Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

| Mercoledì 16 Luglio | ENZO AVITABILE e i BOTTARI in concerto | San Salvo Marina (CH) |

San Salvo Marina Vasto CH, Italia
Google+

Mercoledì 16 Luglio 2014
ENZO AVITABILE e i BOTTARI in concerto
San Salvo Marina (CH)

BIOGRAFIA:
Cresce nel quartiere di Napoli Marianella studiando il sassofono ed inizia a sette anni ad esibirsi nei locali "americani" della città partenopea; si diploma poi in flauto al conservatorio di San Pietro a Majella. Avitabile suona vari generi musicali che vanno dalla world music alla jazz fusion. Nell’ideare la sua musica il cantautore non sembra condizionato dalle logiche commerciali. Nel corso della sua carriera, ha collaborato con artisti di tutto il mondo, come James Brown e Tina Turner, oltre ad aver jammato sul palco di Umbria Jazz con Maceo Parker.

È del 1979 la sua partecipazione nel secondo e omonimo album di Pino Daniele. Nel 1980 partecipa all'album Nero a metà dello stesso Pino Daniele, come corista nel brano "A me me piace 'o blues" e, sempre nello stesso anno, suona il sassofono baritono e tenore in Sono solo canzonette di Edoardo Bennato. Nel 1982 esce il suo primo lavoro discografico, Avitabile, composto da nove brani nei quali è già presente la carica black dell'artista, e tra i quali figura una dedica all'amico scomparso Mario Musella (Dolce sweet "M"), realizzato in collaborazione con Mario Crispi.

L'anno successivo prende vita Meglio soul dove spiccano canzoni come "Charlie", in riferimento a Charlie Parker, "Gospel mio", cantata con Richie Havens e "When I believe", trasmessa dalle radio della penisola. Ancora l'anno dopo realizza Correre in fretta, con dedica alla figlia Connie. Il 1986 è l'anno di uscita di uno dei suoi lavori più noti, S.O.S. Brothers, che contiene la storica "Soul Express" e "Black Out", che nella versione remix vincerà un premio ad Ibiza come migliore brano dance dell'anno, degno di nota anche il brano "Mamma Che Caos" (realizzata anche in versione remix).

Nel 1988 pubblica Alta tensione, titolo dell'omonima canzone presente nell'album, per ribadire la presenza del funk, e una collaborazione con Afrika Bambaataa che si trasformerà del disco Street Happiness. Del 1990 è invece Stella dissidente dalla riconoscibilissima copertina di Milo Manara. L'anno successivo Enzo Avitabile realizza un album omonimo, affiancato da Corrado Rustici. Nel disco è presente una sola canzone in napoletano intitolata "Vide c'o' tengo", come a voler far presente i limiti impostigli dalla casa discografica, che per l'occasione lo sottopose ad un cambio di look.

Nel 1994 esce Easy dove mette in musica "'A livella" di Totò e canta in duetto con Randy Crawford "Leave me or love me". In quest'occasione la EMI gli affibbia l'etichetta di "artista ingestibile", per essersi rifiutato di partecipare al Festival di Sanremo. Nello stesso anno partecipa al Pistoia Blues Festival. Nel 1995 scrive la musica di "E' c'è ancora mare" canzone cantata da Giorgia Todrani inclusa nell'album della cantautrice Come Thelma & Louise. Una maggiore attenzione alla musica rap e al jungle ed un ritorno all'uso del napoletano nei testi, porta nel 1996 alla realizzazione di Addò in collaborazione con gli Agricantus.

"Ho capito che avrei dovuto suonare con lui: ha delle melodie african oriented. Così gli ho risposto: dai, suoniamo insieme. Enzo e i suoi musicisti sono formidabili. In studio la collaborazione è stata perfetta, un'unione sorprendente". Così Mory Kanté descrive l'inizio della loro collaborazione musicale che culminerà con O-Issa, album datato 1999. Insieme al singolo "Mane e Mane", una parte dei proventi verrà destinata a sostenere l'iniziativa dell'UNICEF per garantire il diritto alla scuola alle bambine del Benin. Dodici brani e due remix, le due canzoni scritte con l'artista africano, "Mane e Mane" (Kelendi-Kelendi) e "O-Issa"; "Musica 'e scantinato" insieme ai salentini Nidi d'Arac ed una canzone scritta interamente in parlese, "Bagan".

Dal 2004 le note di copertina dei suoi dischi sono firmate dall'antropologo Marino Niola. Nel 2009 vince il Targa Tenco per il miglior disco in dialetto, ovvero Napoletana uscito lo stesso anno. Nel 2012 vede la luce l'album Black Tarantella, il quale contiene diversi featuring e che si aggiudica la Targa Tenco per il miglior disco in dialetto. Sempre nello stesso anno, Jonathan Demme presenta al Festival del Cinema di Venezia il docu-film Enzo Avitabile Music Life, in cui il grande regista statunitense ripercorre la carriera del musicista napoletano[1]. Un brano di quest'album, "Gerardo nuvola 'e Povere", si aggiudica il Premio Amnesty Italia.

Nel 2013 collabora con Gigi D'Alessio nel brano "Notti di lune storte" contenuto nell'album Ora.

Veniteci a trovare
il 16 luglio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: