Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Petizione: No al sito delle scorie nucleari in Sardegna - firmate e condividete

Sardegna, Italy Olbia OT, Italia
Google+

https://www.change.org/it/petizioni/francesco-pigliaru-no-al-sito-delle-scorie-nucleari-in-sardegna

INVITA I TUOI CONTATTI, OLTRE A FIRMARE

Questa petizione sarà consegnata a:

Presidenza del Consiglio (Matteo Renzi)

Ministero Sviluppo Economico (Federica Guidi)

Ministero dell'Ambiente (Gian Luca Galletti)

Presidente Regione Autonoma Sardegna (Francesco Pigliaru)

Assessorato dell'Industria R.A.S. (Maria Grazia Piras)

Assessorato della Difesa dell'Ambiente R.A.S. (Donatella Emma Ignazia Spano)

Premesso che:

la Sardegna ha la più alta concentrazione di servitù militari rispetto al resto d’Italia;

la Sardegna ha il più alto indice di inquinamento ambientale da attività industriali e militari;

lo Stato italiano ammette che la parte a mare del poligono di Teulada non è più bonificabile;

nessuna bonifica è stata mai eseguita nei poligoni militari in Sardegna;

lo Stato italiano non ha mai imposto le opportune tutele (fidejussioni) per le bonifiche dei siti industriali;

in questi ultimi 20 anni il Popolo sardo ha respinto qualsiasi tentativo di individuare zone della Sardegna per localizzare siti di interesse nazionale per lo stoccaggio di scorie nucleari;

il Popolo Sardo, a maggioranza, ha espresso la sua contrarietà sul nucleare con il referendum del 13 Giugno 2011;

tutto ciò premesso

si diffida il Governo Italiano dal prendere in considerazione qualsiasi ipotesi di transito e stoccaggio di scorie radioattive nel territorio sardo e si invita la Regione Autonoma della Sardegna e i suoi organi preposti a vigilare sulla tutela ambientale del nostro territorio e sulla salute dei cittadini, e a respingere qualsiasi provocazione che possa identificare la nostra isola come possibile pattumiera nucleare.

Veniteci a trovare
il 31 dicembre 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: