Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

FOLKLAND - dal 16 Giugno al 25 Luglio in Piazza Verdi

FOLKLAND Piazza Verdi, Bologna, Italia
Google+

La Scuderia e La Fabbrica etichetta indipendente in collaborazione con Locomotiv Club con il patrocinio del Comune di Bologna e del Quartiere San Vitale presentano FOLKLAND rassegna di concerti Folk o quasi nell’isola felice di Piazza Verdi a Bologna.

Dal 16 giugno al 25 luglio Piazza Verdi si trasformerà in “Folkland” un’isola felice della città bolognese dove artisti nazionali e internazionali incanteranno e rinfrescheranno il pubblico naufragante con cantastorie moderne tra atmosfere folk, blues ballate e melodie intime.

Il ricco cartellone prevede diversi concerti, tutti ad ingresso gratuito.

Tanti gli artisti che approderanno a “Folkland” in un clima intimo, di unione ed aggregazione, colorando con la loro musica la splendida cornice di Piazza Verdi: da Bob Corn ad Alessandro Fiori, da Geoff Farina a Duke Garwood, da Comaneci e Vessel con Angela Baraldi, da Above The Tree a Nordgarden, da Phill Raynolds a Johnny Clash.

I concerti avranno inizio alle ore 22 e 00.

::: Bob Corn - Lun 16 Giugno :::
Tiziano Sgarbi, meglio conosciuto come Bob Corn, inizia la sua carriera di musicista negli anni '90 con il gruppo grunge Fooltribe, con il quale non arriverà mai al debutto discografico, ma dal quale trarrà il futuro nome per la sua etichetta ed il marchio con cui organizza concerti e festival. Nel 2001 inizia a comporre canzoni con il nome Bob Corn, che vedrà il debutto discografico nel2004 con Sad punk and pasta for breakfast dando vita ad un sound folk dalle melodie pacate ed intimiste.

::: Alessandro Fiori – Sab 21 Giugno :::
Alessandro Fiori rappresenta senz’altro quanto di più personale ed unico la nuova scena cantautorale Italiana possa oggi vantare. un cantastorie moderno che con un’intelligenza affilata riesce ad intrattenere le platee, divertendole con le sue storie spesso al limite del pazzesco e del surreale.

::: Comaneci – Lun 23 Giugno :::
Un trio emotivo, riservato e sorprendentemente esplosivo che sanno come far “rumore” senza alzare il volume.
Il loro pop acustico da “cameretta” è quanto di piu’ intimo e avvolgente sia possibile ascoltare. Il cantato sognante di Francesca Amati rappresenta la peculiarità di un gruppo che di per sé peculiare lo sarebbe già.

::: Vessel con Angela Baraldi – Mer 25 Giugno :::
Le difese sono anticorpi contro le infezioni; le difese sono comportamenti per chiudersi al mondo esterno; le difese escludono il libero mercato; le difese, si sa, fanno vincere gli scudetti; le difese sono un vino rosso con dei cani che inseguono un cinghiale nell’etichetta.
“Le difese” è il primo lavoro sulla lunga durata dei Vessel, progetto di Corrado Nuccini ed Emanuele Reverberi (Giardini di Mirò). In Piazza Verdi verrà messa in scena anche la preziosa collaborazione con Angela Baraldi alla voce.

::: Geoff Farina – Ven 11 Luglio :::
La storia di Geoff Farina e della sua vita dedicata alla musica.
Leader degli storici Karate di Boston, reinventa se stesso in numerosi progetti, tra cui ricordiamo Secret Stars e Glorytellers. Dopo un percorso più che mai variegato ed eclettico (dalle chitarre elettriche alle fusioni jazzy alla musica per il cinema) che fortifica la sua vena compositiva potenziandone l’aspetto melodico, Geoff Farina omaggia la tradizione americana rileggendo sonorità alt-country attraverso la sua sensibilità, accompagnato da una chitarra acustica.

::: Terjie Nordgarden – Sab 19 Luglio :::
Comicia la sua attività come busker, ma nel corso di uno dei suoi numerosi viaggi viene notato da Paolo Benevegnù e nel 2003 pubblica il suo primo disco ispirato ai cantautori come Nick Drake o Jeff Buckley, prodotto dallo stesso Paolo Benvegnù.
Comincia un'intensa attività concertistica in tutta Europa grazie alle sue grandi capacità di performer. Dopo un lungo tour negli Stati Uniti nel 2011, si trasferisce definitivamente in Italia, a Catania, e produce un disco molto influenzato dal blues americano, You Gotta Get ready, che riceve un ampio consenso da parte della stampa.
L'esperienza italiana, fatta di incontri con tanti musicisti della scena indie, diventa un disco. Nel 2013, infatti, sotto la supervisione di Cesare Basile, da vita a "Dieci", un disco di cover di cantautori italiani che ha amato o incontrato (da Paolo Benvegnù a Iacampo, dai Marta sui Tubi a Marco Parente, da Cristina Donà a Grazia Di Michele).

::: Duke Garwood – Lun 21 Luglio :::
Duke Garwood ha rilasciato quattro album: 'Holy Week','Emerald Palace', 'The Sand That Falls' e 'Dreamboatsafari'.
E' stato il chitarrista nel singolo Perpetual Dawn dei The Orb ed ha partecipato ai primi due album, Fur e Derdang Derdang, della band inglese degli Archie Bronson Outfit al clarinetto e al rhaita (strumento a fiato marocchino) e recentemente ha partecipato
come chitarrista all'album Blues Funeral di Mark Lanegan e al clarinetto all'album Silence Yourself delle Savages.
Nel 2011, Garwood ha collaborato con l'artista Shezad Dawood al concerto “New Dream Machine Project”che ripronone la storica registrazione del 1968 di Brain Jones dei Rolling Stones e dei Master Musicians of Jajouka.
Nel febbraio del 2013 la Ipecac e la Heavenly annunciano la collaborazione con Duke Garwood e Mark Lanegan.
Lanegan parla di Garwood come "uno dei miei artisti preferiti di sempre" e "registrare con lui è stata una delle migliori esperienze della mia vita in studio".

::: Johnny Clash – Mar 22 Luglio :::
Sembra che la famosa band dei Clash non avesse mai scritto nulla di proprio pugno; le ultime voci insinuano che esisterebbe materiale segreto del grande Johnny Cash, da cui Strummer e soci, a fine anni '70, avrebbero attinto a dismisura. C’è chi ha scovato il materiale e ci suona tutto com'era all'inizio. The Johnny Clash Project sono tre musicisti legati dall'odore del country, dall'attitudine punk e dal vizio della bottiglia. Tecnicamente parlando suonano canzoni dei CLASH come se le facesse JOHNNY CASH. Sembra una boutade, ma provate a sentire!

::: Phill Raynolds – Giov 24 Luglio :::
Phill Reynolds ci apre le porte della sua intimità con il nuovo disco, raccolta di brani vecchi e nuovi e di cover a cui è particolarmente affezionato. L'omaggio a Bruce Springsteen in “Streets of Philadelphia” e al più attuale The Tallest Man on Heart “Kids on the run”, la versione acustica di “Skyscraper” dei Bad Religion: elementi che concorrono a cementificare l'immagine che abbiamo del Phill Reynolds cantautore folk, tramite scelte non convenzionali di repertorio.

::: Above The Tree & drum ensemble du beat – Ven 25 Luglio :::
“Cave man” è il nuovo disco di Marco Bernacchia aka Above The Tree.
Qui incontra il Drum ensemble du beat, proponendoci una nuova ed inaspettata evoluzione sonora, dopo il suo precedente capitolo discografico l’apprezzatissimo “Wild”, registrato e composto con Matteo Sideri/ESIDE e pubblicato da Locomotiv Records nel 2012). Un mix dal forte sapore contemporaneo a metà tra trancemusic e neotropicalismo.
Una lettura occidentale dell’immaginario (e in questo caso immaginato) mondo tropicale, in bilico tra musica etnica tradizionale/rituale e dance floor.
Avanguardia e folk, tensione e sciamanesimo. Da vedere.


Info line: 347 65 47011
Facebook: www.facebook.com/isolafolkinpiazzaverdi

Veniteci a trovare
dal 16 giugno al 25 luglio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: