Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Presentazione Canti d'abisso

Henry's Cafe' Viale Col di Lana, 4, Milano, Italia
Google+

Quando nel 2010 Orecchio di Van Gogh Editore pubblicò l’antologia
Onda d’Abisso da me curata, nessuno si sarebbe aspettato il grande successo che ne seguì: l’editore, che vide viaggiare il proprio marchio in giro per tutta Italia, ospite di festival, di rassegne e di iniziative
anche tra loro molto diverse; gli autori, che si riconobbero in un’opera collettiva varia, dalle innumerevoli ispirazioni e dalla qualità testimoniata da recensioni e commenti degli addetti ai lavori. E anche il curatore, che ebbe la sua buona dose di soddisfazioni. Così buona che sarebbe stato un vero peccato non riprovarci. Così eccomi, quattro anni dopo, a parlare un’altra volta di mare e di narrativa fantastica, a coinvolgere autori conosciuti e affermati e a proporne di esordienti. A mettere insieme storie che, in riva al mare, possano dare l’impressione che oltre quello specchio d’acqua ci sia qualcosa di diverso, di terrificante,
perché no, ma con la consapevolezza che la paura, dopotutto, la si ha di ciò che non si conosce, così come è sempre l’ignoto ad attrarci. Volere, temere, potere, avere. Come richiamati da una voce che non si può non sentire. Ecco l’idea dei Canti, delle voci che sono del mare, ma sono anche le nostre. Se Onda d’Abisso aveva una struttura articolata e netta, tre sezioni in cui i racconti erano divisi per Sponde, Superfici e Abissi, Canti d’Abisso è un organismo unico, composto da parti differenti
tra loro, ma che hanno tutte, come cuore pulsante, il richiamo del mare, il Canto dell’Abisso. Questa è la grande forza di un’opera come Canti: l’anima condivisa.
Non andrò oltre, a commentare racconti o ad anticipare storie. Quello che aspetta il lettore è un viaggio fatto di tanti viaggi, un incontro
declinato attraverso tanti volti e altrettante voci. Quello che vorrei fare è ringraziare Daniele Prisco e l’intera banda di Origami Edizioni, di cui sentiremo parlare per molto tempo, ne sono sicuro, e tutti gli autori che hanno partecipato alla selezione. Vorrei farlo sottolineando come anche quelli più conosciuti abbiano voluto mettersi in gioco partecipando
a quella che è stata una vera e dura battaglia e come gli esor4
dienti e i meno noti abbiano saputo trasformare l’entusiasmo in storie e le storie in parole. Tutti, i selezionati e gli altri, hanno dato il meglio per questo progetto. Per questo li ringrazio, infinitamente. Altre due considerazioni, poi me ne vado al mare: in questa antologia c’è anche un mio racconto. Un racconto del selezionatore selezionato dal selezionatore.
Non vogliatemene, oppure fate quello che credete. Lui c’è. E poi una dedica speciale. Scriveva Jonathan Coe ne “La casa del sonno” (Feltrinelli): “Il linguaggio è un traditore, un agente segreto doppiogiochista
che scivola inavvertito tra un confine e l’altro nel cuore della notte. È una pesante nevicata su un paese straniero che nasconde le forme e i contorni della realtà sotto un manto di nebuloso biancore. È un cane azzoppato che non riesce mai a eseguire correttamente gli esercizi richiesti. È un biscotto allo zenzero che, lasciato a inzupparsi per troppo tempo nel tè dei nostri auspici, si sbriciola, diventa niente. È un continente perduto”.
Questa antologia è per voi, innamorati del linguaggio, dei confini superati e dei continenti perduti.

Dalla bellissima prefazione di Alessandro Morbidelli


Vi aspetto in tanti a questo evento da non perdere!!!

P.S.
Particolare non secondario...è la mia prima "lettura" sotto mia regia musicale...venite per sostenermi ;)

Veniteci a trovare
il 14 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: