Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

ANDATA E RITORNO - Esposizione fotografica di Alessio Ursida

Piazza delle Vigne Piazza delle Vigne, Genova, Italia
Google+

Il fine giustifica il mezzo?

Andata e Ritorno è un progetto fotografico e una indagine sulla comunicazione non verbale sull’utilizzo quotidiano del mezzo di trasporto pubblico.

Un fotografo e un architetto si confrontano sul tema della mobilità come occasione per interrogarsi sul detto “il fine giustifica i mezzi”. Stimolati dalle implicazioni funzionali che il detto fornisce nel tendere ad un obiettivo e dall’accettazione diffusa di un modus vivendi ormai utilitaristico,
convengono che la domanda ed il comune modo di dire sono insufficienti per distinguere le sfumature del quotidiano.

Semplificare l’esperienza di un percorso con la partenza e la destinazione equivale a perdere l’esperienza del percorrere.

Nell’arte e nella comunicazione il mezzo non ricopre un ruolo unicamente strumentale, è interfaccia fra l’autore ed il supporto, può essere scoperta e complemento nel processo di realizzazione dell’opera e trasmissione del messaggio.

Il fotografo predilige operare in questo contesto con un mezzo semplice, discreto. Utilizza un comune telefono, non per scelta stilistica ma per dovere procedurale. E’ parte del sistema liquido composto dagli utenti, dai passeggeri e come tale immerso nella dinamica relazionale che si instaura. Fa uso del bianco e nero per concentrarsi sui colori degli stati d’animo, degli accadimenti.

L’architetto indaga lo spazio delle relazioni possibili in tali condizioni. Si immerge nel contesto partendo dalla lettura fotografica dell’utenza esplorando i rapporti fra caratteristiche spaziali del mezzo e prossemica, tra spazio personale e spazio liquido. Con un approccio dialettico e narrativo investiga i possibili cortocircuiti nell’affrontare la domanda da un punto di vista logico-funzionale.

Entrambi colgono l’occasione del tragitto urbano in autobus come mezzo di ricerca del quotidiano.

Si può viaggiare per vedere qualcosa di nuovo, ma anche per tornare e poter vedere l’ordinario con occhi nuovi.

Alessio Ursida | fotografie
Matteo Guidi architetto | testi


http://www.alessioursida.com
http://www.tvrbo.it/somethingelse/andata-e-ritorno/

Veniteci a trovare
il 6 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: