Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Danza la libertà. Mazurka clandestina per Marwan

Porticciolo di Pastena Lungomare C.Colombo, Salerno SA, Italia
Google+

Danza la libertà. Mazurka clandestina per Marwan
. Lo Stato di Israele non si fa scrupolo di usare la prigionia come uno dei tanti strumenti dell’occupazione militare, e come forma di coercizione delle coscienze, contro tutte le leggi internazionali sulla tutela dei diritti umani e dei prigionieri, a cominciare dalle Convenzioni di Ginevra. Dal 1967 ad oggi più di 800.000 palestinesi hanno trascorso del tempo nelle carceri israeliane, e quelli attualmente in prigione sono più di 5.000: molti sono stati arrestati e lasciati a languire in prigione per anni senza processo e senza capi di accusa precisi. Amnesty International, Physicians for Human Rights, l’organizzazione israeliana Bet’Selem hanno denunciato l’uso di tecniche di tortura nei loro confronti, e l’impedimento a ricevere cure mediche e sostegno legale, come riconosciuto dal diritto umanitario internazionale.
Tra i prigionieri c’è Marwan Barghouti, leader politico di Fatah, che è stato paragonato a Mandela e che ha trascorso più di 18 anni in carcere. E’ stato processato senza un regolare procedimento e condannato per resistenza militare, accusato di essere il mandante di operazioni militari contro l’occupazione, senza prove certe .” Molti sono dell’idea che, se fosse libero, oggi sarebbe un leader capace di gestire le difficili dinamiche interne alla società palestinese, oltre che di trattare il processo di pace con lo Stato di Israele. “
Per denunciare questo stato di cose è nata lo scorso dicembre la Campagna Internazionale per la libertà di Marwan Barghouti e di tutti i prigionieri politici palestinesi. Lanciata dalla cella in cui Nelson Mandela visse lunghi anni di prigionia, ha immediatamente avuto una risonanza internazionale.
http://www.assopacepalestina.org/2013/11/roma-05-12-2013-lancio-della-campagna-free-marwan-barghouti-all-palestinian-prisioners/
In Italia uno degli elementi trainanti di questa campagna è l’organizzazione di balli spontanei, soprattutto il tango e la milonga.
L’idea è nata da un ballerino di tango di Cagliari che ha compiuto un viaggio in Palestina e al suo ritorno “ha deciso di dedicare una milonga ai prigionieri politici palestinesi per far arrivare il messaggio di unione e solidarietà verso chi è privato dei propri diritti e della propria libertà, e per parlare della Campagna Internazionale Free Marwan....l'idea poi si è allargata coinvolgendo in questo progetto anche altre realtà tanghere di tutta Italia, ed ecco il meraviglioso risultato, milonghe dedicate alla Campagna Free Marwan in tante città diverse… “
.Per collegarsi a queste iniziative, il gruppo di Salerno della Rete Radie Resch di solidarietà internazionale, da sempre vicino al dramma del popolo palestinese, insieme all’Associazione Ballando per le Strade, al Collettivo Handala e al Collettivo Giù le mani dal Porticciolo organizza una “mazurka clandestina” per danzare tutti insieme in nome della libertà dei prigionieri politici palestinesi e della pace.
Venerdì 30 maggio 2014 alle ore 20,00 tutti insieme al Porticciolo di Pastena-

Veniteci a trovare
il 30 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: