Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Mantova Creativa Live Antonette Goroch & Olivia Mancini + inaugurazione esposizione Giacomo Bagnara

Arci Fuzzy Via Carlo Goldoni, 2, Mantova MN, Italia
Google+

Dalle 19.30 Aperitivo

Inaugurazione mostra delle illustrazioni di Giacomo Bagnara
http://giacomobagnara.tumblr.com/

Ore 20.30
Spettacolo di Mircocirco a cura di Riccardo Rosato, Atelier Teatro Fisico di Philip Radice - uno spettacolo in equilibrio tra giocoleria e pazzia, alla conquista di una donna, tra un tango appassionato e una passeggiata su una corda.

Ore 22.00
Live ANTONETTE GOROCH (Country, Folk & Blues / Oakland, California – USA) + OLIVIA MANCINI (Pop, Oldies & Folk / New York City – USA)
accompagnate da THREELAKES (Folk, MAntova)

ANTONETTE GOROCH
(San Francisco, USA. La Estrella Group)
BIO
Antonette Goroch è una songwriter e viaggiatrice statunitense. Cantante fin dalla tenera età di 5 anni, si è mossa all’interno di vari generi musicali tra cui opera, musicals, rock, classica country, folk e blues.
Ha iniziato a scrivere e registrare canzoni originali all’inizio degli anni 90 nel fiorire del movimento punk femminista riot grrrls e ad oggi la sua carriera conta vent’anni di vita vissuta per la musica. Da allora Antonette ha registrato in totale 13 album con la sua band e come artista solista. Nonostante i paragoni con altri artisti folk contemporanei come Neko
Case, Penelope Houston e Mazzy Star, Antonette ha sviluppato un suo stile unico mischiando, melodie e strutture della tradizione folk americana con semplici accordi punk rock, la filosofia DIY e gli immortali temi di amore,odio, avarizia, tradimento, oppressione, rivoluzione e giustizia.
Antonette ha partecipato a vari progetti nel corso degli ultimi vent’anni tra cui: co-prodotto diversi dischi come cantante/bassista per il trio riot grrrl Amazon Mollies (I’m With The Band/ 1995 Be Nice, Be Sweet/ 1996, Molly Rock/1997, Promised Land/1999, Sugar Molly/2000); ha suonato la chitarra e cantato nel gruppo folk Liesl’s Wet Dress (Shedding Skin/Rodent
Records CD 2001, Gingerbread Aliens/Rodent Records 7” vinyl 2004,Spielen/Rodent Records EP 2005); cantato e suonato la chitarra nel duo
indie folk The Hobbyists (The Hobbyists, CD/Rodent Records 2006). Come artista solista Antonette ha pubblicato tre dischi (Pieces of Gravel/Light Rail
Records EP 2011, Antonette G/Rodent Records CD 2010, Pretty Pictures/ Rodent Records 7” vinyl 2010) che includono collaborazioni di Billy Talbot
( of Neil Young and Crazy Horses) e Nicolas Dobbratz (Of Montreal, Yip Deciever).
Antonette attualmente sta registrando nuovo materiale con il trio indie rock di San Francisco “Super Natural”. Il loro primo ep vedrà la luce il 6 Maggio 2014 per l’etichetta californiana Aerobic International. Attraverso tutte queste incarnazioni, Antonette si è sempre distinta per la sua voce, le sue melodie ed i testi che sono stati descritti come “una
fusione di intelligenza, innocenza e profondità con una martellata di pazzia
intellettuale”. Come avida viaggiatrice Antonette negli ultimi vent’anni ha portato la sua musica attraverso Stati Uniti, Canada e Europa, con la sua band e come solista, suonando con artisti del calibro di Joseph Arthur, Ed Harcourt e Penelope Houston (degli Avengers). Ha anche collaborato e si è esibita
come ospite con band quali The Billy Talbot Band, Smile God Loves You, Poetics, ShellShag and Gravid Wives.“AntonetteG’s material reveals a variety of influences. The song ‘My Horseshoe’
has a country flair, while ‘Pretty Pictures’ shows her rock side. ‘No Joy For The Soldier’ suggests a Creedence Clearwater Revival influence. The song describes military personnel struggling to adjust when they return from battle, a timely topic given our nation’s wars in Iraq and Afghanistan.”—John Larson, Tacoma Weekly

LINKS
http://www.antonettegoroch.com/
https://www.facebook.com/pages/Antonette-Goroch
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
THREELAKES
(Mantova, ITA. Upupa Produzioni)
BIO
Il 15 Gennaio 2011 ThreeLakes suona le sue prime quattro canzoni a Villa Zamboni (Valeggio sul Mincio), seguito da Michele Bombatomica e Bob Corn. La storia ufficialmente inizia qui. A Marzo viene registrato al Dead Keyboard Studio di Mantova Four Days Ep, con la produzione di Luciano Ermondi dei Tempelhof, i quali si occuperanno degli arrangiamenti. Ad Aprile 2011 ThreeLakes viene
scelto per suonare al release party di Legna dei Gazebo Penguins: è qui che Andrea Sologni inizia ad interessarsi al progetto.I concerti continuano, e in autunno Andrea si propone a ThreeLakes come
produttore di “War Tales”: iniziano così le prime registrazioni di chitarra acustica,che continueranno fino al 2012. Alla co-produzione si aggiungono Raffaele Marchetti e Marco Chiussi dell’Igloo Audio Factory.
Si forma l’embrione dei Flatland Eagles con Raffaele Marchetti ed Andrea Sologni ed arrivano collaboratori illustri: Emanuele Reverberi dei Giardini di Mirò alle
trombe ed ai violini, Luciano Ermondi dei Tempelhof alla lapsteel, Capra dei Gazebo Penguins e Francesca dei Comaneci si occuperanno dei cori.
Nel frattempo ThreeLakes condivide il palco con artisti come: Jon Spencer Blues Explosion, Lee Ranaldo and the Dust, Marisa Anderson, Giardini di Mirò, Gazebo Penguins, Fast Animal And Slow Kids, Cut, Beatrice Antolini, Bob Corn, Three in One Gentleman Suit, Art of Wind, Boxeur the Coeur, Johnny Mox, Doomsday Student, Modotti, Angus McOg, Eveline, Julie’s Haircut, Man Forever, Fuzz
Orchestra etc. A giugno, durante il festival Abbassa (organizzato per raccogliere fondi da destinare alla ricostruzione del circolo Lato B di Finale Emilia dopo
il terremoto del 20 Maggio) i Flatland Eagles fanno il loro debutto assieme a ThreeLakes: Andrea Sologni al basso e Wurlitzer, Raffaele Marchetti alla chitarra
elettrica e Lorenzo Cattalani alla batteria.
I live continuano per tutto l’anno in due versioni: Una intima ed acustica e l’altra in compagnia dei fidati Flatland Eagles. A dicembre Rockit posiziona la canzone The Day My Father Cried al numero nove
della classifica tra i 100 pezzi più belli del 2012.
Il 21 Dicembre esce “Apocalypse Wow”, una compilation edita da DiNotte e Vulcanophono che contiene la canzone “To Do” registrata ai Dead Keyboard Studio con la produzione di Luciano Ermondi.
A causa dell’intensa attività live di Andrea Sologni coi suoi Gazebo Penguins ai Flatland Eagles si aggiunge Paolo Polacchini (preso in prestito dai Three in One
Gentleman Suit) al basso e wurlitzer. Da qui in poi Andrea si dedicherà solo al Wurlitzer all’interno dei Flatland Eagles lasciando a Paolo il posto di bassista fisso.
A Giugno 2013 arriva la partecipazione al Mi Ami Festival e ad Agosto 2013 Threelakes sbarca negli Stati Uniti per un concerto a Berkeley (California) per un concerto all’interno della Wolfpack Collective Songwriters Night.
Il 10 Ottobre 2013 vede la luce finalmente War Tales con buonissimi riscontri di critica e pubblico.
Un nuovo elemento si unisce ai Flatland Eagles: Daniele Rossi, incredibile polistrumentista che si occupa di violoncello e banjo negli arrangiamenti live.
È proprio l’attività live la chiave del progetto Threelakes che chiude il 2013 con all’attivo 60 concerti: 30 con i Flatland Eagles e 30 con la fidata chitarra acustica ed una manciata di armoniche.
Il 2014 è iniziato da poco. Il War Tales tour continua, la strada è ancora tanta e se stai leggendo queste righe anche tu sei parte di questa meravigliosa storia.
LINKS

https://www.facebook.com/threelakesmusic
www.upupaproduzioni.com
- - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - -
OLIVIA MANCINI
(Washington DC, USA. La Estrella Group)
BIO
Quando Olivia Mancini era una bambina a Washington, DC, Sognava di diventare una rock and roll star. Se non una rock and roll star almeno gli
sarebbe piaciuto suonare in una rock and roll band. Per anni le letterine a Babbo Natale hanno chiesto una batteria ed una chitarra elettrica ma questi
due doni non apparivano mai sotto l’albero. Senza gli strumenti necessari a coronare il suo sogno Olivia si dedica alla musica classica suonando il corno francese in una orchestra. Poi un giorno Olivia andò a sbattere con la macchina della madre mentre si recava al lavoro. Senza trasporto e senza i fondi per comprare una nuova autovettura decise che avrebbe passato la sua immobilità forzata imparando a suonare la chitarra elettrica. Questa fu, a onor del vero, un’esperienza estremamente liberatoria.
Olivia prese per mano il suo sogno e iniziò la sua strada come bassista nella band Washington Social Club (Badman Records) per alcuni anni prima di
fondare il suo gruppo: Olivia and the Mates. Con tre album all’attivo Olivia continua a camminare con il suo sogno ed anche la stampa la incoraggia a
percorrere questa sua strada lastricata di personale e rumoroso upbeat folkrock-pop. “Il senso della melodia di Olivia Mancini fa ingelosire qualsiasi
altro songwriter” dice WTOP radio presentando il suo ultimo disco e la NBC di New York afferma che “Patsy Cline incontra Tom Petty sembra una presa in giro ma è una descrizione molto accurata della meravigliosa personalità di questa artista di Washington DC”.
La versatilità è una delle caratteristiche migliori di Olivia. Può passare i confini di vari generi musicali senza essere mai fuori posto o sentirsi a disagio. Per colmare questa voglia di spaziare da un genere all’altro Olivia ha fatto parte di diversi gruppi: gli electro pop Astra Via (Aerobic International), i folk-root Donny Hue and the Colors (Kora Records), ed i
retro pop Ed and Donna (album in uscita la prossima estate).
Olivia ha anche composto colonne sonore originali per film e programmi televisivi collaborando assiduamente con il National Geographic Channel.
Olivia Mancini ha passato gli ultimi dieci anni in tour attraverso gli Stati Uniti e l’Europa suoanndo con artisti del calibro di The Hold Steady,
STARS, Matthew Sweet e Melissa Ferrick. La sua musica è stata selezionata come colonna sonora per serie televisive quali Gossip Girl, ER Medical
Division, The Entourage ed il talk show Live with Regis and Kathy Lee.
Olivia Mancini è una delle poche artiste donne provenienti da Washington che riesce ad affascinare il pubblico maschile così come quello femminile.
Il suo folk pop delle origini combinato con il suo immaginario rock abbraccia tutti i sensi della cultura Americana. “Patsy Cline meets Tom Petty sounds flip, but it’s accurate when it comes to
this DC-based singer songwriter.” — Elizabeth Bougerol, www.nbcnewyork.
com
LINKS
http://www.oliviamancini.com
https://www.facebook.com/OliviaMancini

Veniteci a trovare
il 31 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: