Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

UMANITA' BESTIALE

Villa Wassermann Giavera del Montello TV, Italia
Google+

Compagnia Nextage Dancetheatre presenta: UMANITA' BESTIALE

Gruppo Nextage Dancetheatre, con la partecipazione di Monica Biasin e Officina DANZA di Chiara Vecchiato

La performance “Umanità Bestiale” nasce dalla collaborazione di tre danzatrici e coreografe: Angela Lattanzio, Monica Biasin e Chiara Vecchiato, ed è anche frutto delle idee nate durante i laboratori con le allieve. La maggior fonte di ispirazione è stata la musica di Teho Teardo, in particolare quella nata in relazione a un libro di fotografie di Charle Frege dedicato “all’uomo selvaggio”. Si tratta di una tradizione antichissima, in cui la trasformazione dell’uomo in bestia avviene attraverso riti di vita e di morte, celebrazione delle stagioni e cicli dei raccolti. L’uomo così trasformato si vestiva di pelli, pelo, corna ed ossa, diventando selvaggio, metà uomo e metà animale. Abbiamo costruito una traccia che passa dal “non uomo” di “HUMAN ATOM” alle forme primordiali di creature acquatiche ed in seguito alle forme vegetali, alle bestie con corna, scimmie, uccelli, fino alla lotta di esseri metà uomini e metà animali, per ritrovare l’uomo e la sua storia. Partendo da una visione iniziale che è l’epilogo della storia, vorremmo condurre lo spettatore a compiere un viaggio attraverso questi luoghi e tempi che hanno fatto da scenario all’evoluzione della specie umana.
“… e nell’oscurità apparvero le stelle, in numero infinito, e la loro luce era come quella di tutti gli Dei riuniti. E con le stelle venne anche una musica, la cui bellezza era tale che le foglie degli alberi gridarono di meraviglia. E in quel momento le anime degli uomini si dipartirono da essi e volarono verso le stelle, e i loro corpi abbandonati divennero simili a quelli delle stelle.”
Da “Notturno” di Asimov Silverberg

“L’uomo bestia, il predatore innato portatore di distruzione che abita la psiche di tutte le donne e le separa dalla loro intuitiva, lasciandole indebolite, fragili, incapaci di andare avanti, è una forza che va controllata, e per far questo è necessario che le donne restino in possesso di tutti i loro poteri istintuali tra cui: l’introspezione, l’intuito, la resistenza, l’amore tenace, la lungimiranza, l’udito sottile, la capacità di cantare sui morti e tendere ai propri fuochi creativi”.
Da “donne che corrono coi lupi” di Clarissa Pinkola Estès

“… gli automi battezzati, ma senza nome, e con in prestito dall’umanità ogni cosa, meno l’umanità”.
Da “Cronache marziane” di Ray Bradbury.

Veniteci a trovare
il 31 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: