Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Wi-Fi nelle scuole: tra dubbi e certezze. Un progetto pilota udinese

Sala Ajace Udine UD, Italia
Google+

Vi invitiamo a partecipare martedì 27 maggio alle ore 17.30 (Sala Ajace, loggia del Lionello, piazza Libertà, Udine) al convegno organizzato da alcune Associazioni ambientaliste di Udine, nel corso del quale ci sarà la presentazione di uno studio sanitario sulle radiofrequenze in alcune scuole di Udine.

In pratica si tratterebbe di monitorare, con appositi rilevatori, l'esposizione ai campi elettromagnetici incontrata dai ragazzi lungo un arco di tempo di qualche giorno, in modo da capire gli effetti tali campi a scuola e in altri ambienti e verificare se vi sia correlazione statistica con alcuni sintomi indicatori emersi dallo stato delle persone 'elettrosensibili' (alterazioni del cuore, del respiro, stanchezza cronica, dermatiti,…). Nei paesi più avanzati si pensa che questa sindrome interessi il 3-5% della popolazione, ed è riconosciuta sia a livello medico che legale.
In Italia non è identificata come patologia a sé stante e i pazienti vagano da uno specialista all’altro, quasi sempre privatamente, senza che vi sia una chiara risposta diagnostica e terapeutica ai loro problemi.

Oltre allo studio, il fine ultimo del progetto consisterebbe nella creazione di un ambulatorio polispecialistico nel quale i pazienti troveranno degli specialisti preparati sulle problematiche in oggetto, che affronteranno la sindrome da vari punti di vista (epidemiologo, cardiologo, sociologo, pediatra, psicologo, …).

Se vogliamo che il progetto riesca a dare una risposta a queste problematiche, c’è bisogno di una sufficiente partecipazione da parte di alunni, famiglie, insegnanti e personale scolastico, in modo da raggiungere una significatività statistica.

Veniteci a trovare
il 27 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: