Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Presentazione di NON TI DIVERTIRE TROPPO (Flying Kids)

Santeria Milano via Ettore Paladini, 8, Milano, Italia
Google+

La parte seria:
“Non ti divertire troppo” è un libro sui ricordi, sulla bellezza dell’adolescenza, sul come si stava bene, ma è anche il racconto di un genere e di quello che ci ha lasciato, un omaggio sentito ad una generazione di musicisti. La musica alternativa americana vista da qui, dalla provincia dell’impero. La copertina l'ha fatta Zerocalcare.
E cosa non è? Non è la risposta italiana a “Our Band Could Be Your Life”, non parla di “indie”, non racconta la storia di questi gruppi: racconta storie collegate, collegabili, a volte del tutto collaterali ai gruppi che danno il titolo ai racconti.
Gruppi persi, generi a volte dimenticati, che però hanno cambiato un sacco di vite.
Fuori i nomi? Eccone alcuni: Fugazi, Pavement, R.E.M., Slint, Shellac, Dinosaur Jr., Sonic Youth. Ma ce ne sono altri 23.

La parte faceta:
Una cosa nata in maniera così spontanea non può che presentarsi a tutti noi come una festa.
E quindi oggi, 14 Giugno, Santeria e Flying Kids hanno deciso di contraddire sfacciatamente il titolo del libro e fare baldoria: certamente parlando di com'è nato il progetto, e poi mettendo musica bella, suonando musica altrettanto, bevendosi delle birrette e lasciandosi divertire da quella leggera nostalgia per qualcosa che è finito solo se non se ne parla.
Interverranno, parleranno, suoneranno, faranno casino, disturberanno, Fabio De Luca (Rolling Stone e troppo altro per dirle tutte), la crew di Flying Kids al completo formata da Federico Sardo, Philip di Salvo, Renato Angelo Taddei e Tommaso Ottaviani, Emiliano Colasanti (ancora rolling Stone, 42 Records & more), Daniele Ferriero (Rumore), Carlo Bordone (ex-Mucchio, ex-Rumore, Fatto Quotidiano, traduttore italiano di Our Band Could Be Your Life), il tutto accompagnato da una selezione di sorprendenti cover a opera di Riccardo Rivaroli, Elia Alovisi (anche lui di Rumore).

Veniteci a trovare
il 14 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: