Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

I Don't Like Mondays - Marzia Todero

The Social Stone via Gorizia, 18, Trento, Italia
Google+

Marzia Todero dell’Associazione familiari e amici di Fausto e Iaio,
dialoga con Carlo Martinelli sul libro “Fausto e Iaio. Trent’anni dopo. Raccolta di scritti, documenti, testimonianze per non dimenticare” (Costa & Nolan)

Nuovo appuntamento con i libri al Community Cafè di via Gorizia 18, a Trento. Protagonista Marzia Todero, insegnante: con lei l’occasione di ricordare uno degli episodi più feroci degli Anni Settanta. L’uccisione a sangue freddo, a Milano, il 18 marzo 1978, di Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, per tutti Iaio. Avevano diciotto anni. Non hanno mai avuto giustizia, non sono mai stati dimenticati. Milano ha dedicato loro i giardinetti di piazza Durante, a pochi metri dal marciapiede dove vennero ammazzati senza pietà. Una targa dice: «Per sempre ragazzi. La città di Milano ricorda il loro sogno di un mondo migliore». A Telese, paese d'origine di Lorenzo, c’è stata l’intitolazione dei giardini della suola elementare da lui frequentata. Lo Stato italiano ha ufficialmente inserito Fausto e Iaio tra le “vittime del terrorismo”. Adesso, con forza – è in corso una raccolta di firme - si chiede che anche Trento trovi il modo di ricordarli. C’è un motivo evidente: Fausto Tinelli è nato a Trento il 25 novembre 1959 ed è qui sepolto, al cimitero di via Giusti: nuove costruzioni, stanza 4, fila 2, colonna 23, posto in muratura numero 618. La registrazione video dell’incontro sarà disponibile - così come tutte le conversazioni sui libri fin qui tenute al The Social Stone – sui siti www.keecomm.net e www.thesocialstone.net da poco proposti in una nuova veste grafica.

La storia / Dal 18 marzo 1978, i familiari, il centro sociale Leoncavallo, gli amici, i cittadini milanesi e non solo, ricordano Fausto e Iaio. Nel 1996, i familiari e alcuni amici, ritennero importante costituirsi come realtà di riferimento per evitare la chiusura dell’inchiesta giudiziaria e per mantenere viva la memoria dei due ragazzi. Nacque “l’associazione familiari e amici di Fausto e Iaio” che opera da anni con un intervento culturale e sociale verso i soggetti deboli, emarginati, con problematiche di inserimento e condizioni svantaggiate. Un impegno rivolto anche verso i giovani e gli studenti, promuovendo iniziative che favoriscano l’educazione alla pace, al diritto di cittadinanza, al recupero di valori quali solidarietà e impegno civile. L’associazione nel corso degli anni ha individuato l’importanza reale di parlare ai giovani, di dare loro spunti di riflessione, ma anche la possibilità di espressioni, artistiche, culturali, organizzando momenti di socializzazione. L’ associazione mantiene i vivi i valori e gli ideali in cui credevano Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci, due ragazzi di diciotto anni, che amavano la vita.
Marzia Todero parlerà in particolare del libro che ricostruisce la storia di Fausto e Iaio attraverso scritti, documenti, testimonianze e con un cd di immagini e filmati. Per non dimenticare.

Veniteci a trovare
il 9 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: