Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

PRESENTAZIONE. ISTANTANEE D'INQUIETUDINE

Falso Demetrio Via San Bernardo 67R, Genova, Italia
Google+

INTERVENGONO
Dajana Morelli (curatrice)
Stefano Moretti (attore e dottore di ricerca in letterature comparate).

http://www.norbertoluisromero.com/intervista_italiano_il_parra.htm

Dall'intervista a Romero.
IRONIA E SOGNO NEI RACCONTI DI ROMERO

La casa editrice Arcoiris ha tradotto una sua raccolta di racconti intitolandola Istantanee di inquietudine. Crede che il racconto sia più idoneo del romanzo ad esprimere sensazioni come l’angoscia, il terrore e l’ansia?

Sono entrambi efficaci, se si sa come usarli. Anche se il racconto è una forma breve, pertanto è più facile mantenere la tensione.

Nei miei testi è possibile trovare tracce di autori che ammiro molto: Daniel Moyano, Cortázar, Borges, García Márquez, molti narratori anglossassoni. Con il passare del tempo e con il lavoro costante, lo scrittore va acquisendo una voce propria nella quale si diluiscono quelle degli autori che lo hanno nutrito. Allora è possibile rendere omaggio ai propri maestri.

Che peso ha la componente onirica nei suoi racconti?

Nei miei racconti e romanzi l’elemento onirico è fondamentale per la costruzione di mondi distopici nei quali mi muovo con disinvoltura e dove incorporo le mie alternative al mondo reale, così complicato, incomprensibile, crudele, ingiusto e noioso. Il mondo dei sogni non sfugge al mio controllo, in esso mi sento padrone, faccio e disfaccio a mio piacimento, mi rende libero e mi trasforma quasi in un Dio. La realtà, invece, mi sfugge dalle mani e mi rende schiavo.

Nel racconto dedicato alla piangitrice, viene utilizzata a tratti un tipo di scrittura ironica. Può il riso rendere dicibile ciò che è scabroso e/o inaccettabile?

Sí, lo humor, l’ironia e il sarcasmo sono tra le mie armi preferite, sia nella letteratura che nella vita. Con l’ironia si può affrontare in modo trasversale qualsiasi aspetto della realtà, dei sentimenti o delle sensazioni. L’uso dello humor ci libera dal dolore e, a volte, dalla coscienza mentre il sarcasmo ci permette di esercitare la crudeltà in maniera elegante e ingegnosa.

Dai racconti emergono personaggi insoliti, a volte grotteschi. Nonostante la brevità imposta da questo genere letterario, però, il lettore riesce a immaginarli nel dettaglio. Qual è il trucco?

Non saprei dire se utilizzo un trucco per la costruzione di un personaggio. A volte bastano un paio di pennellate precise. A volte basta una frase che esce dalla bocca di un personaggio per immaginarselo, ad esempio, se qualcuno dice ad un altro “la prima cosa che fece fu mettere l’occhio di cristallo” non ci sarà bisogno di introdurre la parola orbo.



http://www.glieccentrici.com/istantanee-dinquietudine-di-norberto-luis-romero.html

Veniteci a trovare
il 10 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: