Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Rassegna di Cantautori Siciliani al T.M.O

Tmo-Teatro Mediterraneo Occupato via Martin luther king, Palermo, Italia
Google+

Cinque giorni ricchi di buona musica al Teatro Mediterraneo Occupato !

28 - 05 - 2014 Sara Romano

29 - 05 - 2014 Toti Poeta e Mimì Sterrantino

30 - 05 - 2014 GILL

31 - 05 - 2014 Davide Di Rosolini II

1 - 06 - 2014 Roberta Gulisano

BIOGRAFIE:

* SARA ROMANO: Nata a Palermo nel 1985, ha cominciato la sua attività di cantante e musicista nel 2006 occupandosi di musica popolare, una passione sempre alimentata sin dall'infanzia, e folk del Mediterraneo. Ha continuato il suo percorso esibendosi con frequenza nei palchi dell'isola e dell'Europa con progetti musicali di varia tipologia, dall'irlandese, dal barocco-classico al country folk. Nel 2009 decide di far uscire dal guscio le sue canzoni, creando il progetto DUIN, una band di 5 elementi che ha fruttato premi e soddisfazioni artistiche riconosciute da varie riviste di settore. Nel 2012 parte per gli Stati Uniti dove viene ospitata nel programma radiofonico GreenFestival di Asheville, North Carolina, e affronta un mini tour solista di tre date tra Atlanta, Georgia, e Asheville stessa, nel quale sperimenta nuovi arrangiamenti acustici per i suoi pezzi e per cover di tradizione italiana e sud-americana cantautoriale. Nel 2013 la cantautrice comincia un progetto solista e a dicembre dello stesso anno lancia il suo primo EP, La parte migliore, che immediatamente attira l'attenzione e coinvolge con le sue sonorità particolari.


* TOTI POETA è un cantautore siciliano classe 1980. Fa il suo esordio nel 2006 pubblicando l'omonimo TOTIPOETA, con il quale si presenta al pubblico ottenendo ottime critiche e con cui partecipa a numerosi festival estivi. Due anni dopo, ad aprile 2008, tocca poi a LO STATO DELLE COSE, pubblicato da Malintenti Dischi e distribuito da Jestrai, confermare Toti come uno dei cantauotri emergenti più interessanti in circolazione. Il disco ottiene il risultato sperato, conquistando nuovamente critica e pubblico. Nel 2009 Toti produce artisticamente “Ora ti ho" (Malintenti Dischi/Picicca Edizioni), del cantautore Oratio e il primo singolo di Nicolò Carnesi, collaborando poi attivamente alla produzione dell'album "Gli eroi non escono il sabato". A dicembre 2010 pubblica la canzone "Faccio di tutto" a sostegno della campagna referendaria per l'Acqua pubblica, mentre a maggio del 2011 esce il 45 giri AL DI SOPRA DI ME che anticipa l'uscita del nuovo full lenght prevista per l’anno successivo. A maggio del 2012, infatti, vede la luce il terzo lavoro in studio del musicista siculo, intitolato L’ORA DI SOCIALITA’ e prodotto dallo stesso Toti. L’ora di socialità è il momento in cui i matti escono dai reparti e si ritrovano nel cortile dell’istituto di detenzione; lo sguardo del cantautore si sposta quindi dalla sfera del personale per affrontare, in dieci pezzi, tematiche sociali che hanno segnato l’Italia di questi ultimi anni.

* MIMI' STERRANTINO: Nasce sulla sponda di un ghiacciato fiume della Svezia del nord, ma solo dopo due
mesi si trasferisce sulla calda costa della Sicilia orientale per la precisione a 550 metri
dal mare a Castelmola. Cresce tra farina ,odore di legna bruciate a 200
gradi,ginocchia sbucciate ,palloni scomparsi nei burroni e soprattutto musica. Sin da
bambino viene invogliato a volte anche costretto a cantare e ad esibirsi nelle recite
scolastiche delle elementari. All´etá di undici anni impugna la chitarra seguito
pazientemente dal padre ,cantante di musica folk.
Il primo lavoro discografico arriva nell´estate del 2012 e
prende il nome dalla canzone "Spengo il televisore",ed è un chiaro invito alla
popolazione di spegnere la cattiva scatola imbambolatrice. Lo accompagnano "Gli
Accusati",pacifici musicisti prigionieri della musica. Nel frattempo si dedica alla
campagna,a risanare una terra che soffre l´abbandono e si fa soddisfare dal silenzio
con cui le piante e gli alberi lo ringraziano.

*GILL: Gianluca Gilletti, catanese, classe 1981, la forma canzone lo forma. Una produzione impulsiva ed eterogenea di centinaia di canzoni lo costringe ad indagare sul rapporto della musica con la poesia. Laureato in Filologia Moderna, mette in discussione accademica "Le canzoni della cattiva coscienza". Autore di musica leggera, sceneggiatore,scrittore e ideatore di “contenitori sperimentali” a metà strada tra e la canzone d'autore e il teatro dell'assurdo. Dopo le esperienze del Premio Bindi e del Musicultura con il progetto “Gill&co.” dove presenta il suo disco d'esordio “Caro petrolio” nel 2013 con il brano “La Trattativa”, viene selezionato dal concorso nazionale “Musica vs le Mafie”. Questa canzone sancisce per GILL il debutto da solista, insieme ad uno spettacolo nuovo, ipnotico e intimista e con un nuovo album, registrato con macchinari analogici da “museo della scienza” negli studi di Giacomo Fiorenza, miglior produttore artistico del 2013.
Gill scava in profondità per offrire una disarmante istantanea del suo universo di piccolo provinciale dalle velleità cosmopolite, di vagabondo colto ed insofferente.
Dall’oscurità della solitudine alla mafia, dalle aberrazioni del web alle urne elettorali, il disco porta in rassegna le suggestioni di un viaggio ideale nella cronaca e in se stessi. In compagnia di Piero Ciampi, Luigi Tenco, Giovanni Lindo Ferretti, Giacomo Leopardi, Cletto Arrighi, Stefano Benni.
Amici immaginari, incontrati per caso.


* DAVIDE DI ROSOLINI:
http://www.davidedirosolini.com/biografia.htm


* ROBERTA GULISANO: Siciliana dalla vena ironica e poetica, muove i suoi primi passi nel mondo della musica folk e successivamente intraprende gli studi accademici in musica jazz. Il suo variegato percorso musicale, iniziato nel 2006, la porta a miscelare mondi musicali diversi, in cui l'anima folk e la mente jazz si sposano in modo frivolo e brillante, muovendosi sempre da contrappunto a una penna sagace ed espressiva, cinica e vagamente strafottente.
Dal repertorio della Balistreri, ai festival di musica popolare, in cui si esibisce con diversi artisti del panorama siciliano, passando per diverse collaborazioni con piccole compagnie teatrali, approda negli anni ad importanti collaborazioni, tra cui – nel 2008 - l' apertura del concerto di Carmen Consoli, i Lautari e Alfio Antico, a Cinisi, in occasione del trentennale dalla morte di Peppino Impastato, e – nel 2011 – una partecipazione all'interno dell' album Beddu Garibbaldi del cantautore Mario Incudine, edito da Finisterre, con la produzione artistica di Ambrogio Sparagna. Nel parallelo percorso jazzistico, incontra - nel 2010 - l'importante collaborazione di Loris e Alberto Amato, dell'Amato Jazz Trio, presenti nelle prime sessioni di registrazione del suo disco d'esordio, “Destini coatti”, uscito nel Novembre scorso.
Il 2010, anno di debutto come cantautrice, la vede tra le finaliste del VI Premio Bianca D'aponte, dove, con il brano Troppo profondo per le ventitré, si aggiudica la Targa Siae per il miglior testo. Nel Dicembre dello stesso anno, porta la sua firma il brano vincitore della Terza Edizione del Premio World Music Andrea Parodi. Nel 2011 accede alle semifinali della XXII ed. di Musicultura, con ottime recensioni della critica. Nel 2012 è finalista della terza edizione di Musica da Bere e della settima edizione del festival Botteghe d'autore, e si riconferma miglior autrice all' VIII Premio d'Aponte. Nel luglio dello stesso anno, firma la colonna sonora del cortometraggio “Liberi tutti”, del regista Benedetto Pace, fra gli otto film selezionati per la finale del Giffoni Film Festival. Nel 2013 e' finalista all' 1MFestival e vince il premio per il miglior testo al Sonicafest.
Dallo scorso Novembre e' in tour per la presentazione del suo primo disco, “Destini Coatti” (disponibile sui maggiori digital stores). Nell'Ottobre 2013 e' prevista l'uscita di un nuovo singolo: “Peli indifferenti”, brano scritto per la seconda edizione del progetto “Anatomia Femminile”, di Michele Monina e Zoe Vincenti.
Circondata da musicisti dalla grande verve, energica e spontanea, dimostra che il palco è il suo habitat naturale, regalando vibrazioni e concedendo spunti di riflessione al di fuori della retorica e della banalità, raccontando un mondo contemporaneo al femminile malato di imperfezione.

Veniteci a trovare
dal 28 maggio al 1 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: