Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Space “in between”

Politecnico di Bari Via Orabona, 4, Bari, Italia
Google+

Workshop / Space “in between”
Laboratorio di immaginazione urbana/Gruppo di Progettazione Comune Ex Caserma Rossani

PERCHE' UN WORKSHOP SULL'AREA ROSSANI? La richiesta nasce dall’esigenza di approfondire un argomento fortemente legato alle dinamiche urbane all’interno delle quali l’intera città di Bari si sta muovendo in vista di un modello di “città metropolitana”; si tratta, infatti, di un importante processo di rivoluzione urbana al quale stiamo assistendo. Partendo da questo presupposto abbiamo pensato di offrire all’intera popolazione studentesca un valido strumento di analisi di questo processo. La riqualificazione delle aree dismesse è un tema fortemente legato ai temi dell’urbanistica contemporanea, la progettazione a scala urbana e la distribuzione dei servizi e degli spazi pubblici coinvolge sempre con più entusiasmo i cittadini e soprattutto gli studenti che si apprestano allo studio dell’urbanistica. Il futuro dell’area Rossani è stato negli ultimi anni molto discusso all’interno del panorama barese, tanto da portare il tema della riconversione degli spazi cittadini al centro di numerose lezioni di architettura e urbanistica nel nostro Ateneo, perciò approfittando della competenza dei Relatori interni ed esterni al Politecnico, ci si riserva la capacità di organizzare il progetto a costi molto contenuti. Uno degli aspetti più interessanti del progetto è quello di voler immaginare un piano per la città futura, un progetto che unisca le competenze acquisite nel corso dei seminari organizzati e la creatività dei partecipanti all’interno del workshop, il tutto finalizzato alla ricerca di nuove soluzioni urbane. Il progetto, infatti, si articola in due fasi: la prima dedicata alla comprensione del problema, sviluppata attraverso un ciclo di seminari, la seconda dedicata alla progettazione vera e propria che si svolgerà sotto forma di workshop.

Programma

Attività seminariale
L’attività seminariale intende da un lato ripercorrere le esperienze progettuali di rigenerazione urbana che riguardano i nuovi scenari emersi dal concorso “Bari Centrale” con un particolare focus sugli interventi nell’area. Inoltre ci si propone di organizzare una lezione sul tema del riuso di manufatti architettonici dismessi ripercorrendone alcuni interventi significativi sperimentati nella città contemporanea. Alla attività seminariale parteciperà il Laboratorio di Progettazione Comune dell’Ex Caserma Rossani con l’intento di integrare questa attività a quelle già incorso nell’Ex Caserma Liberata.

Workshop

Il workshop si inserisce nell’esperienza avviata dal gruppo di Progettazione Comune dell’ex Caserma Liberata che parte dal basso e coinvolge tutta la cittadinanza, aderendo alle linee guida in esso sviluppate:

Principi del gruppo di lavoro sulla Progettazione Comune dell’Ex Caserma Liberata

• La Caserma Rossani è un Bene Comune Indisponibile. In quanto tale è esclusa da ogni messa a valore economica, forma di lucro o speculazione, né può essere considerata merce in qualsivoglia scambio. Il suo valore d’uso e la sua destinazione consistono nella continua creazione e soddisfazione dei bisogni e dei desideri delle persone.
• Il gruppo che si occupa di Progettazione Comune nasce e si sviluppa nell’autorganizzazione e intende essere, come ogni gruppo di lavoro, strumento di interazione tecnica e critica con i progetti e le attività che si propongono e si attuano* all’interno dell’Ex Caserma Liberata, sostenendoli nella costruzione di una progettualità di più largo respiro e in continuo divenire.
Tale progettualità si sviluppa a partire dai processi già in atto all’interno dell’Ex Caserma: si propone un progetto o un’attività in assemblea di gestione (lunedì sera, ore 20.30, sempre aperta a tutte e tutti) e, se questa viene accolta, si forma un gruppo di lavoro, con una propria assemblea. Il gruppo di lavoro continuerà a essere presente in assemblea di gestione, condividendo con tutte/i le proposte elaborate. Il gruppo di Progettazione Comune si incontrerà con il gruppo di lavoro, recependone i bisogni e condividendo la strutturazione di una progettualità.
• La biosfera dell’Ex Caserma Rossani è un Bene Comune indisponibile, va tutelata e incrementata in continuità con l’esistente.
• È prioritario proteggere l’Ex Caserma Liberata da ogni tentativo di cementificazione e dall’utilizzo del sottosuolo. Il recupero degli edifici esistenti avviene secondo criteri di sostenibilità e eco-compatibilità. Gli spazi saranno progettati in modo da garantirne la maggiore versatilità in modo da rispondere al divenire dei bisogni e dei desideri delle persone.
Gli spazi saranno progettati in modo da garantirne la maggiore versatilità in modo da rispondere al divenire dei bisogni e dei desideri delle persone.
• Per recepire in maniera sempre più allargata i bisogni e i desideri della città, il gruppo si impegna a confrontarsi costantemente con il quartiere e la città. La partecipazione al gruppo è aperta a tutte/i coloro che intendono impegnarsi nella costruzione di questo progetto, condividendone i principi.
• Questa progettazione merita e deve avere i fondi pubblici destinati alla Rossani, ma la sua esistenza non è ad essi vincolata: la riqualificazione è già in atto e continuerà grazie all’impegno e al contributo delle persone che vi partecipano, attraverso un virtuoso processo di cooperazione sociale.

Il workshop intende, alla luce di questi propositi, stimolare l’immaginario collettivo attraverso elaborati grafici e manufatti architettonici che possano essere materiale a supporto dell’iniziativa del laboratorio ed alimentare il dibattito pubblico che attraversa una fase di grande fermento; il progetto diventa un’occasione per individuare le potenzialità del luogo,un percorso cognitivo che non si traduce in un semplice progetto scolastico e accademico,ma individua innanzitutto le domande che sottendono al punto interrogativo rappresentato dal futuro dell’area.
L’obiettivo dell’iniziativa parte da alcune osservazioni preliminari sullo spazio Caserma Rossani e sul carattere che assume in relazione all’intero panorama cittadino: il recinto che delimita gli 80’000 mq dell’area è l’ambito di indagine principale dell’area. Il muro infatti si propone in questo caso,nella sua accezione paradossale di racchiudere lo spazio e garantirgli un’autonomia e un’identità specifica e al tempo stesso, proprio in virtù di questo limite, di offrire una prospettiva di libertà all’area rispetto al contesto urbano che esclude. Pensiamo al termine che “paradiso” deriva dall’arabo “paradeiza” ed indicava , nell’immaginario comune, un “giardino delle meraviglie” delimitato da un recinto.
La sfida è quella di provare a ipotizzare il futuro rapporto tra esterno e interno, tra la città e questo spazio “intermedio” secondo un processo che assomiglia a quello dell’osmosi cellulare: uno scambio che avviene attraverso una membrana e che livella il diverso gradiente di concentrazione tra una cellula e l’altra.
Determinante sarà l'approccio nei confronti degli spazi vuoti, matrice fluida della cellula, capaci di trattenere le aree verdi e quelle costruite, all'interno dei quali si tracciano le connessioni e i percorsi.
Per fare questo si propongono alcuni temi di discussione per i tavoli di lavoro, che funzionino da input progettuali:

- Il verde e il percorso : riconoscere le potenzialità e le gerarchie spaziali dei vuoti interni e identificare possibili sistemi di collegamento interni;

- Il muro: individuarne potenzialità espressive e comunicative, riflessioni sul duplice rapporto che stabilisce con l’interno e con l’esterno;

-Strategie di riuso: reinvenzione degli scarti urbani all’interno dell’area attraverso azioni di
microintervento e macrointervento; ipotesi di destinazioni d’uso versatili dei fabbricati

-Design d’azione: creazione di manufatti architettonici utili all’arredo dello spazio interno e immediatamente esterno alla caserma; azioni creative volte a una riappropriazione dello spazio.

Sono invitati a raccontare le proprie esperienze giovani progettisti dello scenario regionale e nazionale, implementando le giornate di workshop con piccole conferenze aperte.

Iscrizioni

La partecipazione al workshop è gratuita ed è aperta a tutti. L’iscrizione al workshop da parte di chiunque intenda partecipare alla totalità degli eventi è necessaria alla creazione di gruppi di lavoro che diano continuità al workshop stesso senza però precludere in alcun modo la partecipazione saltuaria di chiunque altro.
Per procedere all’iscrizione si prega di inviare una e-mail all’indirizzo lab.immaginazioneurbana@gmail.com contenente le seguenti informazioni:

-Nome e Cognome *
-Corso di laurea
-Numero di Matricola
-Anno in corso

*informazioni nececessarie

Cronoprogramma

1° giorno (Politecnico di Bari- Aula Magna) 26 Maggio 2014

Mattina:
Visita all’Ex Caserma Rossani con i relatori e i partecipanti.
Suddivisione dei gruppi di lavoro

Pomeriggio:
Presentazione del progetto “Space in Between”
Intervento del relatore sul tema “ Caserma Rossani: “Ieri e Oggi”
Prof. Arch. A. Cucciolla
Intervento del Laboratorio di Progettazione Comune avviato nell’Ex Caserma Rossani Liberata
Intervento della relatrice sul tema: “Strategie di Riuso”- Prof.ssa Arch. A. Calderazzi

2° giorno (Cinema dell’Ex Caserma Rossani) 27 Maggio 2014

Mattina:
Lezione: (Metamor) LUA (Laboratorio urbano aperto) : “L’esperienza della progettazione partecipata”
Xscape
Arch. Francesco Vurchio “In tessere: Premio Maggia 2013”
Nicola Signorile

Pomeriggio:
Workshop (Laboratorio dell’Ex Caserma Rossani)

3° giorno (Cinema dell’Ex Caserma Rossani) 28 Maggio 2014

Mattina:
Lezione: Prof. Arch. M. Beccu “La dilatazione dello spazio sociale: due progetti”
Prof.ssa Arch. F. Calace
Prof. Arch. L. Pietropaolo

Pomeriggio:
Workshop (Laboratorio dell’Ex Caserma Rossani)

4° giorno (Cinema dell’Ex Caserma Rossani) 29 Maggio 2014

Mattina:
Lezione: LAN “Esperienze di autocostruzione”
Small (Soft metropolitan Architecture and Landscape lab)
Prof. Arch.D.Pastore: “Un punto di vista sui Luoghi"

Pomeriggio:
Workshop (Laboratorio dell’Ex Caserma Rossani)

5° giorno (Ex Caserma Rossani) 30 Maggio 2014
Workshop (Laboratorio dell’Ex Caserma Rossani)
Mattina:
LAN “Esperienze di autocostruzione”

Pomeriggio: Autocostruzione.
IL PROGRAMMA E’ IN CONTINUA FASE DI AGGIORNAMENTO E POTREBBE SUBIRE LIEVI MODIFICHE

Veniteci a trovare
il 26 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: