Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

UN MAGGIO DA BRIVIDO

Sede Tivoli Liberatutti Vicolo dei Palatini, 11, Tivoli RM, Italia
Google+

Tutti i giovedì di maggio Cinema LiberaTutti propone un appuntamento con il Maestro del Brivido:

Giovedì 08/05, ore 21.30 - "Psycho" (1960)

Giovedì 15/05, ore 21.30 - "La finestra sul cortile" (1954)

Giovedì 22/05, ore 21.30 - "Vertigo" [La donna che visse
due volte] (1958)

Giovedì 29/05, ore 21.30 - "Gli uccelli" (1963)

Questo mese Cinema LiberaTutti vi invita ad osservare da vicino uno dei registi più grandi.
Dalle immagini cult di "Psycho" fino al cinema puro de "Gli uccelli", un mese in compagnia del Maestro del Brivido, tra tecniche narrative, inquadrature e viaggi nell'inconscio che hanno rivoluzionato la storia del cinema.

A dare inizio alla nostra piccola rassegna un film che è ormai parte dell'immaginario collettivo. PSYCHO ancora oggi sa stupire, spiazzare, spaventare e generare uno stato di forte inquietudine in ogni spettatore. Uno degli esempi più chiari della forma
hitchcockiana e della sua creazione, della tecnica che determina narrazione e narrato in un montaggio frenetico di colpi e di coltellate sonore che ha saputo segnare generazioni di spettatori.

Continuiamo con LA FINESTRA SUL CORTILE, grande metafora del cinema e dello spettacolo. Ci troviamo questa volta nei panni di un fotoreporter con una gamba ingessata, bloccati di fronte alla finestra. Unico nostro svago sarà quello di osservare i vicini, saremo così protagonisti nel desiderio di spiare ma anche doppiamente spettatori del film, ci appassioneremo poco alla volta alla loro quotidianità ed attraverso le numerosissime soggettive saremo proprio noi ad indagare e a scoprire la verità sulla scomparsa di una vicina.

VERTIGO si pone sicuramente come uno dei vertici sperimentali del maestro del brivido. Hichcock sa trasportarci in un mondo parallelo, dove il tema del doppio confonde e distrugge ogni certezza. La fotografia si spinge fino a toni irreali e disturbanti per poi lasciare spazio alle allucinate sequenze di Saul Bass, la colonna sonora di Hermann ipnotizza lo spettatore intrappolato negli incubi del protagonista, nella sua assurda lotta contro i propri demoni, in un percorso verso l'accettazione di sé e la sconfitta delle proprie angosce.

Chiudiamo la nostra rassegna con GLI UCCELLI, uno delle opere più discusse del Maestro. Fortemente attaccato dalla critica, il film generò una serie di interpretazioni di ogni tipo. Cinema puro, in quanto è in grado di suscitare emozioni, creare atmosfere terrificanti tramite uno stile scarno, essenziale, avvalendosi della sola forza della storia narrata. Memorabile il finale e l'agghiacciante colonna sonora composta esclusivamente da versi di uccelli riprodotti artificialmente.

Veniteci a trovare
dal 22 al 29 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: