Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

E' Cchiju' Vicinu 'u Denti Du' Parenti - A GRANDE RICHIESTA SI REPLICA

Teatro a. Tieri Cosenza CS, Italia
Google+

Il Teatro Morelli di Cosenza, sabato 11 maggio 2014 strapieno per la Commedia in Vernacolo “E’ cchijù vicinu u’ denti du’ parenti” di B. Bruni e Antonio Conti, prodotto dal Centro Studi “Dance Project” e patrocinato dal Comune di Cosenza. La Commedia dai ritmi serrati e assolutamente esilaranti, ha coinvolto il pubblico nella vicenda del povero anziano arteriosclerotico Carlo Mantovani (A. Conti) che riceve lo sfratto nel giorno del settantacinquesimo anno di età. L’anziano vive in casa con il suo primogenito Nicola (A. Conte), zoppo e bisognoso anch’esso di cure. I due vengono assistiti nelle faccende domestiche da Annina (F. Marchese), una giovane sempre disponibile e amorevole. Giungono per gli auguri al vecchio padre, prima la figlia Monica (S. Mendicino) con il marito Aldo (M. Silani), entrambi calcolatori ed egoisti e successivamente il figlio Tonino (P. Gagliardi), uno strano personaggio svampito e annichilito che ricorda immediatamente i film muti di “Charlot” con la moglie Sofia (B. Bruni) assolutamente in contrasto con lui poiché litigiosa e nevrotica, sempre aggressiva e irrequieta ed il piccolo Valentino (G. Conti) vittima delle esasperazioni di entrambi. I parenti, temendo vicina la possibilità di dover ospitare i due, a causa dello sfratto, vanno su tutte le furie. Il crescendo delle liti e delle discussioni coinvolge anche un amico di famiglia, Pasquale (C. Reda), un uomo in carrozzina che si ritrova catapultato all’interno della casa. A stravolgere il corso della situazione è l’arrivo inaspettato del Notaio Caio Trentacapilli (M. Tiesi), anch’esso sopra le righe, in esso infatti sono concentrati tic nervosi ed esagerati che sbigottiscono i presenti. Il pubblico, assolutamente divertito dalla rappresentazione, grazie alla bravura degli attori e all’attenta e curata regia di Antonio Conti, ha apprezzato il lavoro della Compagnia dall’inizio alla fine, dove gli applausi a scena aperta e le risate si sono repentinamente trasformate in una commozione profonda per l’attualità della tematica e la crudele verità raccontata dal testo. Ovviamente il destino ha voluto che il sipario del Morelli non si chiudesse, quasi un monito positivo per la Compagnia che apre con la rappresentazione del 10 Maggio 2014, ufficialmente il tour, con l’impegno di far giungere il nostro teatro popolare di Calabria al di là dei confini della “Nostra Terra Cosentina”.

Veniteci a trovare
il 17 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: