Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Senza ergastoli. Per una società non vendicativa

Casa Reclusione N.C. Di Padova "due Palazzi" via due palazzi 35/a, Padova PD, Italia
Google+

In Italia ci sono più di 1600 persone condannate all'ergastolo: circa la metà di loro si trova nei circuiti differenziati, tra regime di Alta Sicurezza e 41 bis, quindi esclusa dalle misure alternative al carcere, il che significa che rischia molto seriamente di morire dietro le sbarre.
Certo, si tratta di persone accusate di reati pesanti. Ma durante un incontro con i detenuti di Ristretti Orizzonti, Agnese Moro, figlia di Aldo Moro, lo statista ucciso dalle Brigate Rosse, ha detto: “L’ergastolo è come dire ad una persona ‘ti vogliamo buttare via’, ma io non voglio buttare via nessuno”.
Una frase, questa, che ci spinge ancora di più, oggi, a impegnarci per un superamento della condanna a vita. Allora abbiamo deciso di organizzare un incontro dal titolo “Senza l'ergastolo. Per una società non vendicativa” per avere la possibilità di ascoltare direttamente da persone condannate all'ergastolo cosa significa passare una vita senza speranza.
Ci saranno Carmelo Musumeci, Angelo Meneghetti, Agostino Lentini, Biagio Campailla, Roverto Cobertera, Gaetano Fiandaca, Davor Kovac, Bardhyl Ismaili e altri ergastolani a raccontarci la quotidianità di una condanna senza fine.
Ascolteremo anche le testimonianze di alcuni familiari, per i quali la separazione dal proprio caro si rivela una condanna altrettanto drammatica.
Interverranno anche docenti universitari, politici e intellettuali che ci offriranno il loro punto di vista per aiutarci a riflettere suipossibili percorsi per costruire un sistema penale più umano e, di conseguenza, una società più civile.

La pianista e compositrice Alessandra Celletti interverrà all'incontro con alcuni pezzi musicali.

Partecipano all'incontro anche alcuni studenti delle scuole che si sono confrontati con i detenuti della redazione di Ristretti Orizzonti grazie al progetto
“Il carcere entra a scuola, le scuole entrano in carcere”.

Per iscriversi: www.ristretti.org alla sezione
http://www.ristretti.it/commenti/2014/maggio/ergastolo/modulo_di_iscrizione.htm
oppure scrivere all’indirizzo: redazione@ristretti.it
L’iscrizione è gratuita. Per il pranzo che si consumerà all'interno del carcere si chiederà un contributo di 5 euro.

Veniteci a trovare
il 6 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: