Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

INDIE CASTING intervista MICHELE CORTESE

Radio Fly Web Via Giovanni Amendola, 2, Bologna, Italia
Google+

“Io non sono Cortese” è il nuovo singolo di Michele Cortese nel quale il cantautore salentino duetta con Cesko, leader degli Apres La Classe. Un gioco di parole, una verità che non conosce mezze misure servita su un piatto sonoro contaminato di rock, hip hop, elettronica e una collaborazione di matrice tutta salentina. Ilvideoclip è un’intrusione nei pensieri più deliranti di un Cortese in conflitto tra la parte più moderata di sé e quella “meno cortese” che approda ad un immaginario e divertente combattimento in perfetto stile videogame (Taken e/o Street Fighter) che vede protagonista l’ex Aram quartet contro un imbattibile Cesko. Tra bikers, mosse segrete, donne e i personaggi più strampalati si svolge questo imperdibile, spassosissimo e assurdo scontro diretto da Federico Mudoni per SprinGo Film.Il singolo anticipa l’uscita del nuovo lavoro discografico: “Vico Sferracavalli 16“, firmato Sunshade records dello storico chitarrista (Laura Pausini, Gianni Morandi, Festival di Sanremo) e producer Adriano Martino, sarà in distribuzione dalla metà di giugno. Dopo l’esordio solista nel 2012 con “Il teatro dei burattini“, album prodotto da Lucio Fabbri, e gli altri singoli “La hit del momento” e “Forse mi perdo” (che farà parte del nuovo disco) Michele Cortese torna con una produzione personalissima nel sound, nella composizione, nelle parole e nella vocalità; un disco che nasce da un istinto creativo e che prende forma grazie ad un meticoloso lavoro di produzione artistica in studio che trasuda verità e passione.Michele Cortese, classe 1985, affascinato sin da ragazzino dal mondo dell’arte, raccoglie negli anni un background di studi sulla musica e il canto che gli consentono di formarsi artisticamente e intraprendere le prime esperienze professionali in qualità di corista per trasmissioni RAI e insegnante di canto per accademie di musica moderna, esperienze che lo portano giovanissimo ad accompagnare dal vivo artisti importanti del panorama musicale come Riccardo Cocciante, Andrea Bocelli e altri ancora. Nel frattempo dà sfogo alla sua creatività e continua voglia di palco e pubblico con interessanti progetti che lo vedono frontman di varie band con le quali negli anni riesce a portare in giro la propria musica partendo dai live club salentini a quelli di tutta Italia. Nel 2009 raggiunge la notorietà con la vittoria della prima edizione italiana di Xfactor insieme ad Aram Quartet, inedito quartetto vocale con il quale pubblica due cd. Nel novembre 2011, ad un anno dallo scioglimento della vocal band, esce “Il teatro dei burattini“, l’album che segna il suo esordio da solista, prodotto da Lucio “Violino” Fabbri, anticipato dal singolo “Allergico alle ghiande”, seguito dal secondo singolo dall’atmosfera più grunge “Ho scordato nei tuoi jeans il mio cuore”. Nel gennaio 2012 parte Il teatro dei burattini tour nella doppia versione elettrica e unplugged (con la presenza di un attore a personificare l’elemento di teatralità insito nell’album che racconta “il teatrino della vita”). Nell’estate 2012 esce una rivisitazione romantica e sognante di uno dei brani più noti della musica leggera italiana dagli anni 60 ad oggi firmato Celentano: la “Storia d’amore” di Michele Corteseporta l’artista alla vittoria del premio “Roma videoclip 2012 – Il cinema incontra la musica” nella sezione indie. A conclusione del 2012 una preziosa collaborazione con Franco Simone nel brano “Riflesso”, cantato anche in versione spagnola “Reflejo” con un grande riscontro di pubblico in tutto il Sud America. Nell’autunno 2013 intraprende il progetto “Stabat Mater – opera rock sinfonica” composta da Simone ed interpretata a tre voci insieme al tenore Gianluca Paganelli. Nel 2013 escono i singoli “La hit del momento” e “Forse mi perdo”, succosa anticipazione del nuovo lavoro discografico “Vico Sferracavalli 16″ prodotto da Adriano Martino e firmato Sunshade, in uscita prima dell’estate 2014.
http://youtu.be/kUEoZ7xSKxo

Veniteci a trovare
dal 16 al 20 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: