Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

RISATE E MUSICA A VILLA CORDELLINA

Villa Cordellina Via Lovara, 36, Montecchio Maggiore VI, Italia
Google+

TEATRO, MUSICA E INTRATTENIMENTO
a cura di Theama Teatro

CALENDARIO 2014

19 giugno
Theama Teatro
MAISON GIACOMO CASANOVA
Spettacolo di incontri con le donne di Casanova – prenotazione obbligatoria

26 giugno
Nautilus Cantiere Teatrale
LA MOGLIE, L’AMANTE E IL MONSIGNORE
farsa teatrale

03 luglio
Theama Teatro
L’EX MARITO IN BUSTA PAGA
commedia brillante

evento speciale ad ingresso libero
10 luglio – Castello di Romeo
CONCORSO RISCRIVI IL FINALE DI GIULIETTA E ROMEO
rappresentazioni sceniche dal testo vincitore e dai testi finalisti

17 luglio
Nautilus Cantiere Teatrale
DONNE DI VENERDÌ
commedia brillante

24 luglio
Compagnia Terracrea
POMO PERO, DIME ‘L VERO
prosa veneta

31 luglio
Pausacafé Vocal Ensemble
IL GOSPEL
concerto gospel


>INIZIO SPETTACOLI ORE 21
>SERVIZIO BAR
>IN CASO DI PIOGGIA GLI SPETTACOLI SARANNO
RAPPRESENTATI NELLA SALA DELL’AREA INTERNA
> indirizzo: via Lovara 36, Montecchio Maggiore
>biglietti: 8 € intero – 5 € ridotto (over 60, under 30)
>info: Theama Teatro – info@theama.it – 0444/322525


19 giugno – Villa Cordellina – ore 21.00/21.15/21.30/21.45/22.00
Theama Teatro
MAISON GIACOMO CASANOVA – l’uomo che amava le donne
spettacolo di incontri con le donne di Casanova – prenotazione obbligatoria
con Anna Zago, Anna Farinello, Alessandra Niero, Clarissa Battaglino, Daniela Calvene, Lara Campigato, Martina Canton, Valentina Ferrara, Arianna Guglielmi, Marianna Mattiello,Federica Omenetto, Daniela Padovan, Mara Santacatterina, Alessia Traverso, Gigliola Zoroni
regia di Anna Zago
Lo spettacolo ha la forma di una passeggiata all’interno di Villa Cordellina alla scoperta delle illustri ospiti che la abitano. La Villa si trasforma nella Maison Giacomo Casanova, ovvero nel cuore del grande conquistatore, che ancora avvolge e protegge le sue amate, ma che al contempo lascia loro il compito e la libertà di raccontare il suo amore e le sue avventure visto attraverso i loro occhi, attraverso la loro personale esperienza. Ne esce così un piccolo ritratto a tratti sensuale, a tratti nostalgico e a tratti ironico di Casanova, “l’uomo che amava le donne”.
biglietti: 8 € intero – 5 € ridotto (over 60, under 30)
prenotazione obbligatoria: Theama Teatro – info@theama.it – 0444/322525
Si prevedono gruppi d’ingresso di massimo 30 persone suddivisi per orario
Lo spettacolo si svolgerà nelle stanze all’interno di Villa Cordellina

26 giugno
Nautilus Cantiere Teatrale
LA MOGLIE, L’AMANTE E IL MONSIGNORE
farsa teatrale
di Roberto Fera
con Manuel Bendoni, Federico Bruno Calearo, Andrea Costa, Valentina Ferrara, Arianna Guglielmi, Federica Omenetto, Carlotta Schneck
regia di Daniele Berardi
Pur di ottenere un insperato posto in banca il giovane Ettore, nipote del Monsignor Maini, diventa l’amante della signora Campogallo, moglie del banchiere. I due si rendono presto conto di quanto sia duro e rischioso il “mestiere“ dell’amante, perché la vicenda diventa sempre più ingarbugliata e divertentissima, grazie anche all’intervento di una vecchia zia creduta morta, di un’equivoca donnina e di una cameriera con bebè, e a nulla servono gli interventi dello zio prelato per salvare Ettore da una rovinosa valanga di disavventure.

03 luglio
Theama Teatro
L’EX MARITO IN BUSTA PAGA (il tecnico)
commedia brillante
di Éric Assous
con Anna Zago, Piergiorgio Piccoli, Aristide Genovese, Daniele Berardi, Anna Farinello, Matteo Zandonà, Mara Santacatterina
regia di Aristide Genovese e Piergiorgio Piccoli
La vita è bella e senza problemi per Séverine Chapuis, a capo di una grande casa editrice parigina. Tutto procede per il meglio fino al giorno in cui si vede piombare in ufficio Jean-Pierre, il suo ex-marito. Un ex-uomo d’affari, ambizioso ed arrogante, che vent’anni prima l’aveva abbandonata per una giovane modella. Oggi, nel bisogno, senza sussidio e senza fissa dimora, malvestito e con sguardo mogio e supplicante, viene ad elemosinare un lavoro. Dapprima scioccata, poi impietosita, Séverine gli offre un impiego come “tecnico tuttofare”, naturalmente sotto falso nome perché non ritiene opportuno comunicare al personale dell’impresa che Jean-Pierre è il suo ex-marito. Inghiottendo il proprio orgoglio Jean-Pierre s’infila la giacca da lavoro, prende il secchio, la scopa e la ramazza e accetta tutte le umiliazioni di Séverine, che lo tratterà come l’ultimo dei servi. Ma lui non è certo il tipo d’uomo che si rassegna e, anche se non ha più denaro, non è certo privo di risorse a livello di inventiva per mettere in difficoltà l’ex consorte, la quale però lo ripaga, di volta in volta, in ugual misura. Da qui una guerra all’ultimo sangue e una serie di sconvolgenti sorprese che, in un crescendo di catastrofiche e divertentissime situazioni, portano tutti i personaggi della commedia verso l’inevitabile lieto fine.

evento speciale ad ingresso libero
10 luglio – Castello di Romeo
CONCORSO RISCRIVI IL FINALE DI GIULIETTA E ROMEO
DIVERSI MODI DI RAPPRESENTARE IL CELEBRE FINALE DELLA VICENDA DEI DUE AMANTI
Rappresentazione/racconto basata sui testi presentati al concorso “Riscrivi il finale di Romeo e Giulietta” organizzato nel 2013 dal Comune di Montecchio Maggiore e dal Consorzio Turistico Vicenzaè a cura di Theama Teatro
Il concorso ha dato l'opportunità di proporre un nuovo finale per la storia di Romeo e Giulietta in maniera totalmente libera, e i 49 finali diversi inviati testimoniano come molti ne abbiano approfittato per dare libero sfogo alla fantasia e creatività. Ci sono finali “tradizionali” di sapore shakespeariano (alcuni lieti, altri meno), ma anche soluzioni molto meno prevedibili. I protagonisti spesso escono dal loro carattere tradizionale, si ribellano, litigano perfino fra loro; intervengono in soccorso coincidenze inaspettate, personaggi storici o letterari, perfino esseri soprannaturali. Il lieto fine non è scontato, e c'è anche chi ha voluto farla finire ancora peggio.
Insomma se alcuni “finali” si apprezzano per il valore letterario, altri incuriosiscono e divertono per fantasia e creatività. In questa serata, oltre a rappresentare il testo vincitore, cercheremo di far assaporare al pubblico, un po' a spizzichi e bocconi, le interpretazioni più diverse (tragiche, comiche, liriche, epiche e chi più ne ha più ne metta) che la fantasia dei concorrenti ha saputo produrre. Appuntamento quindi per la festa finale dedicata ai due amanti nella magica cornice del Castello di Romeo.
Francesco Stagnitto, 20 anni, di Stradella (Pavia) VINCITORE
Vanes Ferlini, 50 anni di Imola
Luigi Giacomuzzi, 68 anni di Noventa Vicentina
Cristiana Pivari, 58 anni di Trento
Federico Angriman, 17 anni di Brendola

17 luglio
Nautilus Cantiere Teatrale
DONNE DI VENERDÌ
commedia brillante
di Antonio Zanetti
con Clarissa Battaglino, Daniela Calvene, Valentina Ferrara, Arianna Guglielmi, Federica Omenetto, Daniela Padovan, Daniele Berardi, Gianfranco Cardone
regia di Anna Zago e Piergiorgio Piccoli
Tre ragazze che condividono un appartamento, tre loro amiche in visita, alcune telefonate anonime, un marito birichino e un amico un po’ maldestro: ecco gli ingredienti di questa commedia d’attualità. Le sei donne hanno da tempo scelto di dedicare a se stesse una sera alla settimana: il venerdì. Ed è proprio in una di queste sere che qualcosa turba la serenità del “gineceo”. Un fantomatico maniaco prima le spaventa, poi le fa arrabbiare e infine entra a far parte della quotidianità delle ragazze, dando il via ad una serie di episodi la cui comicità scaturisce dai caratteri delle protagoniste e dai rapporti che si vengono a creare tra di loro.

24 luglio
Compagnia Terracrea
POMO PERO, DIME ‘L VERO
prosa veneta
liberamente tratto da Luigi Meneghello
con Valerio Mazzucato e Laura Cavinato
regia di Giorgio Sangati
In un periodo di grandi dibattiti sulle identità locali, sulla loro essenza e sulla loro permanenza, può essere illuminante fare un salto nel passato, nella memoria di un territorio tanto ricco, e da molti punti di vista, quanto complesso com’è il Veneto. Meneghello, con i suoi testi, propone un viaggio popolare e coltissimo, esilarante e commovente, nell’infanzia di un Nord-Est che non c’è più. Con un’ironia che solo la distanza (geografica e anagrafica) può dare (Meneghello ha passato gran parte della sua vita in Inghilterra come docente universitario di letteratura italiana), ci racconta i suoi ricordi di bambino in un piccolo paesino del vicentino, Malo. In questo percorso a ritroso nella sua memoria personale attraversa territori universali: l’epica della nascita, la scoperta del linguaggio, il trauma della scuola, il brivido della sessualità, il potere della religione, l’entusiasmo e la violenza dei giochi e l’onnipotenza della morte. E il racconto non può prescindere dal linguaggio, cioè dal pensiero che lo ha generato; dialetto (dialetti) e italiano si mescolano in un vortice espressionista, quasi espressione di due mondi, di due anime contrastanti ma complementari. La parola si fa interprete, testimone (ultima) di una cultura orale, fragile, magica. Scrive Meneghello che “quando si dimentica una parola, con questa non si rinuncia solo ad un termine vuoto ma si perde la cosa stessa”. L’autore ragiona così sul concetto di felicità, su cosa abbiamo perso e cosa abbiamo guadagnato con lo sviluppo della società, ma senza cadere in rimpianti conservatori e inutili patetismi. Non vuole dimostrare la superiorità di una o dell’altra epoca, vuole semplicemente metterle a confronto, contrapponendo il pensiero di lui da bambino con quello, lucido e ironico, del Meneghello ormai quarantenne.

31 luglio
Pausacafé Vocal Ensemble
IL GOSPEL
concerto gospel
soprani: Amalia Sabino, Beatrice Bedon
contralti: Alessandra Ferrari, Maria De Toni
tenori e bassi: Gianluca Macchini, Donato Santoro, Marzio Zilio
direttore: Franco Tufano
Che cos'è realmente lo SPIRITUAL? È semplicemente un genere musicale o un'esperienza di condivisione che permette di comunicare attraverso il linguaggio del canto? Franco Tufano, da oltre 20 anni cantante professionista, musicista e vocal-coach, ci guiderà nella storia del Gospel accompagnato dai “Pausacafé Vocal Ensemble”. Durante l’esperienza-concerto, alla quale il pubblico verrà invitato a partecipare attivamente, si alterneranno emozionanti brani del repertorio Gospel moderno, eseguito su basi musicali orchestrali registrate in importanti studi americani, a brevi approfondimenti sulle tecniche della respirazione diaframmatica, per riflettere sull'importanza della condivisione come fine ultimo, oltre che come strumento del canto corale.

Veniteci a trovare
dal 19 giugno al 31 luglio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: