Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

feste triennali in onore del S.S. Crocifisso e 50° de “IL RITORNO DEGLI ESULI E IL GIURAMENTO DELLA

San Ginesio (Marche) San Ginesio MC, Italia
Google+

FESTE TRIENNALI IN ONORE DEL S.S. CROCIFISSO E 50° DE “IL RITORNO DEGLI ESULI E IL GIURAMENTO DELLA PACE CITTADINA”
San Ginesio, programma dell'intera settimana 7-15 giugno 2014
PROGRAMMA CIVILE
Sabato 7 Auditorium di Sant’Agostino ore 21.15
Stabat Mater di G.B.Pergolesi
Orchestra Giovanile da Camera Sinfonietta Gigli di Recanati
Ludovica Gasparri soprano - Kamelia Kader contralto
direttore M° Luca Mengoni
a cura dell’Associazione Musicale Selifa

Giovedì 12 Auditorium di Sant’Agostino ore 21.30
Serata della Gratitudine Civica - Festa del 50° de “Il Ritorno degli Esuli”
Presentazione dell’Antologia “Il Ritorno degli Esuli ed il giuramento della pace cittadina”, a cura del Prof. Giovanni Cardarelli.

Venerdì 13 Teatro Comunale Giacomo Leopardi ore 22
Concerto della Cororchestra Vianney di Torino
Dir. Marco Raiteri – M° del Coro Marco Ravizza.
a cura della Corale Bonagiunta da San Ginesio

Sabato 14 Palazzo Comunale San Ginesio ore 16
“Biblioteca Comunale Scipione Gentili”- Archivio Storico Comunale di San Ginesio – Centro Internazionale di Studi Gentiliani –
Dalle ricche libertà comunali alla Controriforma
Esposizione di pergamene e materiale documentario.
A cura della Dott.ssa Pepe Ragoni, Direttrice Onoraria Biblioteca Comunale Scipione Gentili di San Ginesio, Presidente Centro Internazionale di Studi Gentiliani

Sabato 14 Pinacoteca Comunale Sezione Antica ore 17.30
Conversazione de “Il Ritorno degli Esuli”:
L’esule e il rifugiato politico nella storia e nell’attualità
Mario Scagnetti, Sindaco di San Ginesio
Mario Morgoni, Senatore della Repubblica
Dr. Pietro Marcolini, Assessore alla Cultura della Regione Marche
Prof. Giovanni Cardarelli, già preside Istituto Superiore A. Gentili “I trecento esuli sanginesini”
Prof. Giovanni Minnucci, Università di Siena “La difficile condizione dell'esule: nuove indagini sulla biografia di Alberico Gentili (1580-1587)”
Dr. Paolo Bernabucci Presidente del Gus - Gruppo Umana Solidarietà
“San Ginesio e gli esuli del terzo millennio. I richiedenti protezione internazionale”

Cerimonia solenne di consegna della cittadinanza onoraria al Sindaco del Comune di Lampedusa – Linosa Maria Giuseppina Nicolini.
“La benemerenza rappresenta un gesto di solidarietà della comunità sanginesina verso gli abitanti di Lampedusa e Linosa per la loro generosità, per la loro accoglienza, per essere usciti di casa a salvare vite umane, al di là della loro provenienza, del colore della pelle e del credo religioso; la stessa vuole essere anche un riconoscimento al coraggio, all’umanità, all’orgoglio ed alla tenacia del Sindaco di quel comune”

Sabato 14 Chiesa Collegiata ore 21.30
XII Rassegna Polifonica dedicata al S.S. Crocifisso
Cororchestra Vianney di Torino - Dir. Marco Raiteri - M° del coro Marco Ravizza;
Bho Girls' Choir di Morciano di Romagna (RN) - Dir. Fabio Pecci;
Corale Bonagiunta da San Ginesio - Dir. Fabrizio Marchetti.

Domenica 15 giugno

Ore 10.45 Corteo Storico della Municipalità Sanginesina dal Palazzo Comunale alla
Chiesa Collegiata, accompagnato dalle Chiarine, dai Terraemotus e dagli Alfieri di San Ginesio.
Ore 11 Chiesa Collegiata
Solenne Messa di Ringraziamento, animata dalla Cororchestra Vianney di Torino e dalla Corale Bonagiunta da San Ginesio.
Ore 12 Chiesa Collegiata
Cerimonia solenne di consegna della cittadinanza onoraria al Sindaco di Siena Dott. Bruno Valentini: “La benemerenza è la riconferma dei legami storici, di amicizia e fraternità fra le Municipalità di San Ginesio e Siena.”
Ore 12.30 Ritorno del Corteo Storico al Palazzo Comunale.

ORE 16:00
RIEVOCAZIONE STORICA TRIENNALE “Il Ritorno degli Esuli ed il giuramento della pace cittadina”, Edizione XVII – 50° anno.
Corteo storico e cerimonia della pace tra esuli e sanginesini, con la partecipazione della municipalità di Siena, accompagnata dal Gonfalone, dalle chiarine, dai tamburi e dai figuranti della nobile città toscana.
Il Corteo Storico del Palio di San Ginesio si muove dal Palazzo Comunale verso la Porta Picena, accompagnato, per l’importante anniversario, dalle delegazioni dell’Ente Quintana di Ascoli Piceno, dell’Associazione Corsa alla Spada e Palio di Camerino, dell’Associazione Cavalcata dell’Assunta di Fermo. Con queste città San Ginesio ha intrattenuto, in età medioevale, stretti legami storici.
Ore 16.30
Porta Picena, cerimonia de “Il Ritorno degli Esuli”.
Incontro ed abbraccio del perdono delle autorità municipali di San Ginesio con gli esuli sanginesini guidati da ambasciatori e da notabili senesi, con chiarine, tamburi e gonfalone.
Solenne giuramento di rispettare e di conservare la pace cittadina ritrovata, al cospetto del S.S. Crocifisso, portato in dono dagli esuli.
Ore 17.30
Piazza Alberico Gentili, Ringraziamento e Devozione al S.S. Crocifisso.
Consegna degli Statuti Senesi dalla Municipalità di Siena a quella di San Ginesio.
Saluto ufficiale del Sindaco di Siena e del Sindaco di San Ginesio.
Consegna di pergamene di riconoscenza civica a cittadini senesi che, con il loro impegno, hanno perpetuato la storica amicizia tra San Ginesio e Siena.
Esibizione delle Damnes, dei Terraemotus e degli Alfieri di San Ginesio, in segno di giubilo per la concordia cittadina ritrovata.
Ore 18
Saluto della cittadinanza sanginesina alla delegazione della Municipalità di Siena ed al Suo Sindaco.
Ritorno del Corteo Storico al Palazzo Comunale.

“Fra l’anno 1450 e 1460 San Ginesio era travagliata dalle fazioni, perché una parte voleva ancor tornare sotto la Monarchia de’ varani. L’altra di senno più serio accosta vasi di buon voglia a menare via libera sotto la Chiesa. I secondi prevalsero col favore del Governatore della Marca, sotto cui la provincia tutta vivea, sendo cacciati i ministri dello Sforza.
Per questa sedizione ebbero l’esilio intorno a 300; ed i loro beni si diedero al Fisco, lasciando dunque il nativo terreno, guidati dalla Fortuna arrivarono a Siena accomandatisi alla Guardia della Città per più mesi l’ebber fedelmente servita con modestia tale, che si tirorno l'attenzione di quei Cittadini.

Or un giorno domandati da essi senesi de' più Vecchi, se da qual luogo traessero l'origine e perché sì gran tempo fussero dimorati in quel Presidio, risposero che tutti erano Genesini per le parzialità banditi della Patria senza speranza di farvi più ritorno.
Ed in contar ciò mostravano sì grande afflizione, che non mancò chi li consolasse, e chi li esibisse la sua opra a Loro pro'; onde ebbero tal compassione alle loro miserie che nel Publico fecero eleggere ambasciatori per mandarli a Sanginesio, per trattar la pace, e comporre le cose loro, quali col consenso delli sudetti Banditi che lacrimavano per allegrezza si portorono alla nostra terra e tanto poterono, ed oprorono con la loro autorità e con la facondia del dire che il negozio fu rimesso totalmente nel loro arbitrio senza veruna discrepanza.
E con sì gioconda novella ritornorono a Siena da' Banditi, i quali tutti insieme ebri per la smisurata gioia con gli istessi Ambasciatori fecero partenza verso la Patria, portando seco una croce di legno coll'Immagine del Crocefisso, la quale ancor oggi si riverisce con grandissima divozione nella Pieve.
E sopra di questa giunti al bramato suolo paterno fatta la pace tutti giurorono perpetuamente conservarla, sendo celebrate le Cerimonie Cristiane con sommo ed ugual giubilo nella Chiesa principale, ed allà li Ambasciatori diedero al nostro Comune molte leggi, e Statuti della lor Città appartenenti allo Stato pontificio, ed al ben vivere”. Dalla traduzione di Francesco Ciampaglia (1581 c.) del manoscritto Historiae Genesinae di Marinangelo Severini (seconda metà XVI sec.) nelle annotazioni al Ciampaglia di Telesforo Benigni, cc. 374, 378, manoscritto sec. XVIII, presso la Biblioteca Comunale Scipione Gentili di San Ginesio.

Ore 21:15 concerto dei Mortimer McGrave

Veniteci a trovare
dal 7 al 15 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: