Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

" Cotton Club" e swing anni 30 presso l'Intento

L'Intento Caffetteria Pub- Laboratorio Culturale Via Roma, 14, Torre Santa Susanna BR, Italia
Google+

COTTON CLUB
Quando in una sera come tante si cominciò a parlare del progetto, non avevamo un nome, né un’idea di cosa avremmo suonato. Ma il fine era chiaro: ricreare atmosfere perdute, come nel celebre film “Midnight in Paris”, per riportare il pubblico all’epoca dei locali buii e fumosi, dei gangster e del proibizionismo. Ed è il fine che da origine al nome della band: il Cotton Club fu infatti uno dei più famosi locali della New York dell’epoca del proibizionismo, nel quale si esibirono artisti del calibro di Cab Calloway, Duke Ellington, Count Basie, Louis Armstrong, Nat King Cole, Billie Holiday. Ciò che contraddistingue il progetto Cotton Club è il mezzo attraverso il quale il fine è perseguito: un repertorio ricercato ed in continua evoluzione, nato dall’impegno profuso nello studio del background storico e culturale e dalla accurata selezione dei brani; un repertorio ricco di brani celebri ( Cheek to Cheek / Fly me to the moon ) come di chicche poco conosciute ( basti pensare a Stomp Stomp dei Cats and The Fiddle ) ma altrettanto orecchiabili e coinvolgenti. Lo stile volutamente semplificato dell’esecuzione intende riportare alla luce un genere privo di sterili virtuosismi che nell’epoca d’oro aveva la diffusione della pop music di oggi.
Come osservava il trombettista di Duke Ellington, Bubber Miley, “ It don’t mean a thing if it ain’t got that swing “
La band è composta da Lorenzo Rinaudo ( voce ), Silvia La Grotta ( voce e violin ), Alessandro Muscillo ( contrabbasso ), Claudio Calizzi ( chitarra

Veniteci a trovare
il 26 giugno 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: