Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Mercatini natalizi a Senigallia

Senigallia AN, Italia
Google+

Si svolge a Senigallia, sotto i Portici Ercolani, un mercatino natalizio presso il quale, fino al 24 di dicembre, sarà possibile acquistare oggetti d’artigianato locale presso oltre ottanta degli operatori che occuperanno i porticati da corso II Giugno sino a via Cavallotti. Sulle bancarelle disposte sotto i portici potremo trovare addobbi e articoli natalizi, il vischio e, ovviamente, gli squisiti dolci delle feste, tra cui torroni e panettoni. Si tratta anche di un’ottima occasione per visitare questa opera architettonica, costruita nella seconda metà del Settecento dall’architetto Alessandro Rossi ed intitolata al cardinale Ercolani. Eretti per essere adibiti ai traffici della fiera, i portici furono costruiti utilizzando dei grossi blocchi di pietra bianca provenienti dall’Istria; il primo isolato, in cui sorge palazzo Gherardi, ospita la Biblioteca comunale Antonelliana, nella quale sono contenute diverse opere di grande pregio. Il periodo in cui i portici furono costruiti costituiva un momento di grande splendore per il commercio di Senigallia, e detta struttura avrebbe dovuto sostituire le antiche mura cittadine con botteghe destinate ad accogliere i mercanti provenienti in città per la Fiera della Maddalena. Passeggiando sotto le arcate, potremo rivivere i tempi in cui, lungo le due sponde del canale urbano avvenivano i commerci di legname, spezie, manufatti e granaglie, ed oltre cinquemila forestieri affluivano dalle nazione levantine per acquistare merci. Il mercatino trae quindi le sue origini da un’antica tradizione mercantile, che all’epoca era molto famosa in tutt’Italia, al punto che il celebre commediografo Carlo Goldoni, nel 1760 vi dedicò un’opera che si chiama appunto ‘La fiera di Sinigaglia’.

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: