturale, per una ricollocazione funzionale sui mobili e le suppellettili anche all’insegna di un arredare artistico en plein air. Fiori dalle splendide forme e irresistibili colori sono stati fotografati da Claudio Bianconi nei più disparati scenari naturali e sono stati riprodotti sulle bellissime e pregiate carte che Serena usa per i suoi lavori. Ne è scaturito mobilio che spicca per originalità, un’alchimia che prende spunto direttamente dai colori dall’arcobaleno per stabilire un contatto diretto tra cielo e terra e pensare così di farne forme di arredo in casa propria. All’insegna dell’ecosostenibilità, del riciclo e non dimenticando che “dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono fiori”, ovvero che “dai fiori nascono mobili”.

Veniteci a trovare
il 31 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: