Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

DIVINUM - quando Bacco incontra Venere, quando il vino ispira la bellezza

Parco dei Priori Fossacesia CH, Italia
Google+

Per esaltare la percezione dei sensi propria del vino, e la bellezza delle arti, il Parco dei Priori di Fossacesia, in collaborazione con l'Associazione culturale Akedà e con l’azienda vitivinicola Pasetti, dà vita, il 28 e 29 giugno 2014, a

DIVINUM
Quando Bacco incontra Venere, quando il vino ispira la bellezza

In una location raffinata, che storicamente sorge sui possedimenti dell’abbazia di San Giovanni in Venere, a sua volta nata sulle spoglie di un tempio dedicato a Venere Conciliatrice, sulla collina che domina il selvaggio Adriatico dannunziano, DIVINUM è un evento che esalta l’immemore legame tra arte e vino, tra vino e bellezza. Un legame contenuto già nella radice del nome: la parola vino nasce dal verbo sanscrito vena, il cui significato è amare e da cui deriva anche il latino Venus, il nome della dea Venere.

DIVINUM celebra il vino che attrae, ispira, meraviglia e colora, e che diviene pittura. E questo è possibile perché il vino è materia, ma anche colore, brillantezza, evoluzione: qualità che appartengono intimamente alla pittura.
E come il “buon” pittore usa la tavolozza di colori e i pennelli, così il vignaiolo con i suoi strumenti mescola, dosa, trasforma.

Ordo e caos convivono fin dall’origine nel carattere ambivalente di Dionisio. Il dio che introdusse agli uomini la coltura della vite, è il dio del lavoro della terra, dunque dell’ordine, ma è anche il dio della follia, dell’ebrezza, del corteo di Baccanali. E l’aspetto delirante si fa simbolo della fertilità, con Priapo, e il contatto tra dio e l’uomo si concretizza nell’arte, per cui Dionisio è anche il dio protettore di tutte le arti; il dio dell’ispirazione.

DIVINUM intende ricreare una sorta di simposio, la pratica conviviale durante la quale i commensali del mondo greco e romano bevevano secondo le prescrizioni del simposiarca, intonavano canti conviviali (skólia), si dedicavano ad intrattenimenti di vario genere (recita di carmi, danze, conversazioni, giochi).

A tal fine l’evento è articolato in diversi momenti.
Nel giardino del Parco dei Priori, il pomeriggio di sabato 28, sarà realizzata una performance artistica live, momento fulcro della manifestazione, che porterà alla scelta dell’immagine per una “etichetta d’artista” per la Linea Pasetti (Pasetti Pecorino DOP e Pasetti Montepulciano d’Abruzzo DOC).
L’Azienda si distingue non solo per l’eccellenza dei suoi vini, ma anche perché, con le sue “etichette d’artista” dà prova di una profonda sensibilità verso il mondo dell’arte figurativa. Gli artisti, il cui acquerello sarà giudicato da una giuria (composta da almeno 5 esperti, ovvero la sig.ra Laura Pasetti, titolare dell’Azienda vitivinicola, almeno due giornalisti, uno storico dell’arte e un critico d’arte), saranno invitati ad utilizzare esclusivamente il vino come colore e a realizzare un’opera che interpreti il mito e l’ebrezza del vino con una precisa ispirazione al territorio abruzzese di Pescosansonesco, luogo in cui viene prodotto il vino sopramenzionato.

All’interno della villa sarà ospitata una mostra degli artisti in gara, e si terranno una serie di appuntamenti:
- degustazioni e mini corsi sul vino in collaborazione con la FISAR (Federazione Italiana Sommelier Albergatori e Ristoratori);
- lettura di brani poetici, letterari e di testi del cantautorato italiano che celebrano il vino, a cura di Alessandra Diodoro;
- seminari di storia dell’arte sulla rappresentazione del vino in pittura, a cura delle dott.sse Michela Gianfranceschi e Silvia Moretta;
- seminari di carattere storico sull’ideale del simposio, a cura della prof.ssa Adele Cicchitti;
- proiezione del cortometraggio “Non al denaro, non al vento né al sole”, di Marco Calvise, con Fabrizio Bentivoglio, presentato da Arianna di Tomasso, organizzatrice di “Settimo Senso Film Festival”;
- laboratori di manipolazione creativa della creta a cura di Debora Vinciguerra;
- workshop creativo a cura di Fabio Di Lizio;
- aperitivi e degustazioni a cura del ristorante Maccherone di Pescara.

A chiusura delle due giornate dedicate alle arti:
- sabato 28, a partire dalle 21.30: serata danzante di Tango Argentino a cura della “Milonga Popolare della Tipografia”, tdj Davide Patriarca
- domenica 29, dalle 21.30: “Tributo a Rino Gaetano”, a cura di Osvaldo Bianchi.

Veniteci a trovare
dal 28 al 29 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: