Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

ALIENS le forme alienanti del contemporaneo - Ferrara

Casa Di Ludovico Ariosto Ferrara FE, Italia
Google+

ALIENS
le forme alienanti del contemporaneo

Casa di Ludovico Ariosto
via ludovico ariosto, 67
FERRARA

PRESENTAZIONE ALLA STAMPA 04/06 - ore 11.00
presso la Sala Arengo del Municipio di Ferrara

inaugurazione 07.06
ore 18.00
Orari: feriali
10.00 - 12.30
16.00 - 18.00
Chiuso lunedì
Ingresso gratuito

Tel. 0532/244949
fratturascomposta.it
info@fratturascomposta.it


A PER ALIENAZIONE

alienazione /aljena’tsjone/ s. f. [dal lat. alienatio -onis]. - 1. (giur.) [trasmissione ad altri di una proprietà o di un diritto] ˜ cessione, trasferimento, vendita, acquisizione, *acquisto, *compera. 2. (med.) [stato di grave compromissione delle facoltà mentali] demenza, follia, infermità mentale, pazzia, paranoia, psicosi, schizofrenia. 3. (filos., soc.) [estraniamento da sé stessi] estraneità, estraniazione, straniamento. ? avvilimento, demotivazione, disagio, frustrazione, mortificazione, prostrazione. ? coinvolgimento, integrazione, partecipazione. ? appagamento, realizzazione, soddisfazione.
[da Treccani, Enciclopedia italiana]

Herbert Marcuse inizia l’uomo a una dimensione, forse la sua opera più importante, affermando che:
«Una confortevole, levigata, ragionevole, democratica non-libertà prevale nella civiltà industriale avanzata, segno del progresso tecnico ». L’uomo a una sola dimensione è l’individuo alienato della società attuale, è colui per il quale la ragione è identificata con la realtà in un rapporto di consenso/assenso che non prevede altri possibili modi di essere al di fuori del sistema in cui vive.
Il sistema tecnologico ha inferto un colpo dritto al cuore di quegli organi mentali che permettono di riconoscere contraddizioni e alternative. Semplice, quindi, far apparire razionale ciò che è irrazionale e confondere l’individuo con un frenetico mondo irraggiungibile tanto quanto a portata di mano.
Tutto fila, il gioco è fatto. Eppure... « Non tutto quel ch’è oro brilla, Né gli erranti sono perduti; Il vecchio ch’è forte non s’aggrinza, Le radici profonde non gelano.
Dalle ceneri rinascerà un fuoco, L’ombra sprigionerà una scintilla; Nuova sarà la lama ora rotta, E re quei ch’è senza corona. »
[Bilbo Baggins ne Il Signore degli Anelli di J. R. R. Tolkien]
Non risulta così tanto semplice mettere a tacere la contraddizione di fondo che informa la società tecnologica, potenzialmente in possesso dei mezzi atti a soddisfare i bisogni umani e al tempo stesso regolata da una politica conservatrice che nega l’appagamento dei bisogni primari e stordisce la popolazione inculcando falsi desideri e appagando bisogni fittizi.
Anche «il mondo di un’opera d’arte è una realtà fittizia. E’ “irreale” nel senso comune della parola. Ma è “irreale” non perché sia meno, ma perché è più reale oltre che qualitativamente “altro” rispetto alla realtà stabilita. Come mondo fittizio, come illusione esso contiene più verità di quanta ne contenga la realtà quotidiana. Perché quest’ultima è mistificata nelle sue istituzioni e nelle sue relazioni, che rendono la necessità una scelta e l’alienazione un’autorealizzazione.
Solo nel “mondo illusorio” le cose appaiono come ciò che sono e ciò che possono essere. In virtù di questa verità […] il mondo è invertito: è la realtà data, il mondo ordinario che ora appare come una realtà bugiarda, falsa, ingannevole.
(Marcuse, “L’uomo a una dimensione”) È proprio nello scenario descritto da Marcuse, che è nato “Aliens. Le forme alienanti del contemporaneo”, il progetto nazionale itinerante – ideato da Sergio
Curtacci, direttore del magazine milanese di arte contemporanea “Frattura Scomposta” – che chiama gli artisti a esprimere ognuno con la propria tecnica e il proprio immaginario la tematica riguardante l’alienazione umana.
di Flavia Lanza

SUDDIVISIONE DELL’EVENTO ARTISTICO IN TRE PARTI

1a mostra dal 07.06 - 15.07

Vittorio Comi
Marianna Gasperini
Anna Turina
Tina Sgrò
Florencia Martinez - Angela Trapani
Anna Muzi
Antonio De Luca
Annalù
Silvio Porzionato
Roberta Serenari
Vanni Cuoghi
Anna Madia
Marcella Bonfanti
Ketty Tagliatti
Cristina Iotti
Marica Fasoli
Elisa Anfuso
Francesca Marzorati
Marina Mancuso
Silvano Santi
Luca Zarattini

2a mostra dal 19.07 - 23.08

Sam Punzina
Fulvio Martini
Alberto Gallingani
Loredana Catania
Mauro Molle
Alice Olimpia Attanasio
El Gato Chimney
Milena Sgambato
Sonia Ceccotti
Max Gasparini
Giacomo Rossi
Cinzia Pellin
Gabriele Talarico
Ilaria Del Monte
Denis Riva
Valerio Spisani
Jessica Rimondi
Luca Valotta
Stefano Perrone
Barbara Bonfilio
Dorian Rex

3a mostra dal 30.08 - 27.09

Nunzio Paci
Sergio Padovani
Alessandra Baldoni
Jara Marzulli
Giancarlo Marcali
Gianluca Chiodi
Vincenzo Colella
Maurizio L'Altrella
Alessio Bolognesi
Gabriela Bodin
Ciro Palladino
Cristiano De Matteis
Massimo Festi
Vania Elettra Tam
Franco Donaggio
Ivan Lardschneider
Daniele Cestari
Filippo Manfroni
Marco Besana
Marcello Carrà
Ilaria Margutti


Attività performative

Sabato 7 giugno 2014

GIO LACEDRA
Live performance, drawings and poetry:
EDGE | Ultimo Ritr-Atto

sabato 14 giugno 2014

SALVATORE INSANA
Videoproiezione
DOVE ERA CHE NON ERO

sabato 21 giugno 2014

ALBERTO GALLINGANI
Live performances
HISTOIRE D’A

sabato 28 giugno 2014

SOLIDEA RUGGIERO
Due videoproiezioni e un reading musicale:
SKIN
Video + perfomance
“IO CHE NON CONOSCO LA VERGOGNA”

sabato 5 luglio 2014

ANNIBALE COVINI
Live performances
METAMORFOSI

Sabato 12 Luglio 2014

NICOLA FORNONI
Live Performance - l'abbraccio avverrà tra due corpi integralmente nudi
CORPOCONTROCORPO

Sabato 19 Luglio 2014

MASSIMILIANO MANIERI
Live performance e installazione
THE KEYBOARD

Sabato 26 Luglio 2014

CATERINA SQUILLACIOTI
Live performance
COME ANCORA NON SO

Sabato 30 agosto 2014

PAOLA TURRONI, CARLO MONTI E GIANCARLO MARCALI
Live Performance con Videoproiezione
... ET NOS CEDAMUS AMORI

sabato 6 settembre 2014

GIO LACEDRA E ROBERTO MILANI
Live Performance - Ideazione e cura: Giovanna Lacedra
L’ASPIRANTE

Sabato 13 settembre 2014

FRANCESCA FINI
Videoproiezione
MOTHER RYTHM

Sabato 20 Settembre 2014

MONA LISA TINA
Live Performance
BY TOUCHING YOU, I SEE

Sabato 27 settembre 2014

STREAMCOLORS
Videoproiezione
The journey: Streamcolors Meets Ferrara


Murale Ferrara Sfiggy Fears

(La Location verrà annunciata poco prima della realizzazione)
Sfiggy affronta le sue paure sopra un muro dipinto, per esorcizzare quelle che ognuno prova nella vita reale. Nell’opera a quattro mani di Alessio Bolognesi e Cristiano De Matteis, Sfiggy si trova ad affrontare i propri demoni, che lo circondano e lo sovrastano. I due artisti affrontano quindi su muro il concetto di alienazione, quella che deriva dai propri blocchi, dalle difficoltà reali e dall’incapacità di affrontarli, arrivando al punto di trovarsene sopraffatti, vinti, schiacciati. E lo fanno in modo ironico, inserendo il personaggio icona di Alessio - Sfiggy appunto - in un contesto nuovo, in cui diverse tecniche murali si fondono fino alla sovrapposizione con la particolare tecnica pittorica che Cristiano usa nelle proprie opere.
...Perchè le paure si possono affrontare anche ridendoci sopra!

Veniteci a trovare
il 7 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: