Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Vai a ballare al ballottaggio! Vota Borotalco!

Dovunque Bisuschio VA, Italia
Google+

Fabrizio Borotalco Sindaco dell'Umbria.
Candidato della lista Borotalco Democratico e della lista post-europeista PAC, Poeti Autoritrattisti Conservatori.

Borotalco è un candidato del fare: prima ancora di essere eletto, ha già cominciato a raccogliere coi suoi seguaci taniche e secchi, ed iniziato a riempirli d'acqua in vista del progetto per la creazione di un mare artificiale sulle piane attorno Perugia, un piano ambizioso che ha attirato lo sguardo cupido dei grandi gruppi economici, pronti ad investire sulla nuova riviera, fra stabilimenti balneari e negozi di reliquie, ma Borotalco ha detto: “NO! Gestiremo localmente i lavori di adattamento strutturale ed i privati, guidati dalla lobbie dei pescatori, si spartiranno i considerevoli profitti economici”
“Una Perugia Isola della Droga?” Hanno storto il naso alcuni capponiani ancorati ai vecchi modi di fare politica. No! Borotalco ha in mente un'Umbria città unita, capitale europea della cultura, sì, ma anche capitale della droga, che è comunque attrattiva non solo turistica ma – molti tendono a dimenticarsene - culturale; Borotalco ha scritto di suo pugno la proposta per uno Statuto Speciale dell'Umbria, consultabile on-line, dove si gettano le basi per la statalizzazione completa del mercato della droga.
“Una città unita? Ma che vuol dire?” Chiedono le malelingue capponiane e i coscienzini col cuore colmo di disfattismo. Ma Borotalco non parla mai a vanvera e crea il PUR – Piano Urbanistico Radicale. I primi studi di settore lo ritengono fattuale e vantaggioso per l'economia e la socialità umbre ed i giornali finanziari nazionali ed internazionali hanno apprezzato la coraggiosa scelta di mettere Zolletta all'urbanistica - uno dei ministeri più ambiti nel nuovissimo Consiglio Supremo dell'Umbria – con l'idea di trasformare le rotonde in spirali e spostare tutte le iniziali delle parole dei cartelli stradali in fondo alle parole stesse, facendo diventare così Umbria Mbriau ed autovelox utoveloxa.
Un'altra scelta coraggiosa è quella di aver scelto Alessandra Mela Meloni alla sanità mentale, ministero con ricco portafoglio che vigilerà sulla sanità mentale dei medici e degl'infermieri che vi e ci hanno in cura.
Rivoluzionario è il programma di Chiara Dionigi, nota intellettuale assisana, riguardo le Politiche Anziane, con l'inserimento di programmi finanziati dalla Comunità Europea rivolti a risvegliare il fascino erotico nella terza età, per combattere solitudine ed abbandono.
Ma l'arrivo nella Lista Borotalco che ha meravigliato di più è stato quello di Filippo Ceccucci a vicesindaco e ministro delle politiche alcoliche, dopo il ritiro di Gramsci per un problema di gastrite. Ceccucci garantirà al nuovo Consiglio Supremo una ferma ancora ai problemi reali della società, uno sguardo profondo ed indagatore che stanerà il malcostume dal malcostume del potere.

L'8 Giugno, dovunque tu sia, VOTA BOROTALCO!

Veniteci a trovare
il 8 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: