Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Visita cantine d'Araprì

Cantine d 'Araprì via Zannotti , 30, San Severo FG, Italia
Google+

Domenica 15 giugno prossimo, concluderemo, per quest'anno sociale, il viaggio nelle cantine del nostro territorio, visitando le cantine d'Araprì (www.darapri.it).

L'azienda "d'Araprì", il cui marchio è dato dalle prime lettere dei tre cognomi (letti in successione) dei tre amici fondatori, uniti dalla passione comune per il vino ed i vitigni autoctoni del Tavoliere, Girolamo D’Amico, Louis Rapini e Ulrico Priore, è l'unica realtà pugliese che produce esclusivamente spumanti con il metodo classico (ovvero con fermentazione in bottiglia, detto anche metodo “Champenoise”) e tra le pochissime in tutto il meridione d’Italia.

In effetti, il vitigno autoctono della Capitanata ,“Bombino bianco”, nella spumantizzazione riesce ad esprimersi nella sua pienezza.

L’attività è dislocata attualmente in due strutture, in una (vendangerie) si lavora da settembre a marzo, periodo in cui viene lavorata l’uva e trasformata in vino, nell’altra, un’antica cantina (Palazzo d'Araprì) situata nel centro storico della città, il vino già imbottigliato con tappatura provvisoria, completa il ciclo di produzione. I sotterranei si estendono per circa 1000 mq, nel centro storico a ridosso della Chiesa di San Nicola, una delle più antiche di tutta la città. Essi risalgono al 1600 e si estendono sotto storici Palazzi. Qui si possono ammirare testimonianze del passato quali: un pezzo delle antiche mura di cinta del 1200, una antica pressa del 1836 e la prigione dei Carbonari Morelli e Silvati. In questo storico ambiente invecchiano, per almeno tre anni, al fresco e al buio le migliaia e migliaia di bottiglie prima di vedere la luce e di essere abbigliate.

Al termine della visita, ci saluteremo, prima della pausa estiva, pranzando tutti insieme a Palazzo d'Araprì.

Di seguito il menù degustazione "TERRA NOSTRA":

- Benvenuto a Palazzo (Crostini con salse del ortolano, tortino di verdure, grissini saporiti) - d’Araprì Brut

- Sapori del Pastore (zucchine e melanzane grigliate, peperoni gratinati, cacioricotta, treccione e caciocavallo del Promontorio del Gargano) - d’Araprì Pas Dosè

- La Minestra del Terrazzano (fave e cicorie selvatiche con olio extravergine da olive peranzane) - d’Araprì Riserva Nobile 2010

- Fusilli della Nonna (fusilli con pomodorino fresco e finocchietto selvatico) - d’Araprì Brut Rosè

- Arrosto dei Monti Dauni (maiale nero al forno al forno con lampagiuoli e patate) - d’Araprì Gran Cuvée XXI secolo 2008

- Frutta di stagione

- Dolce della tradizione (Peperati e “pascha munescka” con mostocotto) - Brandy degli Angeli

Per info, costi e prenotazioni, scrivere a bat@onav.it.

Veniteci a trovare
il 15 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: