Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

violacida ▲▲▲ Magazzino sul Po ▲▲▲ Torino ▲▲▲ Premio speciale I Postumi di Fred ▲▲▲

Magazzino sul Po Murazzi del Po (lato sinistro), Torino, Italia
Google+

violacida @ Magazzino sul Po, Torino, ore 22 30
Via Murazzi del Po lato sx
Premio speciale I Postumi di Fred
in collaborazione con "Sotto il Cielo di Fred"
▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲

I violacida suonano assieme dal 2010. vivono nel quartiere San Donato della città di Lucca. nel dicembre 2011 sono finalisti della ventitreesima edizione del “rock contest” di controradio, vetrina che li proietta velocemente nel panorama musicale toscano. Nel gennaio 2012 pubblicano sul web il loro primo ep titolato “siamo tutti poveracci”, registrato a corlo (fe) da manuele fusaroli. nello stesso
anno iniziano a registrare il primo lp “storie mancate”, ancora a corlo (fe), ancora con manuele fusaroli. grazie alla neonata “rockcontest records”, all’”infecta suoni&affini” e ad “audioglobe” riescono ad essere pubblicati nel settembre 2013.
Nel dicembre nel 2013 entrano a far parte del roster di Musiche Mrtropolitane. Nel gennaio 2014 prende avvio il tour delle Storie Mancate che toccherà alcuni fra i maggiori club italiani. Ecco tutte le date del tour invernale 2013-14: 29/11 Silos, Ancona, 30/11 Magga, Civitanova Marche , 02/01 Spazio 72, Grosseto, 03/01 Le Mura, Roma, 10/01 Loop, Perugia, 11/01 Magazeno, San Benedetto del Tronto (AP), 17/01 Ono Gallery, Bologna, 18/01 Patchanka, Ferrara, 24/01 Artificierie, Ravenna, 31/01 Le Murate, Firenze, 01/02 Teatro delle Commedie, Livorno, 14/02 Carichi Sospesi, Padova, 15/02 Casa Aupa, Udine, 23/02 Seed, Lucca, 28/02 Accadueno, Pistoia, 01/03 Origami, La Spezia, 07/03 Randal, Sestri Levante, 08/03 Blue Train, Colle Val D'Elsa, 27/03 Tender, Firenze, 29/03 Mayday La Spezia, 11/04 Ex Wide, Pisa, 19/04 The Cage, Livorno.

I violacida sono Antonio Ciulla, Elia Laszlo Bartolini, Luca Modena e Francesco Renieri.

È possibile visualizzare il video di “Occhi Belli” : https://www.youtube.com/watch?v=m3U43SYOUGA

▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲

Le prossime date:
30/05 Magazzini sul Po, Torino, 06/06 Festambiente, Montalto di Campi (FI), 08/06 Eataly, Milano 08/06 Miami, Milano Palco la Collinetta, 20/06 INDIEtiAMO, Sassocorvaro (PU), 15/08 AguriaraFara, Vicenza

▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲

Hanno scritto di loro:

“... i testi, senza dubbio attraversati da un impeto giovanile (e non giovanilista), raccontano qualcosa che così leggero non è. E si riferisce a quell' inneffabile senso d' incompiuto, di assenza, di mancanza che spesso pesa come un macigno, e che può cambiare la vita di un ragazzo, se all' orizzonte ci sono solo nere tempeste. La provincia è prodiga di questo "mancare" accennato nel titolo, di questo procedere fino all' orlo del niente, fino a che non ci si accorge che il sentiero non è più tracciato e non c' è nessuna bussola a darci una direzione. Non resta, forse, che la fuga, ma i Violacida sono ancora lì, Lucca, quartiere San Donato.E cantano l' entropia di cui sono stati poetii Baustelle e gli Zen Circus: ora tocca a questi quattro giovanissimi aggiornarci nelle storie di amori tossici, nei piccoli orgogli da animali di zona, dei "no" del cuore e dei "sì" dei sogni, di volti su cui si riflettono le luci di monitor che sono pozzi di solitudine digitale. Altro che leggerezza: qui c' è tutta la pesantezza dell' essere ventenni oggi in posti dove l' adolescenza dura troppo, e la voglia di farci a cazzotti, con quel peso, usando i guantoni di un pop tutto acerbo istinto, pieno di suoni psichedelici anni Sessanta (viva i Beatles, ovviamente), di glorioso britpop dell' ultimo squarcio del secolo scorso, ma anche del miglior sarcasmo italiano, sonoro e non, cantautorale sì, ma di quei cantautori irriverenti pronti a raccontare la realtà a modo loro (Rino Gaetano). La sorpresa di questo debutto di lunga durata (preceduto solo da un ep), già notata nel 2011 al Rock Contest di Controradio dove arrivarono in finale, nasce proprio dall' attrito tra un suono disincantato e un contenuto di crisi, su cui si può anche sorridere. Ma per non piangere.”
Repubblica

"I Violacida esprimono un atteggiamento che suona sincero, mai forzato. Da qui a iniziare a canticchiare i pezzi, il passo è breve. Che sia promettere di fare "a botte tra di noi" o rivendicare che "è nostro il quartiere stasera", conta poco. I Violacida hanno messo insieme dieci canzoni che funzionano e si piazzano tra le belle sorprese del 2013."
Rockit

“... I Violacida ritagliano le loro Storie mancate con semplicità ed efficenza, riuscendo a partorire un disco omogeneo e intessuto di esperienze di vita, narrate con disinvoltura e maestria, insieme ad un’architettura musicale dal sapore dolciastro da abbinare alla fine di un pasto, quando è il momento del dolce della casa, seguito da caffè e ammazzacaffè. I profumi di un’adolescenza diversa e sbiadita si percepiscono nitidi, mescolandosi allo smog delle cresciute province, diventate sempre più adulte, come belle ragazze che invecchiano in fretta.”
Impatto Sonoro

▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲

L‘Italia spreca la forza biologica dei suoi venti-trentenni fra precariato, sogni che diventano illusioni e vite che diventano “Storie mancate”. Qualcuno però reagisce e prova a riempire il vuoto imbracciando gli strumenti e affidandosi alla magia del pop. Come ad esempio i Violacida: giovani, vitali, allergici alla musica triste (ma non a quella malinconica). Selezionati fra le 12 band più promettenti del 2013 da Rockit, i Violacida sono cresciuti a pane e brit-pop, cibandosi di quella lunga epopea che va dai Beatles ai Blur, ma si sono sturati le orecchie anche con i My Bloody Valentine, tenendo presente che in patria Rino Gaetano riscriveva la parola cantautore in un senso beffardo e catchy prima ancora che questa parola avesse un significato.

Dalla loro hanno che sono lucchesi, gente che non si scoraggia, e che nel 2011 sono arrivati in finale di quel vivaio di sorprese (negli anni Offlaga Disco Pax, Samuel Katarro, Blue Willa) che è il Rock Contest di Firenze. Il quale con l‘etichetta Rock Contest Records pubblica oggi questo disco d‘esordio, prodotto da Manu Fusaroli (già al banco per Le Luci della Centrale Elettrica) e in arrivo nei negozi ad un solo anno di distanza da un promettente ep d‘esordio intitolato “Siamo tutti poveracci”. Nei testi citano Tondelli, Pratolini e Pavese, mentre giocano con le melodie fra filastrocche folk pop e saturazioni elettriche con la stessa purezza che hanno i bambini. Anche se del loro esser stati bambini cantano che “a cinque anni ero già vecchio e non avevo un sogno nel cassetto”.

“Storie Mancate” è stato registrato, mixato e masterizzato presso il “natural head quarter” di Corlo (FE) da Manuele Fusaroli tra maggio e ottobre 2012, grazie alla neonata “rockcontest records”, all' "Infecta Suoni & Affini” e ad “Audioglobe” riescono ad essere pubblicati nel settembre 2013.

I Violacida sono: Antonio Ciulla, Elia Laszlo Bartolini, Luca Modena e Francesco Renieri.

▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲▲

Booking & Management
Musiche Metropolitane
www.musichemetropolitane.it
info@musichemetropolitane.it
Luca Zannotti +39 349 0934 169

Veniteci a trovare
il 30 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: