Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Festival Internazionale di Butoh

Sala Espace Torino, Italia
Google+

Per Costi, prenotazioni ed informazioni
www.movingbodiesbutohfestival.com
Telefonare al Espace Teatro- 0112386067 - Via Mantova 38, 10153 Torino oppure
Prenotazioni laboratori via paypal www.movingbodiesbutohfestival.com
Email: butohfestivaldublin@gmail.com



“Il kanji per la parola butô è comprensivo di mau, ovvero danzare e denota una danza raffinata eseguita con le mani, e fumu che indica calpestare con i piedi, sbatterli a terra.
La parola -a cui fa' seguito il modo di intendere la- "danza" in Giappone è indicata con due nomi: precisa la necessaria unione di parte superiore ed inferiore del corpo, necessaria unione tra due principi del movimento contrapposti (mau e fumu), necessaria unione che non prevede dualità tra chi danza e luogo in cui avviene la danza” (Laura Stefanelli, 2010)

Moving Bodies e’ il primo festival internazionale ed itinerate nato come spinoff del Butohfestival Dublin che si terra’a Torino, Cork Galway e Dublino in Irlanda e Glasgow in Scozia. L’apertura del Festival si svolgera’ a Torino dal 3 al 8 Luglio 2014 al Teatro Espace.

A Torino, Moving Bodies, vuole offrire alla citta’ la conoscenza della danza Butoh attraverso spettacoli, laboratori, video e conversazioni con gli artisti portando in scena coloro che ne hanno contribuito alla crescita a livello internazionale e fanno parte delle prime compagnie di Butoh a essere ufficialmente riconosciute nel contesto globale.

Moving Bodies inoltre vuole dare spazio alle nuove leve, mettendo in visibilita’ emergenti sensibilita’ e trasformazioni di questa danza che sempre piu’ si sta divulgando come possibilita’ infinita di movimento e creativita’.


Laboratori


2-3 Luglio Anna Vullo
Dalle ore 14 alle 17

4-6 Luglio Yumiko Yoshioka
Dalle ore 14 alle 19

L’obiettivo principale di questo workshop è una ricerca consapevole dell’incontro tra corpo/mente/anima nell’unificazione, in modo da godere profondamente del processo intrinseco situato nelle metamorfosi attraverso lo spirito della danza. Attraverso una continua esplorazione delle nostre memorie collettive del passato, possiamo trovare una vena di abbondanti risorse creative, arricchendo l'essenza della nostra vita.
Il corpo è un ricettacolo di tempo. Risonanza del corpo è una chiave per aprire le porte del mutevole mondo dentro e fuori di noi, che aiuta il corpo a svolgersi i suoi segreti, fino a farli brillare e tremare.
Tutto è in risonanza con l'altro.
Attraverso un dialogo con il nostro corpo, possiamo imparare a essere mossi da forze interne ed esterne, realizzando così siamo parte dell'Universo.
Appare inevitabile un ballo di metamorfosi.

7 Luglio Ken Mai
Dalle ore 11 alle 15

Il laboratorio offerto da Ken Mai vede la sperimentazione di diversi paesaggi poetici attraverso movimenti che sorgono dal corpo e dalla voce.

8 Luglio Natsuko Kono e Paul M. Henry
Dalle ore 11 alle 16

Il laboratorio parte da una introduzione di Noguchi Taiso (Ginnastica Giapponese).
I principi portanti del Noguchi Taiso sono attrito e gravità. Noguchi immaginò quanto segue: “la pelle del corpo è una sacca flessibile o vaso pieno di liquido che deve muoversi liberamente, come onde. L'acqua nel corpo viene portata verso il basso per gravità, ma la si vuole anche spostare in aria cercando la luce, ed è per questo che abbiamo gli occhi. Così, per questa pratica, non dovete sforzare e utilizzare un sacco di energia”.
Partendo dall’esplorazione di movimenti quotidiani come camminare ci si sposterà gradualmente ad apprezzare tutte le vibrazioni sottili all'interno del corpo, aprendo nuove possibilità e scoprendo modi più facili per muoversi.
Questo esercizio esplora le relazioni all'interno del corpo sulla base di principi naturali (gravità, spirale, onda, emozione, etc. ) In questa formazione, ogni movimento nasce dalla terra e gradualmente avviene da sé dopo aver viaggiato attraverso tutto il corpo. In questo modo si ha la possibilità di muoversi in un modo molto più rilassato e potente , così come lasciare più spazio e tempo all'interno di ogni impulso per l'espressione emotiva.
Il workshop si conclude con improvvisazione ispirate ad un’immaginario creato da visioni interne.


Spettacoli


3 Luglio “Bacon Butoh Deleuze # 1”
ore 21.00: Ambra G. Bergamasco

Video Installazione
Anna Vullo

Nel video, un corpo semisommerso dall'acqua tra petali di rosa, muschio e bacche odorose. La bellezza del corpo si fonde con quella dei fiori che lo circondano e la superficie fluida diviene specchio di ombre e passaggi impercettibili. L'immagine è accompagnata da una poesia della mistica Messicana Suor Juana Inès de la Cruz (1651-1695). La danzatrice -immersa- rappresenta il dialogo, il canto, tra la danzatrice e Dio; un vuoto ed un'estasi, lo spazio fra il cuore e lo spirito, un'estasi profonda, uno stato interiore magnifico come una luce nascosta dentro un canto silenzioso.

4 Luglio “Life Under the Water”
ore 21.00: Natsuko Kono

“Laughter at Being Crushed”
Paul M. Henry

Essere bollito l'unico modo per ottenere il succo della vita?
Pensi che ti sto torturando.
Io sto dando il sapore ...
Questa performance è basata sul rituale personale, la poesia del mistico persiano sufi Rumi e sui dipinti di William Blake.
Alla fine il cieco dira’ al cuoco,
Fammi bollire un po 'di più.
Colpiscimi con la schiumarola.
Io non posso farlo da solo. "

5 Luglio “Dhyana”
ore 21.00: Ken Mai

7 Luglio “Strange Fruit”
ore 21.00: Yuri Dini
Guglielmo Pagnozzi

Ogni forma ha bisogno di un respiro che la animi. Le mille anime che si agitano in noi non attendono che una storia nella cui trama possano di nuovo esistere.
Questo è per noi Strange Fruit: una storia, che come una bambola russa si lascia penetrare, strato dopo strato, schiudendo universi che simultanei fremono al limitare del presente scenico. Sulla straziante malia della voce di Billie Holiday, quasi sentendosi addosso il sapore dolciastro dei fumi che si levano divorando l’odore dei fiori, affissi alle tragiche fattezze dello “strano frutto” del corpo dello schiavo nero impiccato…diventiamo Testimoni. Non solo dell’orrore, ma anche dell’addolorata meraviglia che ad esso si oppone, e ci uniamo in essa, scoprendo il prezioso baluginio che al...

8 Luglio “Butoh Café’”
ore 21.00: un’ora di laboratorio aperto a tutti sul fiorire della rosa

“Blossoming Rose”
improvvisazione con Ambra G. Bergamasco

Veniteci a trovare
il 3 luglio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: