Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Inaugurazione mostra fotografica di Maria Pia Severi "I colori della realtà"

MILANO ART GALLERY - Spazio Culturale via Galeazzo Alessi 11, Milano, Italia
Google+

ALLA "MILANO ART GALLERY" ATTESISSIMA MOSTRA FOTOGRAFICA CON GLI INCANTEVOLI SCATTI D'AUTORE DI MARIA PIA SEVERI

La storica "Milano Art Gallery" situata in via Alessi 11 a Milano, si prepara ad ospitare l'attesissima mostra personale dal titolo "I colori della realtà" della rinomata artista modenese Maria Pia Severi, organizzata dal manager di noti personaggi Salvo Nugnes, che si terrà dall’11 al 30 Giugno 2014, con vernissage inaugurale in data Mercoledì 11 Giugno, alle ore 18.30.

La Severi dimostra un geniale estro creativo in ambito fotografico, congiunto alle consolidate doti tecniche e strumentali e all'acuta sensibilità intuitiva. Da molti anni è protagonista di importanti esposizioni e ha pubblicato interessanti volumi di successo.

Vittorio Sgarbi commentandone l'innato talento ha dichiarato "La frammentazione della realtà operata dalla Severi regala una stupefacente intensità. Colpiscono i giochi di luce arricchiti da rimandi al dinamismo e alla celerità, che rapiscono lo sguardo muovendolo all'interno di un vortice, in cui le immagini riprodotte arrivano a conquistare colui che le osserva". E sottolinea "La Severi non vuole, che le sue fotografie riproducano alcunché, ma che siano l'equivalente in moto e anche remoto, del nostro ricordo, delle nostre sensazioni. Un'emozione, una luce, un'impressione, una fotografia fuggitiva, che non focalizza un luogo e che non riproduce un momento, ma uno stato d'animo per la perdita dei sensi, uno stordimento. Come chi si sveglia all'improvviso e ricorda soltanto i frammenti di un sogno, perdendone il senso, la continuità narrativa".

Veniteci a trovare
il 11 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: