Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

30 MAGGIO H 21.00: NATURA MORTA IN UN FOSSO

Teatro Araldo via Chiomonte 3/a, Torino, Italia
Google+

TEATRO ARALDO
STAGIONE PROSA

via Chiomonte 3/a - 10141 TORINO
info e prenotazioni:
www.teatroaraldo.it - www.vivaticket.it
011.207.58.59
biglietteria@teatroaraldo.it

biglietti in promozione su: www.teatroaraldo.it

--------------------------------------------------------------------------

NATURA MORTA IN UN FOSSO
di Fausto Paravidino

una produzione
Associazione Culturale Nahìa - Palestra Teatrale Meininger

in collaborazione con Zamboni56

-------------------------------------------------

Natura Morta in un Fosso racconta l'indagine attorno all'atroce omicidio di una ragazza, ritrovata in un fosso
nuda e picchiata a morte.
Un ispettore cinico e caffeinomane tenta di tirare le fila di un giallo noir, metropolitano, poeticamente
contemporaneo.

I vari personaggi che incontra e interroga durante la vicenda (un ragazzino discotecaro, un pusher ironico, un fidanzato geloso e violento, la madre ex sessantottina della vittima e una prostituta dal passato turbolento) sono presentati con pennellate di colore intensi, fisicità fortissime, e creano con lo spettatore un contatto immediato.

Lo spettacolo è veloce e dinamico, i pezzi del quadro si uniscono mano a mano che la storia procede tenendo
il pubblico in constante tensione, attraverso una scrittura che miscela atmosfere da thriller all’osservazione
analitica di un microcosmo sociale malato.

Spaccato del mondo che ci circonda, dove il dolore invece che sconvolgere fà notizia, il testo è un'intelligente
critica alla società che ci circonda, con le sue contraddizioni, i suoi paradigmi, le sue aberrazioni.

Come da testo, lo spettacolo è un alternarsi di monologhi, incastrati omogeneamente l'uno nell’ altro che si
susseguono senza soluzione di continuità. In questo modo la storia prende vita da sei punti di vista diversi, fino
a convogliarli tutti nella soluzione finale.

La regia si basa su principi cinematografici che rendono il ritmo dello spettacolo serrato e compatto, molto
curata è la fotografia di ogni singola scena, che si frammenta in una svariata serie di immagini che restituiscono
la dimensione profonda del personaggio.

Nella scenografia immagini reali e supporti video si fondano e momenti di stampo onirico vanno ad
interrompere improvvisamente la cruda realtà della rappresentazione, piccoli piani temporali che lasciano
spazio alle più profonde emozioni dei personaggi.

I colori, le musiche, le scene e l’interpretazione viva degli attori costruiscono infine in un "rock-
pulp-japanese cartoon"

Con
Enrico Ruscelli (Boy)
Filippo Pagotto (Pusher)
Irma Ridolfini (Bitch)
Barbara Pecci (Mother)
Igor Pitturi (Boyfriend)
Lucio Coluccia (Cop)
Alice Melloni (Girl)

Regia: Edoardo Lomazzi
Assistenza alla regia: Nicolò Bertozzo
Acting Coach: Marco Cavicchioli
Light Designer: Federico Cibin

Veniteci a trovare
il 30 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: