Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

SPEEDY ORTIZ live @sPAZIO211 - giovedi 5 giugno 2014

sPAZIO211 Via Cigna 211, Torino, Italia
Google+

SPEEDY ORTIZ live @sPAZIO211
giovedi 5 giugno 2014
doors: 21.29 - ticket: 10 euro
(prevendita: https://www.mioticket.it/spazio211/default.asp?language=3)

Gli Speedy Ortiz nascono nel 2011 e trovano presto una calda accoglienza nel rock underground del Bay State, a Boston e nella scena sperimentale del Massachusetts occidentale.
Nel marzo 2012 la band registra e autoproduce due singoli, “Taylor Swift” e “Swim Fan”, con la collaborazione di Paul Q. Kolderie (Pixies Hole) e Justin Pizzoferrato (Chelsea Light Moving, Dinosaur Jr.). Il loro album di debutto, Major Arcana, uscito nel Luglio del 2013 per Carpark Records, è stato nominato Best New Music da Pitchfork. Questo lavoro permette agli Speedy Ortiz di evolversi da un progetto lo-fi ad uno molto più collaborativo, caratterizzato dalle linee di basso di Darl Ferm, dai riempimenti chiassosi del batterista Mike Falcone, e dall’equilibro tra il chitarrista Matt Robidoux, con i suoi giochi anti melodici, e il riff angolare della frontwoman Sadie Dupuis. Il risultato finale è una band capace di filtrare le loro influenze e impulsi in qualcosa di dissonante e allo stesso tempo melodico.
Real Hair, uscito il 12 Febbraio per la Carpark Records, è il loro ultimo lavoro.
Il nuovo EP, registrato e mixato da Paul Q. Kolderie (Pixies, Radiohead), incrementa il songbook della band con nuove tecniche: Sadie Dupuis e Matt Robidoux aggiungono nuovi effetti e colori alle chitarre, mentre il bassista Darl Ferm e il batterista Mike Falcone ben consegnano il senso di urgenza presente nell’Ep e in American Horror, in particolare.
Il nuovo lavoro è più intimo: nelle canzoni Sadie Dupuis sostiene le preoccupazioni circa la sua identità, la sua immagine, e il rapporto d’incoerenza tra loro. In questo nuovo EP questa tematica è affrontata da un nuovo punto di vista: mentre l’album Major Arcana era una specie di marmellata di rottura, le canzoni presenti qui sono molto più introspettive: affrontano, parlano e descrivono pienamente l’essenza della cantante.

Veniteci a trovare
il 5 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: