Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Cineforum emigrazione - immigrazione

Arci Catania Piazza Carlo Alberto, 47, Catania CT, Italia
Google+

Arci Catania, insieme con Officina Rebelde, Mangiacarte Libreria Sociale, Opificio Zeronove e Gammazita Catania, vi invita al cineforum sull'emigrazione - immigrazione.
L'evento si articolerà in cinque appuntamenti e verranno proiettati:



• 29/05 alle 21.30- Arci Catania, piazza Carlo Alberto 47
Il cammino della speranza (Italia)

L' odissea di un gruppo di siciliani che, dopo la chiusura della zolfatara, partono verso il nord finché, dopo varie peripezie, passano clandestinamente il confine con la Francia.
Scritto dal regista con Fellini e Tullio Pinelli e tratto dal romanzo Cuori negli abissi di Nino Di Maria. Orso d'argento a Berlino.AUTORE LETTERARIO: Nino Di Maria



• 6/06 alle 21.00-Officina Rebelde, via Coppola 6
Welcome (Francia)

Ambientato a Calais in Francia e vede come protagonisti Simon Calmat, un ex campione olimpionico di nuoto, e Bilal Kayani, immigrato curdo-iracheno.
Bilal giunge a Calais dopo un viaggio attraverso l'Europa durato oltre tre mesi con lo scopo di ricongiungersi alla fidanzata Mina, residente a Londra con i famigliari. Segue l'incontro con Simon, istruttore francese di nuoto, il quale aiuta Bilal sia dal punto di vista pratico, sia dal punto di vista psicologico. Nel frattempo Mina viene promessa sposa, dal padre, ad un ricco cugino, Hassam, che gli promette in cambio una posizione importante nella gestione di un ristorante di Londra di cui è proprietario. Tutto questo non basta a distrarre Bilal dal suo intento di raggiungere la Gran Bretagna a nuoto, attraverso il Canale della Manica, nonostante i pericoli delle forti correnti, del grande traffico mercantile, della bassa temperatura delle acque dovuta al periodo invernale e alle dieci ore in cui dovrà nuotare ininterrottamente per compiere l'attraversata.



• 19/06 alle 21.00- Mangiacarte, via Verginelle, 13
Lorna's silence (Belgio/Francia)

Liegi, Belgio. Lorna è una giovane immigrata albanese, che per avere la cittadinanza ha pagato un tossicodipendente per sposarla. Lorna dovrebbe pagare il giovane, Claudy, il doppio per poi poter divorziare. Insieme al tassista Fabio però ha progettato di farlo morire per overdose, per poi potersi sposare con un russo per far ottenere la cittadinanza a quest'ultimo, che la paga molto bene. Lorna, fidanzata con Sokol, ha il sogno di aprire un bar. Claudy, però, vuole finirla con la droga e chiede aiuto proprio a Lorna, la quale, dopo un'iniziale ostilità, decide di aiutarlo, anche perché inizia a provare qualcosa per lui. Lorna cerca allora di anticipare il divorzio per non far morire Claudy, ma Fabio gli procura l'overdose uccidendolo. In seguito Lorna si convince di essere incinta di Claudy, con il quale ha avuto un rapporto, anche se i medici le assicurano che non lo è. Così va in fumo l'affare con il russo e Lorna si vede voltare le spalle sia da Fabio che dal fidanzato Sokol, i quali si riprendono quasi tutti i soldi della ragazza. Quando inizia a sospettare che la vogliano uccidere, a Lorna non resta che una fuga disperata con il bambino che crede di portare in grembo.



• 29/06 alle 21.00- Opificio Zeronove, via Opificio, 13
La jaula de oro (Messico/Spagna)

È la storia di alcuni adolescenti guatemaltechi nel loro viaggio attraverso il Messico con l’obiettivo di raggiungere gli Stati Uniti d’America. Il film mostra in modo esplicito la violenza quotidiana vissuta dalle persone che cercano di migrare verso il paese nordamericano. Il film mostra inoltre l’opera di padre Alejandro Solalinde, un prete cattolico che per il suo impegno con i migranti è stato più volte minacciato di morte da alcune organizzazioni criminali dedite al traffico di persone, armi e droga. Esso appare nel film come se stesso mentre accoglie i migranti nel rifugio Hermanos en el Camino, da lui fondato presso Ciudad Ixtepec, Oaxaca.



• 03/07 alle 21.00- Gammazita, piazzaa Federico di Svevia, 92
Latcho Drom (Francia)

Un documentario sui viaggi, le musiche, le danze dei gruppi gitani provenienti da Rajastan, Egitto,Turchia, Romania, Ungheria, Slovacchia, Francia e Spagna. Secondo film della trilogia che Gatlif ha dedicato ai gitani iniziata nel 1983 con Les Princes - L'uomo spezzato e conclusasi con Gadjo Dilo - Lo straniero pazzo del 1997.

Veniteci a trovare
il 6 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: