Login Accedi ^
Italiano
Registrati
Registrati su Weekeep! Trova i tuoi amici di Facebook, organizza i tuoi viaggi e visita oltre 1.000.000 eventi in tutto il mondo!
Accedi con Facebook
Accedi con Google+
Facebook Google+
X
RISULTATI
MAPPA
DETTAGLIO
$mapTile_Titolo
$mapTile_Immagine
$mapTile_Indirizzo
$mapTile_LastMinute
$mapTile_Durata
Località
Dormire
Mangiare
Offerte Speciali
Eventi
Mostra tutte le 7 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 11 LOCALITAMostra meno località
Mostra tutte le 23 sistemazioniMostra meno sistemazioni
PREZZO : da € a
OSPITI :
CAMERE :
STELLE : da a
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie
Mostra tutte le 13 categorieMostra meno categorie

Premio Castello di Villalta Poesia presenta la terna finale dell’edizione 2014

Castello Di Villalta Villalta UD, Italia
Google+

Domenica 6 luglio ore 18.30
Maurizio Cucchi, Valerio Magrelli, Emilio Rentocchini

Letture dei poeti e conversazione sul tema
Si può ancora parlare di Generazioni?

a cura dei giurati del premio



Nella fase decisiva di avvicinamento alla scelta di un unico vincitore, la seconda edizione del Premio Castello di Villalta Poesia presenta subito unasorpresa: neppure uno dei due candidati dalla giuria dei giovani è passato al confronto finale. Il voto delle giurie congiunte ha decretato, infatti, la preferenza per i tre libri degli autori di maggiore esperienza nell'ambito della poesia nazionale. Una terna di straordinario valore, che qualifica il premio nella sua trasparenza e vitalità: al di là delle scelte di campo e delle indicazioni generazionali, il lavoro della giuria, non privo di accese discussioni, si è concentrato sullo spessore e sulla tenuta formale delle singole opere. Un risultato inatteso, qualora si pensi che la formula del premio avrebbe permesso alla giuria "junior" di allearsi in favore di una scelta di campo legata ai temi della propria generazione. Questo risultato offre lo spunto per una riflessione - già avviata, del resto, nel corso della primo incontro dei poeti con il pubblico il 15 giugno scorso - che riguarda proprio il senso e la legittimità dello sguardo alla vicenda della poesia dei decenni recenti in termini di "generazioni". Le domande sono molte: si sono appiattiti e omologati stili di vita, forme espressive, desideri? Manca la spinta verso la ricerca di nuovi orizzonti e limiti? Oppure non c'è stato il riconoscimento di una presenza poetica importante dopo quella degli ultimi maestri del Novecento?

Di tutto questo si parlerà il 6 luglio al Castello, con inizio alle ore 18.30, prosguendo per un'ora e mezza di interventi e di letture.

Il Premio Castello di Villalta Poesia, che ha lo scopo, più volte ricordato dalla sua Presidente e promotrice Marina Gelmi di Caporiacco, di promuovere e valorizzare la poesia italiana, favorendo l'incontro tra le generazioni, seleziona i finalisti attraverso due giurie, una di poeti e critici che hanno già ottenuto riconoscimento in questo ambito (Antonella Anedda, Alberto Bertoni, Roberto Galaverni, Antonio Riccardi, Gian Mario Villalta), e una di giovani che si stanno affermando con decisione: Roberto Cescon, Azzurra D’Agostino, Tommaso Dio Dio, Massimo Gezzi, Franca Mancinelli. Alla prima spetta la determinazione di quattro su sei finalisti, alla seconda degli altri due: dalla seconda fase, che decide la terna finale, le due giurie voteranno congiunte. Questa formula fa sì che il premio non sia solo un omaggio a un autore e a un'opera, ma che sia anche un modo per discutere, tra i giurati, con i poeti e con il pubblico, sui temi, sul senso e sulle forme della poesia di oggi.

La terna finale è composta da poeti di grandissimo rilievo nel panorama nazionale: Maurizio Cucchi, che con Malaspina (Mondadori) ha raggiunto uno dei punti più alti della sua intensa vicenda creativa; Valerio Magrelli, con un libro, Il sangue amaro (Einaudi) che ha fatto discutere e che, ancora una volta, lo impone tra gli autori più originali e problematici della poesia attuale e Emilio Rentocchini, emiliano, che ha scrittoStanze di confine (Il Fiorino), con il quale tiene viva a un livello alto di forza e raffinatezza la poesia neodialettale.

Al Castello di Villalta, a partire dalle ore 18.30, nel corso di un intenso dialogo con i giurati, durante il quale i poeti saranno invitati alla lettura di alcuni brani dalle loro opere. Alla fine dell'incontro, che avrà la durata di un'ora e mezza, ci sarà un brindisi per i protagonisti.

Veniteci a trovare
il 6 luglio 2014

Che Tempo fa

Recensioni

Caricamento...
Caricamento...
In questa zona i nostri Partner offrono: