Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Bando 6° Festival L'Ora di Teatro 2014

Teatro Dei Rassicurati Via Carmignani 1, Montecarlo LU, Italia
Google+

Bando di partecipazione 6° Festival Nazionale di Teatro Amatoriale - Città di Montecarlo

“L'Ora di Teatro – Un Sipario aperto sul Sociale” 2014

Art. 1
La F.I.T.A. Federazione Italiana Teatro Amatori, Comitato Provinciale di Lucca, in collaborazione con il Comune di Montecarlo (LU) e con la Provincia di Lucca, organizza la sesta edizione del Festival “L'Ora di Teatro – Un Sipario aperto sul Sociale”, rassegna Nazionale di Teatro Amatoriale Città di Montecarlo, che avrà luogo nel periodo tra ottobre e dicembre 2014, presso il Teatro Comunale dei Rassicurati di Montecarlo (LU).

Art. 2
Il Festival “L'Ora di Teatro” è un progetto che è stato possibile avviare nel 2009 grazie al bando “Percorsi di Innovazione” del CESVOT, pertanto non si tratta di una mera rassegna di teatro amatoriale, bensì di un'occasione di confronto originale tra i giovani che operano e vivono nel campo dell'associazionismo a scopo sociale e il mondo del teatro amatoriale.
Infatti il progetto coinvolge numerose associazioni che adottano il teatro come terapia per affrontare e superare difficoltà ed handicap, con una proposta artistica in grado di far luce su tematiche (la disabilità e il disturbo mentale, in primis) spesso trattate con una sorta di pudico timore, rendendo, per il breve tempo di durata dello spettacolo, visibile ciò che normalmente resta invisibile, creando un terreno condiviso di discussione e riflessione.
Il Festival “L'Ora di Teatro” si prefigge di stabilire un contatto tra due realtà (il mondo associazionistico e il teatro amatoriale) che possa essere di reciproco stimolo a migliorarsi e a cimentarsi con sempre maggiore impegno e professionalità in un'esperienza teatrale che non sia di sola evasione.
Gli spettacoli frutto del lavoro delle Associazioni verranno presentati nelle giornate del Festival e saranno abbinati a quelli delle Compagnie nazionali che verranno selezionate tramite questo bando. Quindi nella stessa giornata, ovvero nel pomeriggio della domenica, andranno in scena, a partire dalle ore 16, prima la performance del laboratorio delle Associazioni e, dopo un break, lo spettacolo della compagnia in concorso.
I partecipanti ad ogni laboratorio hanno discusso e scelto, in sinergia coi propri coordinatori e con il Comitato organizzatore del Festival, alcuni temi che riguardano le loro esigenze, le loro difficoltà, le loro esperienze di vita.
Alle Compagnie che vogliano partecipare al Festival L'Ora di Teatro si chiede di presentare lavori che siano in sintonia con tematiche di carattere sociale, da intendersi nel senso più esteso del termine, e che dimostrino, attraverso gli spettacoli proposti, attenzione e sensibilità verso problematiche etiche ed universali, legate all'Uomo, alla Giustizia, alla Libertà, alle Diversità, possibilmente con un occhio di riguardo al mondo ed ai problemi dei giovani.
Altro requisito importante è di proporre lavori che non abbiano una durata superiore alle 2 ore e che non necessitino di scenografie di lunghissimo e macchinoso allestimento, dato che nello stesso pomeriggio verranno presentati, come detto, due spettacoli.
Le molte tematiche che i laboratori hanno proposto nell'arco di sei anni di attività e che riportiamo a puro titolo indicativo sono:
la Storia siamo noi;
il mondo visto a capo in giù! strane visioni della realtà;
“…and justice for all”: l'uomo e la Giustizia;
azione! rapporto tra corpo e movimento, tra musica ed emozione;
l'altro io: riflessioni sulla (a)socialità umana, tra edonismo e individualismo;
padri e figli: generazioni a confronto;
multiculturalità, diversità e tolleranza: uno sguardo sulla società di domani;
“lasciateci giocare!”: i bambini si ribellano;
panico! viaggio nel disagio e nell'alienazione della vita moderna;
“homo homini lupus”: un mondo di vittime e carnefici;
la vita è (dis)uguale per tutti: analisi (lucida?) della follia;
“libertà vò cercando … ”;
crescere, divenire, scoprire: storie di passaggi e metamorfosi;
sfondando la quarta parete, meta teatralità e meta linguaggi;
“il nostro matrimonio è in crisi…”;
rapporto tra l'artista e la critica, paradosso dell'arte quale entità non codificabile;
tempi moderni! (vecchi problemi…).

Art. 3
Possono presentare domanda di partecipazione Compagnie o Gruppi Teatrali non professionisti iscritti alla F.I.T.A. o ad altra federazione teatrale nazionale (U.I.L.T., T.A.I., FEDERGAT) residenti in tutto il territorio nazionale, che presentino lavori italiani o stranieri attinenti a quanto indicato all'art. 2 e rispondenti ai parametri del medesimo articolo.
Le Compagnie non affiliate a nessuna federazione potranno partecipare garantendo, con polizza comprovante in corso di validità, che tutti i propri componenti godano di una copertura assicurativa sugli infortuni e che abbiano l'agibilità E.N.P.A.L.S.
Ribadendo che ogni Compagnia deve essere assicurata contro i rischi inerenti alla sua attività, si stabilisce che le Compagnie stesse nell'accettare le norme del presente Regolamento prendono atto che l'Associazione organizzatrice si intende sollevata da ogni e qualsiasi responsabilità per danni eventualmente subiti da persone e cose delle Compagnie o loro Collaboratori partecipanti alla manifestazione.
Saranno ammesse, dopo le fasi di selezione, fino ad un massimo di sette tra le Compagnie iscritte.

Art. 4
La domanda di partecipazione va inviata all'attenzione del Direttore Artistico, Giovanni Fedeli al seguente indirizzo: Associazione La Cattiva Compagnia c/o Studio Assoc. Bertoli e Fedeli - Viale San Concordio n. 531 – 55100 Lucca, entro e non oltre il 30 settembre 2014 e dovrà essere spedita a mezzo plico raccomandato con avviso di ricevimento. Tale attestato postale avrà pure titolo come conferma di avvenuta accettazione del materiale documentale trasmesso. Qualora si riscontrassero eventuali carenze, sarà cura della Segreteria del Festival darne immediata comunicazione.
Per tale scadenza, fa fede la data del timbro postale di spedizione.
La domanda, a firma del legale rappresentante della Compagnia, deve contenere, a pena di irricevibilità:
1. il titolo dell'opera che si intende rappresentare al Festival e che deve costituire spettacolo completo, con il nome dell'autore e, in caso di opera straniera, il nome del traduttore, precisando durata, eventuali divisioni in atti, tempi e/o quadri; elenco completo del cast artistico, compresi i tecnici;
2. dichiarazione che l'opera è priva di qualsiasi vincolo sulla possibilità di rappresentazione in pubblico e, nel caso sia soggetta a preliminare autorizzazione da parte di Agenzie teatrali che ne detengono il diritto d'autore, copia di concessione di autorizzazione alla rappresentazione; se l'opera non risulta depositata alla SIAE, copia dell'autorizzazione liberatoria dell'autore;
3. n. 1 copia dell'opera stessa e, in caso di libero adattamento, n. 1 copia del testo originale;
4. le generalità complete del legale rappresentante della Compagnia, con recapito telefonico ed orario di reperibilità;
5. partita IVA e/o Codice Fiscale;
6. una relazione illustrativa, quanto più documentata, dell'attività della Compagnia (partecipazione a rassegne o festival negli ultimi tre anni, curriculum artistico e tutte le informazioni che possono essere utili al fine di un primo esame di ammissione al Festival);
7. una videoregistrazione obbligatoria, in DVD, perfettamente comprensibile in audio e video, dell'intero spettacolo proposto, note di regia, note sull’autore, n° 6 foto della rappresentazione o della compagnia che non verranno restituite;
8. dichiarazione, firmata dal rappresentante legale, di conformità del materiale di scena (scenografie, costumi, attrezzi, arredi, impianti di illuminazione ed amplificazione) alle vigenti Norme di Legge;
9. scheda tecnica dello spettacolo;
10. autorizzazione alla riproduzione del materiale inviato, firmata dal Rappresentante legale;
11. quota di iscrizione, fissata in € 25,00 (venticinque#00), in assegno circolare non trasferibile intestato a F.I.T.A. Comitato Provinciale di Lucca; oppure allegare copia di ricevuta di avvenuto bonifico bancario da effettuare sul c/c presso Banco Posta, Agenzia Lucca 007, intestato a F.I.T.A. Comitato Provinciale di Lucca, IBAN: IT93D0760113700000080734148;
12. Copia dell'attestazione d'iscrizione della Compagnia ad una Federazione di Teatro Amatoriale (F.I.T.A., U.I.L.T., T.A.I., FEDERGAT), oppure copia dell'agibilità E.N.P.A.L.S. E della polizza assicurativa. Tutti gli attori e tecnici dovranno essere tesserati / assicurati per l'anno 2014;
13. dichiarazione di incondizionata accettazione di quanto contemplato dal presente Regolamento.

Art. 5
1. L'ammissione alla fase finale sarà stabilita a insindacabile giudizio del Comitato Organizzatore che ne darà comunicazione alle Compagnie prescelte entro il 6 ottobre 2014, insieme alla data loro assegnata per la rappresentazione dell'allestimento teatrale. La data attribuita a ciascuna delle compagnie finaliste dovrà essere accettata INCONDIZIONATAMENTE pena l'esclusione dalla manifestazione.
2. Le stesse Compagnie dovranno comunicare entro e non oltre 3 giorni dalla comunicazione di selezione e comunque entro e non oltre il 9 ottobre 2014, a mezzo telegramma, fax o e-mail, l'accettazione dell'ammissione alla fase finale e della data assegnata.
3. Se la Compagnia selezionata, dopo la pubblicazione del cartellone delle serate della fase finale della rassegna sul sito www.fitalucca.it, non dovesse mantenere l’impegno assunto, tranne che per cause di forza maggiore, dovrà risarcire l'organizzazione della rassegna per un importo pari al rimborso spese previsto dal presente regolamento all'Art. 8.

Art. 6
Le selezioni per l'ammissione delle Compagnie finaliste al Festival saranno effettuate da una Commissione Unica, la quale visionerà tutte le videoregistrazioni degli spettacoli iscritti a suo insindacabile giudizio.
Gli artisti che appaiono nello spettacolo sottoposto in video al vaglio della Commissione dovranno corrispondere a quelli partecipanti allo spettacolo ammesso come finalista. Eventuali sostituzioni andranno eccezionalmente concordate con l'Organizzazione.
Una giuria tecnica, composta da personalità del mondo teatrale e coordinata dal Direttore artistico del Festival, assegnerà i premi previsti dal seguente art. 7.

Art. 7
Nella serata finale saranno assegnati i seguenti premi:
1. Premio "L'Ora di Teatro – Un Sipario aperto sul Sociale" al miglior Spettacolo,
2. Premio gradimento del Pubblico,
3. Premio miglior Regia,
4. Premio al miglior Attore,
5. Premio alla migliore Attrice,
6. Premio al (o alla) migliore Caratterista o Attore non protagonista,
7. Premio speciale all'impegno sociale e all'attinenza alle tematiche proposte.

Art. 8
Alle Compagnie ammesse a partecipare alla fase finale del Festival sarà corrisposta la somma di € 500,00 (Euro cinquecento/00) quale concorso spese per l'allestimento dello spettacolo, che verrà consegnata a ricevimento da parte dell'organizzazione della manifestazione dei contributi degli Enti finanziatori.
Solo alle eventuali Compagnie provenienti dalle regioni Sicilia e Sardegna ammesse alla fase finale del Festival sarà corrisposta la somma di € 1.000,00 (Euro mille/00).
Ad ogni Compagnia verrà offerta ospitalità in un albergo convenzionato:
a) se proveniente da località oltre 500 Km: 2 pernotti, 1 pranzo, due cene e due prime colazioni;
b) se la distanza è tra i 250 e i 499 Km: 1 pernotto, 1 cena e 1 colazione;
c) se la distanza è tra 0 e 249 Km: 1 cena.
Nel computo delle spese di soggiorno si terrà conto del solo cast attoriale da locandina, oltre al regista e un tecnico che partecipano all'allestimento. Non si terrà conto di eventuali personaggi aggiunti o di raddoppi.
L'intervento finanziario dell'organizzazione per le spese di soggiorno viene fissato fino a un massimo di 12 unità.
Le distanze verranno calcolate sul sito: www.viamichelin.it

Art. 9
Il Comitato organizzatore del Festival metterà a disposizione delle Compagnie lo spazio del Teatro dei Rassicurati, dalle ore 9.00 del giorno fissato per la rappresentazione. Verranno inoltre messi a disposizione delle Compagnie finaliste impianto audio e luci e n. 1 tecnico.

Art. 10
Ogni Compagnia finalista dovrà:
a) disporre delle scene, costumi, attrezzeria e di quant'altro occorre allo spettacolo in modo specifico;
b) prendere in consegna il Palco a partire dalle ore 9.00 del giorno fissato per la rappresentazione e renderlo completamente libero al massimo 2 ore dopo il termine dello spettacolo;
c) ultimare l'allestimento scenico tassativamente entro le ore 14.00, altrimenti non verrà corrisposto il rimborso spese come previsto dall'art.8;

Art. 11
La scenografia dovrà essere tale a quella che si vede nella registrazione inviata, pena decurtazione del 50% del rimborso spese di cui all'art. 8.

Art. 12
Le Compagnie partecipanti al Festival sollevano il Comitato organizzatore da ogni responsabilità per danni eventualmente cagionati dalle stesse nel corso della manifestazione, con dichiarazione firmata dal responsabile Legale della Compagnia.
Eventuali danni di qualsiasi natura agli impianti, alle strutture ed attrezzature del teatro e del palcoscenico saranno addebitate alla Compagnia in fase di liquidazione del contributo.
Parimenti, il Comitato Organizzatore non si assume responsabilità per eventuali danni subiti dalle Compagnie (persone e cose) durante il Festival, avendo le medesime l'obbligo della copertura assicurativa.

Art. 13
Per ragioni organizzative o per cause di forza maggiore le date degli spettacoli potrebbero subire delle variazioni, come pure potrà essere usata altra sede per gli spettacoli. Le compagnie partecipanti al presente bando ne sollevano, ora per allora, gli organizzatori da ogni responsabilità.

Art. 14
L'iscrizione al Festival Nazionale “L'Ora di Teatro” comporta l'accettazione integrale del Regolamento del Bando di Concorso.

Art. 15
Per eventuali controversie, viene indicato e accettato dalle parti, quali foro competente, quello di Lucca.

PUBBLICITA'
Le Compagnie finaliste sono invitate ad inviare il materiale pubblicitario (locandine, foto, articoli) con notevole anticipo.


Info: Giovanni Fedeli
Tel: 0583312252
Cell: 3924567310
E.mail: giovannifedeli@studiobertolifedeli.it - fitalucca@gmail.com - info@lacattivacompagniateatro.it
Web: www.fitalucca.it - www.lacattivacompagniateatro.it
Facebook: Federazione Teatro Amatori Lucca; La Cattiva Compagnia Lucca

Veniteci a trovare
il 30 settembre 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: