Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

LUDMILLA TREE in concerto

No.à. - Nonviolenza Attiva corso Regina Margherita, 154, Torino, Italia
Google+

"A Casa Tua" è il disco d'esordio dei Ludmilla Tree, un libro sonoro con sette piccole storie, sospese tra il folk e l'acustic-pop.

Il progetto nasce nel 2009 con il nome Bi-Folk e con un repertorio misto di pezzi originali e rivisitazioni in chiave acustica dei pilastri dello swing, del rockabilly e del folk internazionale.

Dopo quattro anni di attività live in tutto il Nord Ovest dell’Italia ed un'EP registrato durante i concerti del 2012, matura l'esigenza di creare musica originale.

Il progetto "Bi-Folk" evolve così nel 2013 nel progetto "Ludmilla tree".

Una Cantante e tre oldboy, radici Cuneesi, che tentano di arrivare, in maniera del tutto confidenziale, alle orecchie di chi solitamente ascolta un disco seduto in poltrona (anche low-cost, ma comoda), come anche in un locale; come fosse un salotto allargato e le canzoni un digestivo brucia-calorie.

I Ludmilla Tree sono:

Cristian Botta:

Spinto dalla sua esperienza in svariati ambiti musicali e con svariati strumenti a portare la fisarmonica al di fuori dei soliti binari, alla ricerca di nuovi approcci e nuove atmosfere pur rimanendo coerente con lo strumento e le sue vere origini. Sperimentale nel comporre, ma mai dimentico della funzione principale della musica ovvero il piacere e l'emozione nell'ascolto.

Monica “Moka” Sampò:

La sua voce dolce ma presente, delicata ma d'impatto ed un ampio studio sulla gestione delle timbriche e dell'espressività le permette di costruire e gestire complesse costruzioni sonore su atmosfere a volte rarefatte a volte compresse.

Fabio Peano:

Creativo in ogni tocco ed in ogni ritmica, unisce la rude ritmicità della musica da strada alle complesse strutture sonore della musica etnica.

Amante di un immaginario fluido ed evocativo in ogni ambito della sua creatività musicale.

Leonardo “L'omino con la chitarra” Rinaudo:

Appassionato delle atmosfere "seventy" ed alla continua ricerca di un'unione tra il Groove degli anni settanta ed i sottili intrecci armonici della musica popolare contemporanea, inserisce la sua vena romantica in ogni creazione.
"A Casa Tua" è il disco d'esordio dei Ludmilla Tree, un libro sonoro con sette piccole storie, sospese tra il folk e l'acustic-pop.

Una Cantante e tre oldboy, radici Cuneesi, che tentano di arrivare, in maniera del tutto confidenziale, alle orecchie di chi solitamente ascolta un disco seduto in poltrona, anche low-cost, ma comoda, come anche in un locale, come fosse un salotto allargato, e le canzoni un digestivo bruciacalorie.

La linea strumentale ha una matrice folk, ma composta da una Fisarmonica come suonata da Ray

Manzarek, una Chitarra acustica, ma tanto seventy anche lei e un Cajon che suona rude, che accompagna e sostiene strumenti che sanno di legno con il legno, tutto senza segnali elettrici, a perdersi in atmosfere rarefatte dettate da testi immaginifici, parole che raccontano di personaggi reali per poi confondersi nelle figure fantastiche evocate nelle favole grottesche di provincia.

"Seta" e "Mr Capra" sono le due tracce scelte per farvi ascoltare in anteprima ciò che potrete ascoltare nel salotto che più vi aggrada.

"A Casa Tua" è il disco d'esordio dei Ludmilla Tree, un libro sonoro con sette piccole storie, sospese tra il folk e l'acustic-pop.

Storie, che tentano di arrivare, in maniera del tutto confidenziale, alle orecchie di chi solitamente ascolta un disco seduto in poltrona, anche low-cost, ma comoda, come anche in un locale, come fosse un salotto allargato, e le canzoni un digestivo bruciacalorie.

La linea strumentale ha una matrice folk, ma composta da una Fisarmonica come suonata da Ray

Manzarek, una Chitarra acustica, ma tanto seventy anche lei e un Cajon che suona rude, che accompagna e sostiene strumenti che sanno di legno con il legno. Tutto senza segnali elettrici, a perdersi in atmosfere rarefatte dettate da testi immaginifici; parole che raccontano di personaggi reali per poi confondersi nelle figure fantastiche evocate nelle favole grottesche di provincia.

Le canzoni:

1. L'attesa:

Che cosa si prova ad attendere impotenti il compiersi del proprio destino? Quali sono gli ultimi pensieri e ricordi quando l'attimo fatale sta giungendo, oppure no...

2. Mr. Capra:

Un misterioso personaggio dal volto di capra si nasconde dentro ai sogni, ma i suoi travestimenti onirici hanno i secondi contati e le variazioni funamboliche della fisarmonica lo faranno ora barcollare, ora incantare, sino ad esporre il suo muso peloso agli occhi del mondo.

3. Rosso fiamma:

La notte fitta e buia, con le sue emozioni e le sue paure, pervade l'animo del protagonista della canzone, che l'attraversa di corsa e senza fiato al ritmo incalzante della musica.

4. Seta:

L'immagine delle meduse e della loro sinuosa danza ispira Seta, brano in cui voce e strumenti si fondono creando un insieme delicato di immagini tenui evocate di nascosto, nitide eppur sempre sfuggenti.

5. The ghost of Mary Pipe:

Un incontro inaspettato è capace in pochi istanti di far rivivere anni, luoghi e ricordi passati. Così la vecchia signora vestita di stracci, oggetto di scherno infantile, si tramuta in una visione quasi angelica che ribalta la prospettiva delle cose. Questa canzone è dedicata a lei, o al suo fantasma…

6. Luci nell'alto:

Un uomo si immerge nella città e ne assapora la notte fino all'ultima goccia. La musica lo accompagna nei piani e forti delle sue avventure.

7. Universi muti:

In un universo silente permeato dall'eco ormai freddo del Big Bang, la chitarra e le voci si intrecciano in visioni immaginifiche di mondi lontani, immemori dell'uomo, mentre forze immani squarciano le profondità cosmiche.

I link per l’ascolto

Seta

http://soundcloud.com/ludmilla-tree/seta Mr. Capra

http://soundcloud.com/ludmilla-tree/mrcapra

Veniteci a trovare
il 30 maggio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: