Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

GameOver

Biblioteca Passerini-Landi via G. Carducci, 14, Piacenza PC, Italia
Google+

Spettacolo teatrale dal 12 al 14 giugno.

Ingresso da Vicolo San Pietro.

Ingresso gratuito.
È richiesta prenotazione via telefono al numero 0523 492406 (lun-ven 9-13) o via mail all'indirizzo anna.salerno@comune.piacenza.it.

Regia Corrado Calda, testi Giusy Cafari Panico e Corrado Calda. Aiuto regia Gianpiero Aceto. Scenografia Veronica Grisenti. Con Roberto Aielli, Gianpiero Aceto Maurizio Cammi, Leo Calori, Simona Fornari, Francesca Poggi, Martina Sisti, Luca Isidori, Loredana Vallisa, Denise Lommi, Omar Giorgio Makhloufi, Ginevra Tagliafichi e Andrea Molinari.

È un discesa nel buio, in una dimensione temporale e spaziale propria del gioco d’azzardo. Il tempo non esiste più: è solo quello dettato dai numeri dei livelli raggiunti nei videogiochi, dei punteggi alle slot machine, o dei semi delle carte da gioco. Nello scontro tra il simbolico, rappresentato dall immaterialità del gioco e del concreto, la realtà, il determinismo o l’assoluto fluttuare degli eventi sono da sempre un enigma, un bivio a cui l'uomo eternamente cerca di trovare una soluzione. Nel gioco non c’è semplicemente il gesto ludico o la voglia di ricchezza. Alberga dolorosa la ricerca di un senso all’esistenza, del senso ultimo del limite, un’ interpretazione della vita, che ne diviene testimonianza tragica. Una ricerca quasi religiosa di assoluto, presente d' altronde in tanti riti che ben conosce chi gioca, che riconduce agli interrogativi ultimi dell’essere umano. Gli spettatori itineranti in questa inedita enorme sala giochi, diventano parte integrante della rappresentazione, di volta in volta giocatori essi stessi, o addirittura oggetti.

Veniteci a trovare
dal 12 al 14 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: