Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Maurizio Pallante e Pietro Gaglianò presentano Sono io che non capisco. Rassegna Scripta l'arte a Pa

Libreria Brac Via dei Vagellai 18/r, Firenze, Italia
Google+

scripta
l’arte a parole

ciclo di presentazioni con autori e curatori di edizioni sulla critica d’arte contemporanea
a cura di Pietro Gaglianò
Libreria Brac, Firenze

Lunedì 9 giugno 2014 ore 18.00
Maurizio Pallante
presenta
Sono io che non capisco
Riflessioni sull'arte contemporanea di un obiettore alla crescita
Edizioni per la Decrescita felice



Ultimo appuntamento della stagione con Scripta, la rassegna dedicata alla critica d’arte a cura di Pietro Gaglianò, lunedì 9 giugno alle ore 18.00, presso la libreria Brac, in Via de’ Vagellai 18 r a Firenze. Scripta tornerà a settembre con altre idee, altri libri e nuovi protagonisti.
La terza edizione di Scripta si chiude con un intervento di Maurizio Pallante che dalla sua posizione di attivista e fondatore del Movimento per la Decrescita felice, compie una meditata analisi al sistema dell’arte e alla controversa condizione dell’artista che si trova a consolidare un universo di cui è al tempo stesso un critico.
Al centro di questo breve pamphlet c’è l’arte come bene di consumo “perché ciò che si consuma dura poco, è destinato a sparire presto per venire soppiantato di nuovo da qualcos’altro, da una idea più originale, successiva, e quindi – nell’ottica contemporanea – migliore”. Questa apparente inconciliabilità tra il regime del pensiero e della visione e il sistema consumista e capitalista che lo regolamenta e che grazie alla pretesa originalità delle idee si nutre e si consolida.
La critica di Pallante non punta a invalidare i processi della creazione contemporanea, a negare la necessità dell’arte e la sua centralità nella vita sociale, ma auspica una revisione perché tutto questo possa avvenire “fuori dalle leggi onnivore del mercato”.
Il libro è prefatto dall’architetto Paolo Portoghesi.
L’autore: Maurizio Pallante Fondatore e presidente del Movimento per la decrescita felice. Impegnato dal 1985 sulle tematiche ecologiche, in particolare in relazione alle tecnologie che aumentano l’efficienza nell’uso delle risorse, riducendo gli sprechi e l’inquinamento ambientale. Ha pubblicato diversi libri su questi argomenti. È autore anche di libri di divulgazione scientifico-ecologica per bambini. Per Editori Riuniti ha pubblicato: Metamorfosi di bios (2003); Un futuro senza luce? (2004); per le Edizioni per la decrescita felice: Un programma politico per la decrescita, (2008); Decrescita e migrazioni, (2009); La decrescita felice, (2009); Pilli, Silvia e la decrescita felice, (2011).

Libreria Brac
via dei Vagellai 18r, Firenze
www.libreriabrac.net
info@libreriabrac.net - tel. (+39) 0550944877

Ufficio Stampa
Monica Zanfini
Comunicazione Ufficio Stampa-Eventi
Via dell'Osservatorio 36, 50141 Firenze
Tel. 055 452567; Mob. 338 8060156
monicazanfini@alice.it

Veniteci a trovare
il 9 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: