Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

ORESTEA

Teatrino Zero Via Don Egidio Carraro 6, Spinea VE, Italia
Google+

da ESCHILO

spettacolo finale del laboratorio avanzato di formazione teatrale di TEATRINO ZERO

con
MARISA BON
BARBARA DE MARCHI
NEREO LANZONI
MONICA LAZZARIN
LORENZO MENEGHETTI
MARA MINTO
FABRIZIO PEROCCO
FULVIO PERUCH
MONICA PREVIGLIANO
VALENTINA SIMIONATO
CATERINA TARGATO
DAMIANO VENTRE

traduzione
PIER PAOLO PASOLINI
adattamento e regia
RENZO PAGLIAROTO


L’Orestea è una trilogia formata dalle tragedie Agamennone, Coefore, Eumenidi con cui Eschilo vinse nel 458 a.C. le Grandi Dionisie, le celebrazioni liturgiche dedicate al dio Dioniso. Delle trilogie di tutto il teatro greco classico, è l'unica che sia sopravvissuta per intero.
Le tragedie che la compongono rappresentano un’unica storia suddivisa in tre episodi, le cui radici affondano nella tradizione mitica dell’antica Grecia: l’assassinio di Agamennone da parte della moglie Clitennestra, la vendetta del loro figlio Oreste che uccide la madre, la persecuzione del matricida da parte delle Erinni e la sua assoluzione finale ad opera del tribunale dell'Areopago di Atene.

AGAMENNONE
Agamennone, sovrano della polis di Argo, alla partenza per la guerra di Troia, non aveva venti favorevoli, così per propiziarsi gli dei, su consiglio dell’indovino Calcante, aveva sacrificato la figlia Ifigenia, di bellezza eccezionale. I venti allora avevano cominciato ad essere propizi, sicché la flotta aveva potuto alzare le vele. Clitennestra aveva però deciso di vendicare il sacrificio della figlia, convincendo Egisto, cugino del marito e suo amante, ad aiutarla in tale impresa.
La prima tragedia narra quindi come Agamennone, di ritorno dalla guerra, venga ucciso a colpi di spada dalla moglie Clitennestra, con l'aiuto di Egisto.

COEFORE
La seconda tragedia prende il nome dalle coefore, le portatrici di libagioni per i morti, che si recano sulla tomba di Agamennone. È il racconto di come Oreste, dieci anni dopo l’omicidio del padre Agamennone, torni ad Argo e, su ordine di Apollo, porti a compimento la propria vendetta dando la morte alla propria madre e al suo amante.

EUMENIDI
In questa terza tragedia viene narrata la persecuzione delle Erinni, le dee che impersonano la vendetta, nei confronti di Oreste, che culmina nella celebrazione di un processo presso il tribunale dell’Areopago di Atene. Tale giudizio, che vede le Erinni stesse come accusatrici, Apollo come difensore e Atena a presiedere la giuria, termina con l’assoluzione di Oreste, grazie al voto di Atena, che vota a suo favore poiché nata senza madre e completamente votata all'uomo.

Veniteci a trovare
il 14 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: