Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

PEDALATA PER LA SOSTENIBILITA'

Giardino Della Fortezza Piazza Adua 1, Firenze, Italia
Google+

PEDALATA PER LA SOSTENIBILITA'
ZERO RIFIUTI per ZERO EMISSIONI

sabato 7 giugno ore 15:00
Giardino della Fortezza, Firenze

L'associazione ambientalista Rifiuti Zero Firenze, organizza una pedalata da Firenze all'Oasi WWF Stagni di Focognano (Campi Bisenzio), per accogliere l’arrivo del “Tour delle buone pratiche a Rifiuti Zero”, organizzato dalla rete Zero Waste Italy e dal Centro di Ricerca Rifiuti Zero del comune di Capannori, che dal 22 maggio al 21 giugno premierà diciannove aziende virtuose in Italia che si sono contraddistinte per le loro produzioni “virtuose” a basso impatto ambientale.


Con la nostra pedalata per zero rifiuti e zero emissioni, vogliamo evidenziare le scelte insostenibili che in questi anni sono state portate avanti dalla provincia di Firenze riguardanti la gestione dei rifiuti. Infatti, mentre la raccolta differenziata, a livello provinciale è ferma al 40%, ci lascia sconcertati che Quadrifoglio insieme al gruppo Hera, voglia investire 135 milioni di euro, per la costruzione dell’inceneritore di Case Passerini, accanto all’ex discarica, all’autostrada, ad un’area industriale, all’aeroporto e all’Oasi WWF di Focognano (Sito d’Importanza Comunitaria).


Riteniamo che questa scelta sia insostenibile per vari motivi:
- per il delicato equilibrio ambientale dell’area (Osmannoro) già sottoposto ad una forte pressione antropica;

- perché accanto all’inceneritore (100m) si trova l’Oasi di Focognano, 100 ha di habitat lagunare dove è in atto un percorso di riconversione ecologica;

- per i costi elevatissimi della costruzione e soprattutto della sua manutenzione;

- perché l’inceneritore crea pochi posti di lavoro (circa 50);

- perché l’inceneritore produce ceneri tossiche (contenenti metalli pesanti) e scorie che devono essere gestiti in discariche speciali;

- perché l’inceneritore produce nano-particelle (10-100 nm) che se inalate entrano nel sistema sanguigno, come dimostrato da molti studi della Dott.ssa A.Gatti e S.Montanari;

- perché le sostanze emesse da un inceneritore non sono monitorizzabili, in quanto si producono migliaia di sostanze chimiche diverse (diossine ecc.) durante un processo di combustione;

- perché bruciare i rifiuti significa bruciare risorse (bruciare 1tonnellata di PET produce 3.22Gj/t di energia mentre se fosse riciclata produrrebbe 85,16 GJ/t);

- perché l’inceneritore rappresenta un sistema statico di gestione; una volta costruito l’inceneritore dovrà bruciare la stessa quantità di rifiuti per 20 anni, anche se nella provincia di Firenze si raggiungesse una RD del 90%.

- perché esistono alternative all’incenerimento dei rifiuti come la strategia Rifiuti Zero, che consente di gestire i rifiuti in modo sostenibile (con tecnologie a freddo), riducendo recuperando, riciclando e compostando le risorse provenienti dalle raccolte differenziate.



Chiediamo a Quadrifoglio e al gruppo Hera di ripensare al loro piano di costruzione dell’inceneritore di Case Passerini e di investire il loro capitali per:

- il potenziamento della raccolta porta a porta sul tutto il territorio provinciale (circa 1000 posti di lavoro in più);

- informare la popolazione per una corretta raccolta differenziata (organizzando incontri di quartiere);

- incentivare l’auto-compostaggio domestico e quello di comunità;

- creare una rete di di centri per la riparazione e il riuso dei materiali;

- sensibilizzare i bambini e le scuole in progetti di educazione ambientale;

- fare un piano per la riduzione dei rifiuti attraverso esempi concreti di buone pratiche a partire dagli edifici pubblici;

- istituire un centro per lo studio e la riprogettazione del materiale residuo in collaborazione con le università a favorire progetti di startup e spin-off per creare lavoro tra i giovani;

- incentivare l’utilizzo del compost di qualità per l’agricoltura del territorio.


Questi sono gli investimenti che secondo noi un’azienda pubblica gestita con soldi pubblici, dovrebbe fare. Rifiuti Zero non è un utopia ma un percorso che riguarda il futuro delle comunità, dell’ambiente e della salute di un territorio.


Per questo sabato 7 giugno vieni a pedalare con noi, per il futuro della piana e di tutti coloro che la abitano.

PROGRAMMA EVENTO

ORE 15:00 RAGGRUPPAMENTO GIARDINO FORTEZZA DA BASSO

ORE 16:00 INIZIO INTERVENTI

PROGRAMMA INTERVENTI

Introduzione: Antonio Di Giovanni, Rifiuti Zero Firenze

- Rossano Ercolini, premio Goldman Price 2013, Presidente Zero Waste Europe;

- Danilo Boni, ciclista "Tour delle Buone Pratiche Rifiuti Zero".

ORE 17:00 PARTENZA FORTEZZA DA BASSO
ITINERARIO

ORE 18:00 ARRIVO OASI WWF STAGNI DI FOCOGNANO

INTERVENTO
- Carlo Scoccianti responsabile Oasi WWF Stagni di Focognano.

ORE 19:00 PARTENZA DA OASI WWF STAGNI DI FOCOGNANO

ORE 20:00 ARRIVO GIARDINO FORTEZZA DA BASSO, APERITIVO IN COLLABORAZIONE CON OFF- BAR


DISTANZA DA PERCORRE 18 Km (andata / ritorno)

Veniteci a trovare
il 7 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: