Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

LE DOMENICHE IN BIBLIOTECA PRESENTA CLAUDIO STRINATI

Biblioteca Consorziale Di Viterbo Viale Trento n. 18/e, Viterbo VT, Italia
Google+

Domenica 8 Giugno ultimo appuntamento della Rassegna "LE DOMENICHE IN BIBLIOTECA" presso la Biblioteca Consorziale di Viterbo (Viale Trento n 18/e secondo piano): ospite lo storico dell'arte e musicologo CLAUDIO STRINATI che presenta il suo libro edito da Sellerio "Il mestiere dell’artista dal Trecento al Seicento". Coordina ANDREA ALESSI. L'ingresso è gratuito e siete tutti invitati a partecipare.

CLAUDIO STRINATI
Nato a Roma nel 1948, è storico dell’arte e musicologo. Collaboratore di Rai 5 e dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, è direttore scientifico della Fondazione Sorgente Group. Tiene una rubrica di critica musicale dal titolo Prendete Nota sul Venerdì di Repubblica. Ha ideato e curato numerose mostre in Italia e all’estero tra cui particolarmente significativa quella su Sebastiano del Piombo (Roma Berlino 2008). È esperto d’arte rinascimentale e baracco e fa parte del Comitato scientifico della rivista “artedossier”.

IL MESTIERE DELL?ARTISTA DAL TRECENTO AL SEICENTO
L’originalità di questo libro di Claudio Strinati sta nel suo porre al centro del racconto il “mestiere” dell’artista e il suo ruolo nella società nei secoli che vanno dal Trecento al Seicento. Un viaggio nella storia dell’arte italiana che parte da Giotto, quando nasce la nuova dimensione dell’artista umanista che riesce a parlare al cuore delle persone. Strinati ricostruisce il clima di quegli anni descrivendo i rapporti tra gli artisti, gli avvenimenti e i dibattiti religiosi che influenzarono o solo sfiorarono la loro vita, i personaggi politici che ne cambiarono le sorti. La narrazione prosegue con il tempo di Leonardo e Raffaello; si tratta di una delle stagioni che videro all’opera maestri dall’eccezionale ingegno e temperamento; Strinati preferisce raccontare quelle vicende attraverso le testimonianze dei contemporanei e se da un lato sono ricordati personaggi come Michelangelo, Bramante, Pontormo, dall’altro sono anche illustrati quei principi filosofici e critici sulla base dei quali gli uomini del tempo giudicarono i grandi artisti.

Veniteci a trovare
il 8 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: