Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Mauschwitz

Cavallerizza Reale via Giuseppe Verdi 9, Torino, Italia
Google+

Mauschwitz Tratto da Art Spiegelman
di SarahSilke Tasca e Jacopo Veronese

regia SarahSilke Tasca

musiche Marco Mastroeni

con Marco Mastroeni e Jacopo Veronese

Produzione Teatro l’Amaca

Durata 50 minuti


Poco c'è di più sacro e intoccabile della memoria di un genocidio. Art Spiegelman ha utilizzato, per raccontare dello sterminio degli ebrei, un medium abbastanza "ordinario" che normalmente viene scelto per affrontare tematiche più leggere: il fumetto. Con profonda umiltà ed onestà ha testimoniato la storia dei suoi genitori sopravvissuti ai campi di sterminio, intrecciandola alla personale ricerca di una propria identità di sopravvissuto di seconda generazione. Abbiamo trasposto il fumetto "Maus" in uno spettacolo teatrale che mantiene vivo il doppio binario del travaglio artistico ed interiore del protagonista e della memoria per sempre incisa dei racconti del padre. L'atmosfera del fumetto è ricreata attraverso l'utilizzo di maschere zoomorfe e la sola linea melodica di un basso acustico. L'allestimento essenziale ne permette un montaggio versatile e una messa in scena adattabile a seconda delle circostanze. La fissità delle vignette viene fatta rivivere amplificando le pause di silenzio tra i protagonisti; nei movimenti degli attori condizionati dall’impedimento delle maschere rigide e con l’attraversamento dello spazio scenico dettato da passeggiate sospese che echeggiano un cambio pagina del fumetto stesso. La scelta bicromatica del bianco e nero per l’allestimento e i costumi, con la sola eccezione del pigiama del padre di Art, sottolinea la dimensione illustrativa e la scelta stilistica fortemente espressionista dello stesso Spiegelman.

Veniteci a trovare
il 5 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: