Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

STREET PARADE! RECLAIM THE CITY!

Piazza Politeama Piazza Castelnuovo, Palermo, Italia
Google+

Il Teatro Mediterraneo Occupato, il CSOA Ask 191 e i Centri Sociali ExKarcere e Anomalia si riprendono la città!

La sera del 13 Giugno la città sarà nostra, una grande street parade con musica live, dj set e live performance di svariati artisti di strada!

TRE CARRI attraverseranno le vie del centro inondandole di musica.
Contro divieti e repressione, per una città libera e di tutti!!

PRIMO CARRO : TEATRO MEDITERRANEO OCCUPATO
Line Up Work in Progress..

SECONDO CARRO : CSOA EX KARCERE - ANOMALIA
Line Up Work in Progress..

TERZO CARRO : ASK 191
Line Up Work in Progress..


In questi giorni i media nostrani tornano a parlare di un “Orlando furioso” che avrebbe ordinato agli uffici di competenza, di redigere un nuovo regolamento per le attività notturne nel centro storico e per regolamentare la cosiddetta “movida”.
Quello che l'amministrazione paventa è l'ennesimo giro di vite sui locali e su attività quali: musica dal vivo, serate all'aperto e vendita di alcolici e bevande.
Tra le dichiarazioni di Orlando poi l'immancabile parola magica “criminalità”, quella “mano invisibile” che muove i fili della movida palermitana ovviamente, ma anche quella che sta dietro all'occupazione di case, alle proteste dei disoccupati, della Gesip e dei P.i.p.
Ancora una volta dunque la retorica della legalità viene utilizzata a fini propagandistici e repressivi.
Abbiamo già visto, coi precedenti regolamenti, come questa amministrazione intende portare avanti una politica di gentrificazione del centro storico che mira a espellere i suoi abitanti storici per far posto ai benestanti e agli speculatori.
Questa amministrazione continua a muoversi sul campo dell'ambiguità, ciò che ha dimostrato finora è stata la capacità di recintare, innalzare muri e chiudere zone della città che vanno riconquistate e liberate dal controllo e dalla repressione.
Come artisti e lavoratori dello spettacolo reclamiamo il nostro “Diritto alla città”, il diritto collettivo per eccellenza perchè riguarda tutti gli abitanti delle città, indipendentemente dallo status sociale, dall'età o dal genere, le città sono di chi le vive e solo i cittadini dovrebbero potere plasmarle, secondo i bisogni e le esigenze degli stessi.

LA CITTA' E' DI CHI LA VIVE!
RECLAIM THE CITY!

Veniteci a trovare
il 13 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: