Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Espace Tra Le Righe #4. Manolo Morlacchi presenta "La fuga in avanti. La rivoluzione è un fiore che

Espace Populaire Via JC Mochet n. 7, Aosta AO, Italia
Google+

Quarto appuntamento della rassegna Espace Tra Le Righe! Con noi questo venerdì ci sarà Manolo Morlacchi che presenterà il suo libro "La fuga in avanti. La rivoluzione è un fiore che non muore" edito da Agenzia X Edizioni.

Ne ha di storie da raccontare Manolo: il padre Pierino tra i fondatori delle Brigate Rosse, la madre Heidi brigatista e testimone del bombardamento che rase al suolo Dresda nel 1945, lo zio invitato da Mao Tse Tung in persona in Cina.. non vi basta? Se non vi basta vi aspettiamo venerdì!

"La storia dei Morlacchi, una numerosa famiglia proletaria, racchiude in sé tutte le fasi del movimento operaio del ’900 italiano. L’antifascismo, la resistenza, il dopoguerra e le prime spaccature con il Pci.
Dagli anni sessanta i dieci fratelli Morlacchi furono protagonisti delle lotte politiche nel loro quartiere alla periferia di Milano, il Giambellino. Nel 1970, in quella stessa zona divenuta una sorta di cittadella liberata, Pierino Morlacchi partecipò alla fondazione delle Brigate Rosse organizzando il primo nucleo con Renato Curcio.
Sempre nel 1970 nacque Manolo, figlio di Pierino e Heidi Peusch. È lui che in queste pagine mozzafiato racconta le vicissitudini umane, rivoluzionarie e giudiziarie della sua famiglia.
Un libro pervaso di tensione affettiva, che trova la misura per narrare dall’interno i risvolti contraddittori di un’epoca. Gli emozionanti ricordi di un uomo cresciuto fin dalla prima infanzia nella tempesta di una dura battaglia, una testimonianza che spezza le mistificazioni storiche e la retorica ideologica" [dalla prefazione di Cecco Cattaneo]

"Morlacchi scrive il libro più inattuale, più in controtendenza che si possa immaginare. Ci vuole coraggio, anzi, incoscienza, a far uscire un'opera del genere" [Wu Ming 1].

Veniteci a trovare
il 13 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: