Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Giovanni Block @ Tenax

Circolo culturale Tenax via nazionale 131, Scafati SA, Italia
Google+

Nato a Napoli, il 21 marzo del 1984, Giovanni Block è cresciuto da sempre fra musica e teatro. Inizia lo studio del flauto dall'età di dieci anni fino a diplomarsi al Conservatorio di San Pietro a Majella di Napoli.
Dal 1997 lavora come flautista tra orchestre e concerti solisti e nel 2003 fonda la band Giovanni Block & Masnada formata da studenti del conservatorio, con la quale dà vita ad un progetto di canzone d'autore in continua evoluzione.
Nel giugno del 2003 vince il Primo Premio Nazionale per il miglior brano contro la guerra al Vasto Music Festival e comincia un intenso periodo di concerti in ogni contesto culturale e geografico.
A febbraio 2006 è finalista al Bologna Music Festival (premio per brani inediti) e a marzo vince la rassegna di musica d’autore presso il prestigioso jazz club "l’Upstroke" di Bagnoli (NA).
A giugno è finalista del Premio nazionale Fabrizio de Andrè per la migliore canzone d’autore, che si tiene a Roma ed il suo brano La mentalità viene inserito nella compilation "Fabrizio de Andrè".
Un mese più tardi registra con Ninni Pascale presso lo studio "il Parco" della "Polo Sud Records" una demo promo di due brani inediti distribuita da Feltrinelli.
Nel mese di ottobre riceve dalla giuria tecnica del concorso "Rockin 2006" (composta da Dino Piretti e Mauro Buttinelli di RaiTrade, Giancarlo Passarella, Enrico De Angelis del Premio Tenco, produttori artistici Giorgio Verdelli e Willy David) il 'Primo Premio assoluto' e il 'Premio speciale per i migliori testi'.
Nel 2007 riceve dalla commissione del "Musicultura festival" il premio Sisme, come migliore interprete.
Nello stesso anno vince la finale dell’Arezzo Wave 2007 ed è finalista della 4ª edizione del concorso "L’artista che non c’era" con il patrocinio del Club Tenco, meritando di diritto l'inclusione nella compilation per la rivista 'L’Isola che non c’era' con il brano Samba Dell’Impiegato.
Inoltre la giuria tecnica di rilievo nazionale del concorso Arè Rock in Puglia, composta da Paola De Simone (Radio in Blu), Corrado Minervini (Rockstar), Beppe Massara (produttore Gel Studio), Jurij Ricotti (Rockhard), Giuseppe Dimiccoli (Gazzetta del Mezzogiorno) e Doriana Tozzi (Barlettaonline, Il Meridiano) , lo premia come vincitore assoluto e come migliore performance live vince anche il 'Premio Videoclip' dalla BBC group.
È per la seconda volta finalista al premio nazionale per la migliore canzone d’autore "Fabrizio De Andrè 2007" ed è inserito nell'omonima compilation con il brano "Canzone Occidente". A luglio vince il premio Nazionale "Alex Baroni" e a settembre si esibisce con successo al Premio Carosone dove esegue Pijate 'na pastiglia all’Arena Flegrea di Napoli.
In ottobre è al The Place di Roma e viene proclamato vincitore della Targa Bigi Barbieri al 5º Festival della canzone umoristica d’autore Dallo sciamano allo showman, organizzato dal Centro Culturale Teatro Camuno e dal Club Tenco Sanremo.
Nello stesso periodo riceve il premio 21 settembre 'Lucio Battisti.
A novembre viene insignito del prestigioso Premio Siae/Club Tenco come miglior autore emergente della trentaduesima Rassegna della canzone d’autore in programma dall’8 al 10 novembre al Teatro Ariston di Sanremo. Il riconoscimento gli viene assegnato dal Club Tenco con questa motivazione ufficiale:
"Giovanni Block pesca nel suo serbatoio di idee musicali con vivacità e naturalezza, offrendo contemporaneamente indicazioni di possibile civile convivenza. Napoli smette i consunti abiti del folclore reiterato per offrire differenti e meno collaudate indicazioni musicali, nonché una ferma e coraggiosa testimonianza di educazione civica".
(Scrive un suo pensiero su Luigi Tenco, coinvolto insieme ad altri celebri nomi, nel libro 'Il mio posto nel mondo' di Enrico De Angelis e Enrico De Regibus, edito da Rizzoli.)
Tra il gennaio e il febbraio 2008 collabora al nuovo album di Alberto Patrucco, e a marzo partecipa alla rassegna 'Roma di Amilcare'.
Nel 2008 è nuovamente ospite del Premio Tenco e viene inserito in uno dei dischi del Club Tenco Quelle Piccole Cose, prodotto e distribuito da Ala Bianca, con il brano Lune Di Miele, per la traduzione di Sergio Secondiano Sacchi. Nel febbraio 2008 è nominato Socio Onorario Del Club Tenco.
Nell'estate del 2008 è nominato Kedivè del Sultanato dello Swing a Sanremo. (IlSultanato dello Swing nato vari anni fa da un'idea di Freddy Colt ha tra i suoi membri Stefano Bollani come Gran Visir).
Tra il 2008 e il 2009 cura le musiche di alcune tra le opere di Cosimo Damiano Damato, tra cui Sono sfiorite le rose, con Arnoldo Foà, e 'Via Crucis', con Isabella Santacroce.
Nel giugno 2009 è il vincitore assoluto del prestigioso festival Musicultura con il brano L'aquilone, ricevendo anche la targa dall'Università delle Marche per il miglior testo e firma subito dopo un contratto con la casa di produzione Duende – Concertieproduzioni (stessa casa di produzione di cantautori come Caetano Veloso, Vinicio Capossela, Sergio Cammariere, Max Gazze), oggi nota come Inter suoni.
Nel Novembre 2009 è inserito nel nuovo disco del Club Tenco “Inediti di Luigi Tenco” prodotto dalla label Ala bianca con la cover La ballata della moda.
Il 2010 si rivela un altro anno importante per Block.
A febbraio partecipa e vince il primo premio “Buscaglione”, organizzato nel corso della rassegna torinese “Sotto il cielo di Fred”.
Tantissimi concerti consolidano il suo nome fra gli emergenti più attivi e promettenti della musica italiana e a luglio è il vincitore della decima edizione dell'ARGO JAZZ FESTIVAL. (premio ricevuto nelle precedenti edizioni da artisti del calibro di Stefano Bollani, Fabrizio Bosso e tanti altri)
A fine 2010 il Club Tenco ed il Mei con la casa discografica Ala Bianca realizzano il progetto '"La leva cantautorale degli anni Zero” e nella omonima compilation viene inclusa la sua Song for Pagnotta.
Da Settembre 2010 entra in studio per registrare il suo primo disco Un posto Ideale che sarà pubblicato a novembre 2011, prodotto da Ettore Caretta (in passato produttore di Capossela, Veloso e Cammariere) e distribuito dalla EGEA music. La produzione artistica è affidata a Josh Sanfelici, bassista di Roy Paci e membro dei Mau Mau. Il disco, composto da 13 brani, è stato realizzato con la collaborazione di artisti come Sergio Cammariere ed il trombettista Fabrizio Bosso, ricevendo ottimi giudizi della critica.
Registrato in 4 mesi a Torino, in un vecchio mulino, è composto da 13 brani. Block racconterà nelle interviste:
Sono stati mesi intensi in cui ho avuto modo di lavorare spalla a spalla con grandissimi musicisti, oltre ai ragazzi della mia Band mi hanno fatto compagnia. È stato registrato in un vecchio mulino poco fuori Torino, dove scorre la Dora, e il suono di questo fiume in sottofondo ci ha permesso grande concentrazione. La notte mi dedicavo alla scrittura degli archi, quindi ho dormito ben poco e recuperavo nel week end. È stata un'esperienza incredibile e soddisfacente. Non potevo chiedere di meglio...
Il suo approccio musicale vuole da sempre, essere eclettico. Ama muoversi in universi sonori vari senza necessariamente cambiare linguaggio, mantenendo così una riconoscibilità stilistica e mai banale. Dopo la registrazione dell'album ed in attesa della sua pubblicazione fissata in pieno autunno, in tutto il 2011 riprende un'intensa attività di concerti in tutta Italia e in estate accetta di lavorare alle musiche del Faust (per la regia di Sara Sole Notarbartolo) che esordisce nell'ambito del Napoli Teatro Festival al Teatro San Ferdinando di Napoli.
Il 7 novembre 2011 viene pubblicato il cd 'Un posto ideale'. L'attesa è tanta e la stima raccolta negli anni sia dal pubblico che dai critici conferma Giovanni Block come uno dei più validi rappresentanti della nuova canzone d'autore, versatile e mai banale. L'album viene presentato attraverso vari ed importanti show-case, miriadi di interviste, appuntamenti radio e tv ed eventi live, riscuotendo notevoli consensi.
L'idea di poter presentare il proprio mondo musicale attraverso l'importante vetrina dell'imminente Festival di Sanremo diventa stimolante. Per accedere alle selezioni, la direzione artistica del Festival si inventa Sanremo Social, ovvero la possibilità, per gli emergenti, di farsi votare alle preselezioni, dal pubblico del web.
Giovanni Block compone ed incide per l'occasione un brano accattivante e spiazzante ed al contempo, divertente ed ironico: L'epoca del presidente, una denuncia della decadenza dei valori di certi ruoli del potere, racchiusa in un'irresistibile veste elettronica e caratterizzata da archi che ne nobilitano l'apparenza dance e scanzonata. Realizza un video strepitoso che è fra i più cliccati del web ed accede alla selezione dei 60 artisti più votati fra migliaia di aderenti in cerca della grande occasione. Tutto ciò non basta per poter essere incluso fra gli otto finalisti scelti per il Festival ma L'epoca del presidente diventa uno dei brani più ascoltati e noti del web e del repertorio del cantautore. Il nuovo video da realizzare per continuare la promozione dell'album viene concepito per il brano La moda del ritorno: anche in questo caso nel web si registrano migliaia di visualizzazioni ed apprezzamenti per uno dei video più originali della nuova scena musicale.
Il 29 marzo 2012 dal Teatro Sannazaro di Napoli vara il suo tour nazionale con la sua band, i Masnada coi quali si accompagna dal 2003. e duettando con ospiti come il pianista Francesco Villani e il rapper Ciccio Merolla. Si parte alla grande con un teatro pieno e consensi a iosa.
Il 30 marzo è al Teatro Valle di Roma con Simone Cristicchi, Elio Germano, Erica Mou e Marco Guazzone in una serata promossa da Radio Rai.
Ad aprile viene pubblicato il nuovo singolo degli Annurà, duo rap partenopeo, dal titolo Me guard’aint, che vede la partecipazione di Block come autore della musica, arrangiatore e co-interprete, supportato da un video emozionante.
La sua presenza è richiesta il 22 aprile al Palapartenope di Napoli anche al recente EarthDay con Serena Dandini ed il cast Rezophonic, al Palapartenope ed al concerto del I° maggio a Napoli, dove divide il palco con Enzo Avitabile, Tony Esposito, Giovanna Marini ed altri nomi di spicco.
Musicista e cantautore ma anche artista poliedrico, risponde ad un importante invito a teatro che lo reclama come Guest star delle date napoletane al Teatro Bellini dello spettacolo di Luciano Melchionna Dignità autonome di prostituzione dal 27 aprile al 6 maggio 2012, intrattenendo il numeroso pubblico ogni sera, con la sua musica ed in ogni jam session improvvisata con gli elementi del cast.
Viene successivamente e meritatamente confermato nel cast delle date romane dal 28 giugno al 7 luglio al Casale della Cervelletta, nel ruolo de 'Il bell'incontro'.
Il 26 maggio è ospite del Premio Elsa Morante al Palazzo Reale di Napoli con Dacia Maraini.
Discografia
Album
Un posto Ideale (2011)
EP
L'uomo di Città (2006, EP)

Compilation
Premio Fabrizio de Andrè (2007, con il brano La mentalità)
Premio Fabrizio de Andrè (2008, con il brano Canzone Occidente)
Quelle piccole cose (2008, con il brano Le lune di Miele)
Inediti di Luigi Tenco (2009, con il brano La ballata della Moda)
Musicultura 2009 Compilation (2009, con il brano L'aquilone)
La leva cantautorale degli anni zero (2010, con il brano Song for Pagnotta)
Premi ricevuti
2003 - Primo Premio Vasto Music Festival (Miglio brano contro la Guerra)
2005 - Primo premio My Band Festival
2006 - Primo Premio assoluto e Premio speciale per i migliori testi Rock In
2007 - Vincitore Arezzo Wave
2007 - Premio Sisme - Musicultura Festival
2007 - Vincitore Assoluto e Migliore Performance live Arè Rock Festival
2007 - Primo Posto al Premio Alex Baroni
2007 - Premio 21 settembre Lucio Battisti pre meriti artistici
2007 - Premio Siae/ClubTenco al migliore cantautore emergente
2007 - Vincitore della Targa Bigi Barbieri (premio per la canzone umoristica)
2009 - il Vincitore Assoluto del festival Musicultura
2009 - Targa dall'Università delle Marche per il miglior testo al Musicultura Festival
2010 - Primo Posto al Premio Fred Buscaglione
2010 - Vincitore dell'Argo Jazz Festival
2012 - Premio Lunezia Future Stelle per il valore Musical-Letterario dell'Album Un posto ideale[3]
2012 - Finalista Targa Tenco migliore "Opera Prima" con l'album d'esordio "Un Posto Ideale"

Veniteci a trovare
il 7 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: