Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Il 25 maggio vota CHINNICI-BARBARGALLO-FIANDACA per le europee

Sicilia, Italy Messina ME, Italia
Google+

Giorno 25 maggio sbarra il simbolo PD e vota per CHINNICI-BARBARGALLO-FIANDACA
Ecco come votare:
http://imageshack.com/a/img843/2554/48o40.jpg
********************************************************
di seguito una breve descrizione dei 3 candidati:

- Caterina Chinnici (Palermo, 5 novembre 1954) è un magistrato italiano, capo del Dipartimento per la giustizia minorile del ministero della Giustizia dal 2012

E' figlia del giudice Rocco Chinnici, assassinato dalla mafia nel 1983. Laureatasi in giurisprudenza a 21 anni, entra in magistratura nel 1979. Diviene pretore prima di Asti e poi di Caltanissetta. Dopo alcuni anni al ministero, nel 1993 è sostituto alla procura generale della corte d'appello di Caltanissetta. Nel 1995 è nominata procuratore della Repubblica presso il tribunale per i minori di Caltanissetta e vi resta fino al 2008.
Nel 2008 è procuratore della Repubblica presso il Tribunale per i minorenni di Palermo.
stata assessore regionale in Sicilia ed è attualmente capo del dipartimento Giustizia Minorile presso il Ministero della Giustizia

- Giovanni Barbagallo (Trecastagni, 1º giugno 1952) è un politico italiano, parlamentare europeo del PD.


Laurea in pedagogia (6.12.1977).

Capo area ufficio personale AMT Catania.

Incarico di dirigente CISL (1970).

Consigliere comunale a Trecastagni (1979); consigliere alla Provincia regionale di Catania (1985-1993); assessore alla Provincia regionale di Catania (1985-1990).

Deputato all'Assemblea regionale siciliana (1996-2012); capogruppo del Partito popolare italiano; vicecapogruppo del Partito democratico.

Dirigente dell'Azione cattolica; pubblicazione di tre volumi; "A costo della libertà" (editrice Città Nuova), "La Sicilia tra crisi e speranza" (Effatà editore) e "La Sicilia che verrà" (Greco editore).

- Giovanni Fiandaca (Palermo, 6 ottobre 1947) è un giurista italiano e tra i maggiori studiosi di diritto penale e del fenomeno mafioso.

Fiandaca è professore ordinario di diritto penale presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università di Palermo dal 1982. Ha iniziato la sua carriera accademica presso l'Università di Catania come docente di diritto penale dell'economia e, più di recente, ha insegnato presso l'Università Kore di Enna e la Scuola di Specializzazione per le professioni legali "G. Scaduto" di Palermo.

È stato componente laico prima del Consiglio Superiore della magistratura militare e successivamente (1994-1998) del Consiglio Superiore della magistratura ordinaria.

Dal 1998 al 2001, nominato dal guardasigilli Oliviero Diliberto, è stato Presidente della Commissione ministeriale di studio per il riordino e la riforma della legislazione in materia di criminalità organizzata.

Nel 2002 ha contribuito alla nascita di un movimento cittadino, rinominato dalla stampa "dei professori", su temi della legalità e dello sviluppo e nell'ultimo triennio è stato vicepresidente dell'Associazione Italiana dei Professori di Diritto Penale.

È stato componente della Commissione Ministeriale Pisapia per la riforma del Codice Penale (2006).

Dal 2007 è Direttore del Dipartimento di Studi Europei e dell'Integrazione Internazionale DEMS dell'Università degli Studi di Palermo e coordinatore scientifico di diversi progetti di ricerca finanziati dall'Unione Europea.

Nel triennio 2008-2011 è stato componente del Comitato Scientifico del CSM per la formazione professionale dei magistrati.

Dal 2012 è direttore del Master in diritto e processo penale presso l'Università telematica Pegaso di Napoli.

Da giugno 2013 è presidente della Commissione istituita presso il Ministero della Giustizia per elaborare una proposta di interventi in tema di criminalità organizzata.

È autore insieme a Enzo Musco di un manuale di diritto penale in quattro volumi, assai diffuso nelle sedi universitarie italiane, e di numerosi lavori monografici su diversi argomenti del diritto penale. Da più di vent'anni coordina la parte penale della nota rivista Foro Italiano e collabora con diverse testate giornalistiche nazionali.

Fra i suoi ultimi scritti, La mafia non ha vinto. Il labirinto della Trattativa. (con S. Lupo, Ed. Laterza, 2014), nel quale analizza con sguardo critico l'impostazione giuridica del processo relativo alla cosiddetta trattativa Stato - mafia.

Nell'aprile 2014, diversi esponenti del Partito Democratico hanno chiesto al docente palermitano di candidarsi nella lista del PD nella circoscrizione Sicilia-Sardegna alle elezioni europee del 25 maggio.

Fiandaca ha preso una pausa di riflessione, al termine della quale ha accettato di candidarsi alle elezioni europee per il PD.

Veniteci a trovare
il 25 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: